none_o


L'articolo di oggi non poteva non far riferimento alla festa del SS. Crocifisso che Pontasserchio si appresta a celebrare, il 28 aprile.Da quella ricorrenza è nata la Fiera del 28, che poi da diversi anni si è trasformata in Agrifiera, pronta ad essere inaugurata il 19 aprile per aprire i battenti sabato 20.La vicenda che viene narrata, con il riferimento al miracolo del SS. Crocifisso, riguarda la diatriba sorta tra parroci per il possesso di una campana alla fine del '700, originata dalla "dismissione" delle due vecchie chiese di Vecchializia. 

. . . quanto ad essere informato, sicuramente lo sono .....
Lei non è "abbastanzina informato" si informi chi .....
. . . è che Macron vuole Lagarde a capo della commissione .....
"250 giorni dall’apertura del Giubileo 2025: le .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Colori u n altra rosa
Una altra primavera
Per ringraziarti amore
Compagna di una vita
Un fiore dal Cielo

Aspetto ogni sera
I l tuo ritorno a casa
Per .....
Oggi è venuto a mancare all’affetto di tutti coloro che lo conoscevano Renato Moncini, disegnatore della Nasa , pittore e artista per passione. .....
TOSCANA
Aumenta il costo dei carburanti. Rossi: "un provvedimento temporaneo"

29/10/2011 - 16:56

TOSCANA - Aumenta il costo dei carburanti di cinque centesimi al litro per un anno. La decisione è stata presa dalla giunta regionale per finanziare gli interventi di ricostruzione della Lunigiana, colpita dall'alluvione. La proposta di legge, che è stata presentata dal presidente Enrico Rossi è stata inviata al consiglio regionale. Si prevede che i rincari scatteranno dal gennaio del 2012 e dovrebbero portare nelle casse regionali circa 50 milioni di euro.

"Abbiamo applicato una norma nazionale, quella del decreto Milleproroghe – ha precisato il presidente Rossi – che impone alle Regioni di stanziare risorse facendo ricorso alla leva fiscale per poter accedere al fondi della Protezione Civile (e quindi ai 25 milioni stanziati dal governo). Praticamente una scelta obbligata".

Nel comune di Aulla verrà istitutio un ufficio della protezione civile regionale in modo da seguire da vicino sia la fase dell'emergenza che quella della ricostruzione.

"Facciamo riferimento al senso di solidarietà dei toscani – ha aggiunto Rossi - ma prometto due cose ai cittadini: la temporaneità del provvedimento e il parallelo blocco dell’edificabilità sul territorio per valutare le situazione a rischio e stabilire le forme di messa in sicurezza".

Ha poi aggiunto il presidente: "andrà accelerata la riforma della legge 1, con l’obiettivo di aumentare i controlli specie sull’assetto idrogeologico. Dobbiamo dare un messaggio di grande rigore, non voglio più dover assistere ai pianti del giorno dopo per disgrazie evitabili".

Il presidente chiederà poi al governo la nomina a commissario straordinario; e seguendo il modello già sperimentato per gli eventi calamitosi di Cardoso, sarà istituito anche un ufficio di coordinamento che lavorerà d’intesa con tutti gli enti locali.

Lo Stato ha già deciso di stanziare 65 milioni complessivamente, di cui 25 dovrebbero andare alla Toscana.

"Si tratta di finanziamenti di primo intervento – ha detto il presidente -, i nostri uffici valutano in circa 80 milioni il complesso dei danni in Lunigiana. Per questo abbiamo deciso di aumentare le accise sui carburanti".

Secondo Rossi, tuttavia, anche questi soldi nom basteranno. Per mettere in sicurezza tutta la Toscana bisognerebbe spendere almeno cento milioni l'anno per quindici anni, con un investimento da suddividere tra Stato, Regione ed enti locali.

Bernardo Magli

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri