none_o

 «Terremoti di intensità analoga a quella registrata nel Mugello, tra i 4 e 5 gradi della scala Richter, sono abbastanza frequenti nel nostro territorio e se ne contano una ventina nell’arco di un anno lungo tutta la Penisola. Sono definiti leggeri. Se, purtroppo, si verificano dei danni è perché gli edifici non sono stati costruiti in modo adeguato»...

P.A. (sezione di Migliarino).
none_a
La forza della storia, la visione del futuro
none_a
A.S.B.U.C. di Migliarino
none_a
Piazza Garibaldi-Vecchiano
none_a
Delle persone come te mi piace l'entusiasmo, come .....
Mai dire mai.
Salvini, La Meloni, e Berlusconi .....
E chi lo vota sul Colle più alto di Roma ? Te ?
di Matteo Renzi: Sponsorizzato ⋅ Finanziato da .....
di Giuseppe Pierozzi
none_a
Racconto breve di: Giuseppe Pierozzi
none_a
RITROVATO A PISA L'ARON PIU' ANTICO DELLA TOSCANA
none_a
Libri ed altro.
none_a
I giorni della paura, 13 dicembre
none_a
Cascina
none_a
Pisa, 13 dicembre
none_a
Pisa, 7 dicembre
none_a
Pappiana, 13 dicembre
none_a
Pisa, 4 dicembre
none_a
Giovedì 5 dicembre alle ore 21.00
none_a
di Stelya Biagiotti
none_a
SECONDA CATEGORIA.
none_a
Il CONI nazionale conferisce
none_a
Il punto di vista di Marlo Puccetti
none_a
Polisportiva Sangiulianese
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
Alla cassa di un supermercato una signora anziana sceglie un sacchetto di plastica per metterci i suoi acquisti.
La cassiera le rimprovera di non adeguarsi .....
SAN GIULIANO TERME
Andrea Vento:
No al depotenziamento del distretto Asl di San Giuliano

14/11/2011 - 18:26

 
Alla stampa ed alle emittenti televisive locali

No al depotenziamento del distretto Asl di San Giuliano


“Il presidio distrettuale Asl di San Giuliano Terme é l’ultimo rimasto attivo sul territorio comunale dopo la chiusura di quello di Mezzana e il ridimensionamento di quello di Pontasserchio alla sola funzione socio-assistenziale,

peraltro in procinto di prossima chiusura (pro trasformazione in caserma dei Carabinieri, con  la conseguente disaggregazione del gruppo degli assistenti sociali, che verranno probabilmente dirottati sui presidi limitrofi). Inoltre il presidio di San Giuliano Terme, nel corso degli ultimi 2 anni, ha subito  una pesante contrazione delle prestazioni ambulatoriali specialistiche.  In dettaglio sono stati smantellati  i servizi ambulatoriali di: senologia, chirurgia, dermatologia e urologia, mentre la cardiologia si riduce da 3 a 2 date settimanali. Negli ultimi anni anche l'organico degli infermieri è stato praticamente dimezzato, tant'è che le 4 infermiere ad oggi operanti, pur impegnandosi con dedizione e professionalità, incontrano un’oggettiva difficoltà a far fronte a tutte le necessità che gravano sul distretto. La già critica situazione è stata ulteriormente aggravata dalla decisione di ridurre, dal 2  novembre scorso, l'apertura degli sportelli del Cup al pubblico a soli 3 giorni la settimana (lunedi, mercoledì e venerdì) creando pesanti disservizi e lunghe attese ai cittadini che si sono recati in questi giorni al distretto del capoluogo per usufruire delle prestazioni, per la prenotazione di servizi medici o per semplici questioni amministrative.

Il depotenziamento della struttura è un grave attacco al diritto alla salute dei cittadini sangiulianesi e, in particolar modo, delle fasce sociali più deboli e degli anziani che sono costretti a rivolgersi alle strutture ospedaliere di Pisa o ad altri distretti Asl, con problemi di spostamento non indifferenti soprattutto per i non automuniti. Questa problematica va a sommarsi alla riduzione delle corse degli autobus che collegano il nostro comune a Pisa e alla mancanza di autolinee dirette con l'ospedale di Cisanello.

Rifondazione Comunista – afferma il segretario del Circolo di Rifondazione Comunista Andrea Vento- condanna la politica di riduzione dell'offerta territoriale di salute tramite la penalizzazione dei distretti Socio-Sanitari e sollecita l'Amministrazione Comunale ad operare, nei confronti dell’ASL 5 e della Società della Salute, affinché nel territorio sangiulianese torni ad essere garantito, in modo adeguato, il diritto alla prevenzione ed all’assistenza socio-sanitaria.”
 


                     Il  segretario del Circolo di Rifondazione Comunista di San Giuliano Terme
          Andrea Vento
 
San Giuliano Terme 14 Novembre 2011

 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: