none_o


Mi è capitato di leggere su FB un post di Massimo Cerri sulla situazione del lago di Massaciuccoli. Una specie di lettera del lago stesso che rievoca i bei tempi passati quando questo posto era zona di caccia, di pesca e di svago per tutti i vecchianesi. Altri post a commento confermano questa visione dell’abbandono di questo luogo ricordando, con una vena nostalgica, gli anni in cui non vi era nessun tipo di vincolo.

Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Bagno degli Americani
none_a
di Antonio Mazzeo, consigliere regionale
none_a
. . . è il corvo. Invece i citrulli che minimizzano .....
. . . l'uccellaccio del malagurio? corvo o condor?
. .....
Molti sindaci, a mio avviso previdenti, hanno impedito .....
. . . del mestiere sono stati tratti in inganno da .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
CULTURA E SPETTACOLO a cura di Giulia Baglini
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Appello di Frei Betto
none_a
Vicopisano
none_a
Tirrenia, Bagno degli Americani
none_a
Marina di Pisa, 14 agosto
none_a
Tirrenia, 14-15 agosto
none_a
Molina di Quosa, 14 agosto
none_a
Molina di Quosa, 14 agosto
none_a
GIOVEDI 13 AGOSTO LA SESTA TAPPA
none_a
Pontasserchio, 7-8-9 agosto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Nuova apertura


    Il Consiglio di Circolo Arci Migliarino è lieto di annunciare ai propri Soci la riapertura dei locali che avverrà il giorno 1 agosto con orario dalle ore 19 alla mezzanotte. Sabato e domenica compresi. L'orario potrà variare in caso di eventi. Informazioni su iniziative sulla pagina FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


Di Marlo Puccetti
none_a
#VecchianoSport #Calcio
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
FC FORNACETTE CASAROSA
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
VECCHIANO
Massimo Marianetti: Insieme per Vecchiano: “Piena soddisfazione per il progetto delle Serre”

6/7/2011 - 10:41


"Insieme per Vecchiano esprime piena soddisfazione per l'approvazione del progetto “le Serre” di Migliarino. La realizzazione di un Centro ippico, destinato all'allenamento dei cavalli da trotto, è in armonia con le vocazioni turistico ambientali del territorio e conferma una scelta forte della nostra collettività. La zona dell'intervento ha certamente una lunga storia alle spalle. Una storia legata alle attività industriali legate alla produzione del pinolo e più recentemente alle coltivazioni di piante ornamentali in serra. Attività che nel tempo hanno seguito gli alti e bassi del mercato, ma da anni sono cessate e ad oggi l'area risulta abbandonata. Per questo motivo vista la non economicità delle attività precedenti la proprietà ha trovato uno sbocco imprenditoriale nell'ippica, che porterà a una riqualificazione e rivalutazione della zona, dove  la presenza di attività ippiche è già ben presente. Non solo, ma con questo progetto si concretizza uno degli obbiettivi strategici del Piano di Gestione del Parco per quella zona. Siamo consapevoli del fatto che non è sufficiente definire positivo il progetto solo a partire dall'armonia con la vocazione con il territorio e con la scelta politica forte di creare attività legate al turismo e all'ambiente. E' necessario che il progetto sia fatto bene e sia ben integrato nel paesaggio e nell'ambiente circostante.  I numeri del progetto ci dicono fin da subito che saranno realizzati un decimo dei metri cubi oggi presenti nell'area. Si tratta di edifici e attività legati alla filiera del cavallo che porteranno ad un occupazione di circa 60 nuovi posti di lavoro. Il nostro si all'intervento parte proprio da questa considerazione, che l'intervento è congruo ed è ben integrato nell'ambiente, e dà concretezza ad una scelta politica forte in questa legislatura che è quella di cogliere le opportunità economiche e occupazionali che il nostro territorio rende possibile e di sviluppare fino in fondo le potenzialità che solo la presenza del Parco naturale può dare. In questa prospettiva non sono assolutamente comprensibili le posizioni di Tradizione e Futuro che di fronte a questa scelta che porta lavoro e occupazione si è astenuta, dimostrando tutta la sua inadeguatezza al governo del territorio e facendo sorgere una domanda: Tradizione e Futuro vuole davvero i posti di lavoro o vuole soltanto IKEA all’Ovaio?"

Massimo Marianetti, Capogruppo "Insieme per Vecchiano"

Fonte: Massimo Marianetti
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




9/7/2011 - 0:32

AUTORE:
Laura Barsotti

Nel comunicato del capogruppo Marianetti riscontro delle inesattezze e nella parte finale un'acredine nei confronti di Tradizione e Futuro che non intendo più tollerare.
La nostra lista civica ha dovuto subire in campagna elettorale denigrazioni continue, ma adesso che siete al governo del Comune continuate?
Ho motivato in sede di Consiglio Comunale la nostra astensione, facendo riferimento al Piano di Gestione del Parco per la corretta compilazione della convenzione per la realizzazione del centro ippico Le Serre. Il centro ippico si troverà infatti all'interno del Parco come altre realtà già presenti e vocate all'ippica.Tradizione e Futuro vuole davvero sviluppo e occupazione sul nostro territorio.
In merito all'inadeguatezza al governo del territorio poi,o non siete voi a GOVERNARE? siete voi che dovete dimostrare la vostra esperienza. La domanda che sorge è quindi : Insieme per vecchiano vuole realizzare quello che ha promesso in campagna elettorale o erano solo parole? Intanto la collaborazione con l'opposizione promessa da Lunardi non è stata ancora realizzata.

7/7/2011 - 18:31

AUTORE:
drugo

Contentarsi è una buona cosa... ma godere di stare sventrando il parco non è una buona cosa ,le speculazioni che approvate sventrano l'idea istitutiva del parco

7/7/2011 - 16:44

AUTORE:
Giancarlo P.

Caro Massimo, è con dispiacere che ti scrivo ma maggiore è il dispiacere di leggere questa precisazione amara che afferma che tutto il partito, il nostro partito, perché è quello a cui ho sempre fatto riferimento, è concorde con questa scelta. Una scelta passata non solo sotto silenzio ma nella più assoluta segretezza. Quando si ventilava questa possibilità nessuno ha mai risposto alle mie domande, nessuno aveva mai visto, nessuno ne sapeva niente. Non parlo come delegato o iscritto al partito ma solo come cittadino di Migliarino, tenuto completamente all’oscuro di tutto. Questo, mi dispiace dirlo, ma fa pensare male. Se poi si vuol propagandare questo intervento speculativo (io lo chiamo con il nome che a me pare più consono) come un intervento di riqualificazione di una zona degradata, come il futuro roseo del nostro comune, come la nuova opportunità di lavoro, insomma come un primo passo verso quello sviluppo turistico-ricettivo che tutti ci auspichiamo allora mi viene da pensare di avere sbagliato qualcosa. E se poi lo sommo alle stesse parole di elogio sentite per le deturpanti villette di Case di Marina e degli appartamenti delle Pratavecchie semplicemente in vendita ai privati allora questi cattivi pensieri diventano paura, paura che la nuova amministrazione segua purtroppo la strada della vecchia.
Io considero il futuro Centro Ippico come una grande perdita. Perdita di una bellissima strada, perdita di un territorio di valore, cedimento ad interessi particolari, negazione della democrazia partecipativa, presa in giro dei cittadini con peggioramento della qualità della loro vita che viene sempre messo in cima a tutte le premesse elettorali di tutti i partiti.
In più con questa realizzazione sembra tramontare il sogno del recupero della Mandria con la perdita di una vera grande opportunità di sviluppo. Per tutti stavolta e non solo per pochi.
Era già tutto scritto e si poteva fare ben poco, è vero. Tu comunque e gli altri consiglieri della precedente legislatura ne siete gli artefici e ve ne assumerete la responsabilità (o gli onori, a seconda del punti di vista naturalmente, io esprimo solo il mio) ma potevi evitare questa precisazione di tutto il partito che significa che tutti sono d’accordo ed il giudizio positivo è unanime.
Un segnale di una continuità che mi spaventa e mi fa riflettere.

6/7/2011 - 19:04

AUTORE:
uno di migliarino

voglio vedere a lavori finiti,quanti residenti lavoreranno in quel centro ippico,o saranno solamente stranieri sottopagati problema che sussiste nell'ippica.Mi auguro Sig. capogruppo Marianetti, che IPV riesta a realizzare i 1300 posti di lavoro per il bene comune,e vedrà che TeF sarà più contenta di lei.

6/7/2011 - 18:11

AUTORE:
CITTADINO

Caro Massimo Marianetti,
io ti faccio una domanda da cittadino, se Tradizione e Futuro, parla solo di Ikea, tu che ci guadagni dal progetto delle serre che sta all'interno del parco? Inoltre sembra che non rispetti neanche il piano di gestione, e sempre da fonti interne si viene a sapere che comunque, i posti di lavoro sono distribuiti già tra di voi.
Mi sa che và a finire come case marina, tutte chiacchere e un qualcosa dove ci potranno andare solo le persone che se lo possono permettere!

6/7/2011 - 18:04

AUTORE:
Osservatore di Migliarino

Carissimo Capogruppo di Insieme per Vecchiano,
lo scorso 30.06.2011 si è svolto il Consiglio Comunale che nell’O.d.G. citava al punto 7) ARTT. 6 – 19 E 40 DELLE NTA DEL PIANO DI GESTIONE DEL PARCO – APPROVAZIONE CONVENZIONE “LE SERRE”, ma il progetto era già stato approvato, così si legge nel comunicato stampa del Comune dalla Conferenza dei Servizi composta dagli Enti competenti: il Parco Migliarino-San Rossore-Massaciuccoli, il Comune di Vecchiano, la Soprintendenza per i Beni Culturali di Pisa, l’Autorità di Bacino del Fiume Serchio, il Consorzio di Bonifica Versilia-Massaciuccoli, l’Arpat di Pisa, la Usl n. 5 di Pisa.
Non è dato di sapere in quale data sia stato approvato ma è certo che la cittadinanza non ne ha saputo un bel nulla, che è meno di niente.
Il Consiglio è stato chiamato a ratificare un qualcosa mai visto e lo ha dovuto approvare in quanto il nostro attuale Sindaco è stato fino a ieri Presidente del Parco.
Quando scrive “conferma una scelta forte della nostra collettività.” Mi domando a quale collettività fa riferimento in quanto prima dell’approvazione i cittadini quindi la collettività non ha avuto né notizie né è stata invitata ad esprimere il proprio parere.
Sarebbe anche interessante sapere che quale è il significato della sua definizione di “scelta politica forte”.
Mi permetto di informarla che le attività che si sono svolte nelle serre, un tempo SB Talee, o nella mandria non rientrano nelle attività industriali, gli operai non avevano un contratto industriale ma quello dell’agricoltura.
Le domando quali sono gli elementi per valutare un progetto fatto bene e ben integrato nel paesaggio? Visti gli ultimi progetti che si sono concretizzati nelle aree limitrofe e interne al parco c’è molto da preoccuparsi sui criteri di valutazione dei progetti.
Impropriamente cita la Filiera del cavallo” che fa in primo luogo pensare alla filiera della carne di cavallo ma penso volesse riferirsi alla filiera ippica che sempre più spesso ha collegamenti con la ecomafia.
Cita le opportunità occupazionali, ben 60 posti di lavoro, ma forse non conosce questo mondo e non sa che gli operatori sono di provenienza estera e quindi le ricadute sul nostro territorio saranno praticamente nulle. L’aspetto più rilevante del progetto “Serre” sono i metri cubi: si riducono ad un quinto è si convertono in abitazioni. Questo progetto assomiglia alla valorizzazione, nel senso stretto di valore € o $ dipende dalla valuta scelta, di un terreno che non vale niente perché all’interno di una zona a vincolo ambientale ma che con un semplice escamotage diventa una miniera d’oro per la proprietà e per chi realizzerà l’opera.
Aggiungo inoltre che l’attività ippica non è rivolta ai cittadini normali, cioè a quelli che portano a casa uno stipendio e pagano le tasse, ma ad una elite di facoltosi e quindi anche dal punto di vista sociale nutro delle perplessità.
Voglio sottolineare inoltre che un tale intervento contribuirà a sconvolgere il nostro territorio e di nuovo ci verrà sottratta la possibilità di godere degli spazi, se vuole semplici, del Viale dei Pini.
Ho la netta sensazione che il suo riferimento all’inadeguatezza di T&F nella gestione del territorio sia strumentale, fatta esclusivamente per eludere le responsabilità di Insieme per Vecchiano in una gestione del progetto “Serre” a dir poco nebbiosa.
Sono felice per lei che esterna la sua soddisfazione per il progetto delle serre io invece sono molto preoccupato per la “leggerezza” con cui si affrontano i problemi e la superficialità con cui si trovano le soluzioni.
Saluti