none_o


Una vicenda tutta personale viene descritta in questo nuovo articolo di Franco Gabbani, una storia che ci offre un preciso quadro sulla leva per l'esercito di Napoleone, in grado di "vincere al solo apparire", ma che descrive anche le situazioni sociali del tempo e le scorciatoie per evitare ai rampolli di famiglie facoltose il grandissimo rischio di partire per la guerra, una delle tante. 

La carriera politica personale dell’Onorevole Mazzeo .....
Bonaccini ha dato le dimissioni da presidente della .....
. . . c'è più religione ( si esce un'ora prima). .....
. . . uno sul web, ora, che vaneggia che la sua .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Mauro Pallini-Scuola Etica Leonardo: la cultura della sostenibilità
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
APOCALISSE NOKIA di Antonio Campo
none_a
Il mare
con le sue fluttuazioni e il suo andirivieni
è una parvenza della vita
Un'arte fatta di arrivi di partenze
di ritorni di assenze
di presenze
Uno .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
SAN GIULIANO
Preoccupa l'inquinamento alla foce del Fiume Morto

29/6/2011 - 8:29


SAN GIULIANO. La foce del fiume Morto e quella dell’Arno sono «punti preoccupanti in Toscana» per quanto riguarda l’inquinamento delle acque. È questo il risultato di Goletta Verde, la campagna di Legambiente dedicata al monitoraggio e all’informazione sullo stato di salute delle coste e delle acque italiane, giunta alla conclusione della sua seconda tappa: i dati sullo stato di salute dei mari e delle coste regionali sono stati presentati ieri a Firenze. Dagli elementi raccolti dal laboratorio mobile dei biologi di Legambiente, è stato spiegato, risulta che anche in Toscana l’inefficienza e in alcuni casi la mancanza di adeguate strutture di depurazione per le acque reflue «rappresenta un’emergenza a cui è doveroso porre rimedio».

Fonte: Il Tirreno
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

29/6/2011 - 12:29

AUTORE:
sevenbrains

Per fortuna qualcuno si è accorto che oramai l'arno da anni è di fatto una fogna aperta, altro che ambiente e valorizzazione del litorale, controllate gli scarichi.... che vergogna di amministratori che abbiamo