none_o

Tornano i concerti Musikarte del Festival Musicale Internazionale Fanny Mendelssohn. Uno straordinario viaggio musicale, iniziato sette anni fa, un appuntamento ormai classico atteso con trepidazione da moltissimi appassionati. Artisti provenienti da 20 nazioni di tutto il mondo hanno portato la loro musica e il loro talento nelle dimore storiche del Lungomonte pisano, veri gioielli del nostro territorio, nei palazzi, nei teatri, nei musei della provincia di Pisa.

Invito alla partecipazione gratuita
none_a
ASBUC di:Vecchiano-Filettole-Nodica-Avane
none_a
La Redazione
none_a
Vecchiano
none_a
Non sta a me risolvere il caso, ci sono persone preposte. .....
Evisto? noi ci siamo chetati e te sei rimasto con il .....
Caro sig. Gio' la facevo migliore. E invece è solo .....
Hai ragione, sono un bischero a confondermi ancora .....
di David Barontini portavoce M5S di Cascina
none_a
Il nostro é un ordinamento garantista non giustizialista
none_a
“Magari che ci metta lo zampino il coronavirus…”
none_a
Umberto Mosso‎ #SEMPREAVANTI Pistoia e provincia.
none_a
di Renzo Moschini, ex parlamentare
none_a
di Giovanni Greco coordinatore CascinaOltre
none_a
Calci
none_a
Pisa
none_a
Il sito degli "ARTISTI PISANI SCOMPARSI" per una significativa memoria culturale
none_a
Come Steve McCurry e l'afghana dagli occhi verdi nel 2002
none_a
Torna il 16 febbraio l’anteprima del Consorzio Vino Chianti e del Consorzio Tutela Morellino di Scansano
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Pisa, 1 marzo
none_a
Pontasserchio, 16 dicembre
none_a
Pontasserchio 22-23 febbraio
none_a
Pisa, 22 febbraio
none_a
L'Associazione il retone-presenta
none_a
Molina di Quosa, 16 febbraio
none_a
Ernesto va alla guerra
none_a
Pontasserchio, 11 febbraio
none_a
Il pettirosso è in procinto di partire
mentre la mimosa comincia a fiorire.
Esitano i narcisi dal color del sole
più audaci si mostrano le odorose .....
Buongiorno, abito in Via Paganini a Colignola, quotidianamente percorro le strade bianche nelle vicinanze fino ad arrivare ad Asciano, lungo i condotti. .....
di Renzo Moschini
none_a
Riserva del Chiarone
none_a
SR-domenica 26 gennaio
none_a
VECCHIANO
Alluvione: arrivano i rimborsi della Regione per auto e attrezzature

20/4/2011 - 7:13

MIGLIARINO. Sono in arrivo i rimborsi per le auto e gli altri beni mobili resi inservibili dall’alluvione di Natale del 2009. Fondi che sarà la Regione ad erogare ai Comuni utilizzando le proprie risorse. Le cifre giungeranno nelle tesorerie comunali in tempi brevi, tra fine aprile e inizio maggio. Per tutte le località toscane colpite dall’alluvione, la cifra stanziata ammonta a un milione 550mila euro, che verranno distribuiti alle amministrazioni dei territori colpiti. Il Comune di Lucca beneficerà della quota più ingente; in ordine di entità del trasferimento, seguono i Comuni di Vecchiano e Prato.

 In tutto la Regione ha messo a disposizione 4 milioni di euro. Un milione 550mila sono stati destinati al rimborso per i beni mobili alluvionati; la parte restante sarà usata a beneficio dell’opera prestata durante l’alluvione dal volontariato, per coprire le spese di soccorso e gli straordinari ad esempio dei vigili del fuoco.

Fonte: Il Tirreno
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




20/4/2011 - 13:04

AUTORE:
Glauco Sbragia Rinnovamento

La Regione Sblocca i Rimborsi.

In merito alle notizie recentemente riportate sui quotidiani locali ed
inerenti i rimborsi erogati per l'alluvione assistiamo ancora una volta
ad una incredibile disparità di trattamento.
I danni subiti dalle aziende artigianali-commerciali-industriali sono
stati rimborsati addirittura nel 2010 mentre per i danni a famiglie ed
aziende agricole assistiamo a promesse in cui si afferma che per le
famiglie "i danni saranno resi disponibili a breve" e per le aziende
agricole " dovranno attendere ancora".
Le elezioni sono vicine ed i giornali sono colmi di promesse.
Nella realtà dei fatti aziende agricole e famiglie non hanno ancora
avuto alcun contributo ed addirittura le famiglie sono state oggetto di
controlli sulla conformità urbanistico-edilizia mentre per le aziende
rimborsate ciò non è avvenuto.
A tal proposito risulta evidente che alcune di queste aziende,
realizzate dopo il 2001, non hanno rispettato le quote di sicurezza
idraulica stabilite da Comune, Genio Civile, Consorzio di Bonifica,
quote che se rispettate avrebbero ridotto notevolmente il danno
dell'alluvione.

Sbragia - Rinnovamento