none_o

 

La ricostruzione e il racconto con tanti ricordi, la rivolta dell'acqua questa volta non portatrice di vita ma di morte. Il pianto di una Nazione e..."al posto del campanile una scala a chiocciola", quella di Giovanni Michelucci.
 

La verità fa male a chi si nasconde.
Poi, forse, .....
Scrive il sig. Francesco T:
Sa benissimo anche lei .....
Sarei curioso di sapere dove ha vissuto, lei, con .....
. . . abitante sempre a MdA.
La sig. ra. Lucia ebbe .....
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
"Io lo vedo così"
none_a
Libri ed altro.
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
  • AD ACCOGLIERE GLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI CALCI MOLTI SPAZI, AULE E GIARDINI RINNOVATI

      Suona la campanella

    Mancano tre giorni all’inizio della scuola e lunedì prossimo la campanella suonerà per i tanti alunni calcesani che potranno contare su aule, spazi comuni e giardini rinnovati e più sicuri...


Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
Vendo FB FB johnson 5CV buone condizioni, bicilindrico, 2 tempi, gambo corto, elica 3 pale, anni 90, marcia avanti e indietro, serbatoio esterno .....
VECCHIANO
Depuratore e polle d'acqua: la replica di Tradizione e Futuro

6/5/2011 - 6:55

INTERVENTO

RISPOSTA A OSSERVAZIONI PER ARGOMENTO il depuratore di Vecchiano e le polle di acqua già pubblicato sulla voce del Serchio.

VECCHIANO Se vogliamo parlare di responsabilità non possiamo escludere sicuramente il candidato a sindaco di "Insieme per Vecchiano", signor Giancarlo Lunardi.

L’elenco sarebbe lungo ma limitiamoci a considerare la tempestività.

La tempestività è una caratteristica di colui che è tempestivo, cioè di colui che giunge opportuno a porre un rimedio.

Sicuramente per il caso del depuratore di Vecchiano i precedenti sindaci, compreso l’ultimo, sono stati intempestivi e ciò nel corso degli anni ha causato il grave stato di inquinamento e di deposito di sedimenti che abbiamo nel canale Barra – Barretta, principale immissario del lago di Massaciuccoli. Ma più di tutti riteniamo che il maggior responsabile sia proprio il signor Giancarlo Lunardi che la popolazione del comune di Vecchiano ha già visto in veste di sindaco per ben quindici lunghi anni.

Il depuratore è stato realizzato nei primi anni ’80 del secolo scorso, quasi in contemporanea con la nascita del parco, durante l’amministrazione Spinesi e proprio da quel periodo ai giorni nostri abbiamo avuto la maggior decadenza dello stato di salute del canale Barra – Barretta e quindi del lago. All’interno di questi trent’anni, quindici sono stati appunto di amministrazione Lunardi, in subentro al dimissionario Emilio Spinesi, e dieci di amministrazione Pardini.

Non è facile pensare a responsabilità di terzi visto che il partito comunista prima, PDS,DS e PD dopo l’hanno sempre fatta da padroni nella gestione di un territorio che sostanzialmente è andato sempre più deteriorandosi.

In merito all’ampliamento del depuratore da eseguirsi ai giorni nostri, preme far notare l’inutilità dell’intervento visto che entro il 2015 le acque luride dovranno essere convogliate a Pisa. Altri soldi che si ritiene vengano buttati via. Il progetto di ampliamento avrebbe dovuto essere redatto all’epoca del sindaco Spinesi, ed essere realizzato dal sindaco Lunardi all’epoca del suo subentro a Spinesi, tutt’al più all’inizio del suo primo mandato. Ora è tardi e ogni spesa a riguardo sarebbe un inutile sperpero di denari pubblici.

Di convegni ne sono stati fatti molti, ad alcuni dei quali abbiamo partecipato anche noi, direttamente e/o indirettamente. Tempo perso e problemi che di fatto si sono moltiplicati. È dal lontano 1970 che si fanno convegni sul lago. Prima un lago da "recuperare", poi un lago da "salvare" e infine, se si continua su questa linea, un lago da "commemorare", come sostiene un nostro emerito concittadino. È l’ora di passare ai FATTI e lasciare da parte i discorsi.

Non serve la bacchetta magica per risolvere i problemi, semplicemente un po’ di buonsenso sulle scelte che si fanno e sui metodi che si applicano. Certo è che questo buonsenso è sicuramente mancato nelle precedenti amministrazioni e ciò e tangibile girando e osservando il nostro territorio, sia urbano che extra urbano.

Per fare un esempio pratico basta guardare al nuovo fosso realizzato nel piano di Vecchiano quale collettore di raccolta e convogliamento delle acque meteoriche che provengono dalla zona di via d’Ombra a Nodica, ove di recente è stato realizzato il comparto n° 5 da IFFI S.p.A. Da tempo è ingombro di erbe infestanti e da piante quali pioppi neri e altro. Questo è il buonsenso di questa e delle precedenti amministrazioni nella manutenzione delle opere pubbliche, senza considerare la loro effettiva utilità e il dispendio di soldi che hanno comportato. Bravi!

In merito poi al "depuratore perfettamente funzionante" come sostenuto dal "Insieme per Vecchiano", preme sottolineare che le indagini di routine fanno riferimento a parametri fatti dall’uomo e adottati dallo stesso. Noi ci rifacciamo al fatto compiuto, cioè a "quello che si vede" e "quello che si vede" è un triste spettacolo. Il morto è nella bara! Acqua sporca con sedimenti che confluisce verso i paduli e quindi al lago. Facciamoci una girata assieme al ponte delle "murella" e si può avere un assaggio dell’acqua in uscita dal depuratore. A nostro parere, che è anche il parere di moltissimi cittadini del nostro comune, un "depuratore perfettamente mal funzionante"che addirittura potrebbe danneggiare le acque della vicina oasi del Fontanaccio che attualmente sgorga acqua limpida carica di vita.

Altra nota di rilievo è appunto l’uso civico. È vero i vecchianesi sono legati al lago per l’uso sociale che ne hanno fatto nel corso dei secoli. Eppure il signor Giancarlo Lunardi è stato il nemico n° 1 per i cittadini di Vecchiano, visto che, quale presidente del parco, non ci ha pensato su due volte a imbastire cause contro gli stessi per cancellare l’uso civico dal padule; un uso civico inalienabile che è stato concesso dalla contessa Matilda di Canossa nel lontano XII° secolo; cause peraltro che si ritiene siano state pagate con i soldi dei contribuenti. Proprio un bel capolavoro che si aggiunge alle responsabilità sui rimedi per preservare il canale Barra – Barretta, il padule e quindi il lago dall’inquinamento dei reflui urbani, oltre a quello derivante dall’uso di prodotti chimici in agricoltura.

Infine un commento anche sulla pompa che dalla Baccanella preleva l’acqua dal Serchio per convogliarla nel canale suddetto. pochi litri al secondo che sono solo una goccia dì acqua in un mare. Altra opera che è costata molti soldi e non serve a niente.

In merito alle situazioni di Viareggio e Massarosa non ci meraviglia il fatto che anche loro abbiano contribuito ad inquinare il lago. Anche loro per decenni sono stati amministrati alla meglio. Ma alla fine anche loro, in tempi diversi, hanno cambiato rotta nella speranza di un futuro migliore.

La vostra è una lista vecchia con personaggi e programmi che hanno proceduto per inerzia e che non hanno portato alcun vantaggio ma semmai grandi disagi per i cittadini di Vecchiano.

Non intendiamo strumentalizzare argomenti a scopi politici ma semplicemente vogliamo pubblicizzare ancor meglio il nostro programma elettorale che riteniamo sia degno di nota.

Tradizione e Futuro

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




6/5/2011 - 18:29

AUTORE:
Tranquillo

Tutti zitti? La volevate la replica di Tradizione e Futuro. eccovela.