none_o

Correva l’anno 1867 quando Henry Nestlè comunicò alla stampa di aver salvato la vita ad un bambino prematuro la cui madre non poteva allattarlo perché gravemente malata. Disse di averlo nutrito con un prodotto costituito da “latte svizzero intero con l’aggiunta di cereali cotti al forno con un procedimento speciale di mia invenzione”. Era nata la famosa farina lattea che procurò al signor Nestlè ingenti guadagni....

Settembre, tempo di passeggiate.
none_a
#NotiziedalComune #EstateVecchianeseInsiemeaDistanza
none_a
AVVISO
none_a
. . . . . . . . . . . . . . Mattarella ha dato, con .....
Il vero problema attuale che dovrebbe attuare la politica .....
C'è un paesone, in Puglia, Lesina provincia di Foggia, .....
Fattori Tommaso 39. 667 Toscana a Sinistra 46. 270 2, .....
Villa di Corliano, 4 ottobre
none_a
San Giuliano Terme
none_a
Molina di Quosa, 29 settembre
none_a
Molina di Quosa, 25 settembre
none_a
Marina di Pisa
none_a
Villa di Corliano, 4 ottobre
none_a
Pisa, 20 settembre
none_a
Marina di Pisa, 18 e 19 settembre
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      BURRACO!

    Proseguono le attività del Circolo cercando di rispettare tutte le misure anti-Covid. Da venerdi 21 riprendono i tornei di Burraco con una serie di importanti misure di sicurezza tra cui la prenotazione obbligatoria per l'assegnazione del tavolo, norme severe per divertirsi in sicurezza.

    Tutte le notizie sulle attività sul sito FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
PISA-Vecchiano
Luca Barbuti PRC: "Il Parco di San Rossore è un bene comune".

2/7/2011 - 10:21


Ikea, PRC PISA:

 "Il Parco di San Rossore è un bene comune. Come a Vecchiano, chiediamo anche a Pisa un impegno coerente per la sua valorizzazione"

Non c'è mai fine alle sorprese che il PD pisano riserva alla cittadinanza. La discussione dell'ultimo Consiglio Comunale sul possibile insediamento di Ikea nell'area dei Navicelli è una di queste.

 Non ci ha sorpreso la frenetica corsa, nota già da tempo e visibile nelle iniziative personali del sindaco, per attirare a Pisa il colosso svedese. La stessa premura è stata dimostrata nel recente passato dall'amministrazione comunale di Vecchiano, quando ha messo a disposizione in tempi utili gli ettari necessari nella zona industriale, e si è vista nell'amministrazione comunale di Cascina, che ha dato la propria disponibilità a completare con Ikea la propria zona commerciale. Non ci sorprende più neanche l'assenza del numero legale in Consiglio Comunale: si tratta di una prassi usata con sempre maggiore frequenza e disinvoltura per risolvere le divergenze interne alla maggioranza, soprattutto in materia di governo del territorio.

 Questa volta la vera sorpresa deriva dal fatto che, pur di arrivare al numero di consiglieri necessari per approvare una mozione favorevole all'insediamento di Ikea, si sia cercata a tutti i costi una convergenza con ilPDL che, per bocca del proprio capogruppo, ha sostenuto l'inutilità e la dannosità per lo sviluppo di Pisa del Parco di San Rossore-Migliarino, tanto da auspicarne la chiusura.

Sostenere che la presenza del Parco, vero bene comune del nostro territorio, sia un freno allo sviluppo dell'area pisana è falso e assurdo. Tanto è vero che, in contemporanea a Pisa, il Consiglio Comunale di Vecchiano ha approvato un progetto previsto dal Piano di Gestione del Parco che offre concrete possibilità disviluppo economico, in un'ottica di rispetto e valorizzazione delle peculiarità ambientali dell'area. Con la semplice attuazione delle previsioni, il Parco di Migliarino-San Rossore ha dimostrato di poter dare risposte valide in termini di sviluppo sostenibile, a Vecchiano e altrove: su questa linea Rifondazione Comunista si batterà in tutte le sedi, istituzioni e non.

Facciamo appello a tutta la comunità del Parco affinché siano sventate manovre bipartisan che tentino, con superficialità, di speculare su bisogni essenziali come quello del diritto al lavoro cercando vie di sviluppo che appaiono non solo discutibili, ma eticamente inaccettabili.

Altro che Ikea, grande distribuzione, congestione viaria e consumo di suolo: il futuro è nel turismo ambientale e nello sviluppo locale, e si costruisce mettendo in rete le risorse e le competenze dei comuni confinanti con il Parco, così come indica anche la Regione Toscana. Inoltre, i problemi infrastrutturali di cui soffre il territorio chiedono urgentemente interventi strutturali e specifici, e non possono essere assoggettati alle esigenze di questa o quella impresa privata.

Per queste ragioni di fondo, nelle prossime settimane lavoreremo intensamente affinché la mozione bipartisan PD–PDL, già naufragata in Consiglio per il gran numero di assenti nelle fila della maggioranza, venga definitivamente ritirata e sostituita con un documento condiviso da tutte quelle forze politiche che, a Vecchiano come in Regione, credono che lo sviluppo dell'area pisana passi soprattutto dalla tutela e dalla piena valorizzazione del Parco di Migliarino-San Rossore, ente di tutela di un patrimonio ambientale unico.

 

Luca Barbuti Segreteria PRC Pisa

Fonte: PRC Pisa-Foto redazionali della Voce di bb
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




5/7/2011 - 13:41

AUTORE:
minimo

i gestori del parco di san rossore saranno ricordati per la mancata attuazione di tutte le previsioni di intervento previste dal piano cervellati
compensate (sostituite) da :il porto di marina di pisa ,abusivismo sulla riva sinistra d'arno ,il degrado dei bagni del litorale pisano

4/7/2011 - 19:56

AUTORE:
Napolitano Francesco

... l'abbiamo capita la manfrina dello "sviluppo sostenibile". Abbiamo capito quali sono gli imprenditori di riferimento di chi comanda qui. Abbiamo capito chi si prostra alle richieste delle grandi aziende. Perché non andate a vedere la storia della cartiera di Rigoli attraverso la lettura dei consigli comunali di SGT? Chi ha messo nei loro programmi riguardo alla cartiera che cosa ha fatto? Era meglio aprire un percorso sulla delocalizzazione della cartiera oppure tutto questo can can di Ikea. Quando qualcuno afferma che "il futuro è nel turismo ambientale e nello sviluppo locale,", perché non prova a scendere nel dettaglio della proposta?
Grazie "bb" per le belle foto, tra un po' d'anni le immagini non potranno essere così ampie, ma più ristrette perché ci sarà da scansare il cemento e l'asfalto!

2/7/2011 - 11:56

AUTORE:
Ultimo

........ nuovo "rinascimento", diverso dal vecchio ....... che ci ha regalato l'arte, il bello, la filosofia e ha fatto uscire l'Uomo dalle tenebre ideologiche del Medio Evo. ....... Dicevo ...... serve un "Rinascimento" al passo coi nostri tempi ......... che creda nella bellezza della natura, nel buon vivere, nell'essenziale ........ e faccia uscire l'Uomo dall'affannosa rincorsa al guadagno facile e troppo spesso sacrificando il bello ........ Molti anni fa Celentano aveva compreso quello che molti ancora non hanno capito. ........ "là dove c'era l'erba ora c'e una città.
Questa e' la storia
di uno di noi
anche lui nato per caso in via Gluck
in una casa fuori città
gente tranquilla che lavorava.
Là dove c'era l'erba ora c'e
una città
e quella casa in mezzo al verde ormai
dove sarà" ...... Ultimo.