none_o

Correva l’anno 1867 quando Henry Nestlè comunicò alla stampa di aver salvato la vita ad un bambino prematuro la cui madre non poteva allattarlo perché gravemente malata. Disse di averlo nutrito con un prodotto costituito da “latte svizzero intero con l’aggiunta di cereali cotti al forno con un procedimento speciale di mia invenzione”. Era nata la famosa farina lattea che procurò al signor Nestlè ingenti guadagni....

. . . non aveva paura di gnente e di nessuno.
Gni .....
. . . . . . . . . . . . . . . una più der diavolo. .....
. . . una cosa alla volta, poche e chiare. Toglieremo .....
In parlamento siedono gli eletti dai cittadini, candidati .....
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
“Troppi errori e burocrazia nella manutenzione, serve cambio radicale”
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Nuova apertura


    Il Consiglio di Circolo Arci Migliarino è lieto di annunciare ai propri Soci la riapertura dei locali che avverrà il giorno 1 agosto con orario dalle ore 19 alla mezzanotte. Sabato e domenica compresi. L'orario potrà variare in caso di eventi. Informazioni su iniziative sulla pagina FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
PISA
Federconsumatori Pisa:"Chiederemo forme di indennizzo per i disagi provocati da Poste Italiane"

8/6/2011 - 22:38


PISA - L'associazione dei Federconsumatori interviene per protestare contro i disagi causati dalle interruzioni del servizio postale, e per valutare la possibilità di chiedere adeguate forme di indennizzo nei confronti dei cittadini danneggiati.

I cittadini di tutta la Valdiserchio si lamentano da tempo per il cattivo funzionamento del servizii di consegna della posta, con la conseguenza di bollette e multe che non vengono pagate, documenti che vengono ricevuti fuori dei tempi previsti.

"Come già annunciato - scrive Federconsumatori - sono in corso contatti con Poste Italiane per trovare adeguate forme di indennizzo per i disagi provocati agli utenti dalle interruzioni del servizio postale".

L'associazione informa di avere chiesto in prima istanza alle varie istituzioni centrali e locali e alle aziende di pubblico servizio di concedere una proroga dei termini di pagamento e/o la sospensione degli oneri aggiuntivi come nel caso di multe per violazione del codice della strada, bollette per forniture di luce, gas, acqua e tasse comunali.

Questo perchè, se non viene recapitata la posta, non può essere certo addebitata agli utenti la responsabilità di mancati pagamenti, o di pagamenti avvenuti fuori dei tempi stabiliti.

"In caso di mancato accoglimento di queste richieste - afferma l'associazione - procederemo all’avvio di azioni risarcitorie che, come in altre circostanze, devono sempre iniziare con la presentazione di un ricorso ( il cui modulo è disponibile sul sito di Poste italiane) in cui devono essere documentate qualità e quantità del danno subito a causa del disservizio".

Per quanto riguarda invece le forme di disagio più generiche, come le lunghe attese o i ritardi nel pagamento delle pensioni la Federconsumatori chiederà un indennizzo forfettario come a suo tempo avvenuto nel caso di Autostrade in occasione del maltempo.

Bernardo Magli

 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: