none_o

Se la guerra si dovesse decidere in televisione probabilmente sarebbe una guerra infinita, stante le diverse e spesso divergenti opinioni. Su tutto, sulle cause, le strategie, le soluzioni. Ma ogni opinione è di per sé, per definizione, rispettabile, se non presa per interesse personale o strategia politica. Ognuno ha il diritto costituzionale di esprimere la sua evitando sempre di offendere gli altri.

La saluto affettuosamente senza improperi…non mi .....
. . . . . . . . . . . . . . . tu sia indottrinato .....
. . . . trovatene uno bono, ne hai immensamente bisogno. .....
Apprezzo l’impegno, ma il risultato è scarso, .....


Quando la poesia chiama bisogna rispondere.

(di Nadia Chiaverini)


Credo che nascondere o modificare il proprio corpo che invecchia, faccia parte di un agire - imparato - che non vuole farci accedere con agio alla saggezza dell'invecchiamento.


Quando ero bambina aspettavo con entusiasmo la seconda domenica di maggio perché era la festa della mamma e coincideva con quella del paese di Migliarino dove vivevo con la mia famiglia.

Giovanni Frullano eletto segretario all’unanimità
none_a
Sinistra Civica Ecologista–Sinistra Italiana–Europa Verde Verdi
none_a
L'opinione di LILLY CAMOLESE
none_a
dal web (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Teresa Bellanova, Senatrice della Repubblica Italiana
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
MIgliarino-Vecchiano calcio
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Sentirsi come zolla di terra appena arata e accogliere i semi portati dal vento per sperare sempre in nuove messi.
Ho apprezzato moltissimo che qualcuno abbia sentito il bisogno di far conoscere la scritta di un probabile spacciatore-tossicodipendente poeta presso la .....
CASCINA - PISA
La lista civica di Cascina vuole Ikea sul suo territorio

23/7/2011 - 9:02


CASCINA. Si riapre la partita dell’Ikea. E stavolta ad appoggiare il sindaco Alessio Antonelli che non ha mai nascosto la sua disponibilità ad ospitare il megastore svedese, anche SiAmo Cascina. Il gruppo consiliare presenterà lunedì in consiglio comunale una mozione favorevole al progetto.Nero su bianco, la minoranza si schiera a fianco della maggioranza per investire sul futuro.

 

«Il nostro territorio - spiega Michele Parrini - ha le carte in regola, le caratteristiche e le capacità, per accogliere il nuovo punto vendita. Dati i presupposti, vorremmo iniziare una stagione diversa. Vorremmo che, con un atto ufficiale e non con una dichiarazione verbale, l’amministrazione cascinese offrisse la sua candidatura». Dalle parole ai fatti, dunque. Per garantire qualcosa di concreto. Per aprire le porte al secondo negozio Ikea in Toscana, dopo quello di Sesto Fiorentino. E soprattutto per scommettere su tutto l’appetibile contorno di investimenti e numeri occupazionali. Perché la posta in gioco è davvero alta e SiAmo Cascina non dimentica di sottolinearla.

 
«Gli svedesi - si legge nella mozione - sostengono una prospettiva occupazionale di circa 800 unità, a fronte di una cifra media di addetti, negli altri centri esistenti, di 350- 400 unità tra part-time, tempo determinato e indeterminato». Che tradotto significa una boccata d’ossigeno contro la crisi economica. Ma, a quanto sembra, sul tavolo della multinazionale sono già arrivate almeno un paio di proposte con il timbro dell’ufficialità. C’è il Comune di Pisa, quello di Collesalvetti e una decina di amministrazioni, da Massa a Cascina appunto, che si dimostrano interessate.

 

 «Sono trascorsi 5 anni - scrivono ancora dalla lista civica - dal primo atto promozionale del progetto Ikea e ci ricordiamo i vari "no", "sì", "forse" che si sono succeduti. Un repertorio di dubbi che solo la politica è in grado di offrire. Ecco perché è arrivato il momento di essere chiari». In barba alle incertezze, SiAmo Cascina sposa "il negozio Ikea" e individua nella zona Ipercoop la culla idonea allo sviluppo della struttura. Anche perché l’ipotesi Migliarino-Vecchiano è data ormai come definitivamente caduta.

 

 «Questa proposta - continuano - prevedeva una trasformazione di dimensioni enormi coinvolgendo, tra le aree destinate agli insediamenti, parcheggi e viabilità, circa 400mila metri quadrati. Noi puntiamo invece a soluzioni più immediate e fattibili. Appoggiamo la realizzazione del centro vendita». Così l’Ikea, al di là dei soliti schieramenti politici, mette tutti d’accordo.«Diamo ufficialmente mandato al sindaco - conferma Parrini - di promuovere iniziative politiche e istituzionali finalizzate a favorire tale piano e di analizzare tempestivamente le proposte che Ikea vorrà eventualmente farci».

Fonte: Il Tirreno
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri