none_o


Una vicenda tutta personale viene descritta in questo nuovo articolo di Franco Gabbani, una storia che ci offre un preciso quadro sulla leva per l'esercito di Napoleone, in grado di "vincere al solo apparire", ma che descrive anche le situazioni sociali del tempo e le scorciatoie per evitare ai rampolli di famiglie facoltose il grandissimo rischio di partire per la guerra, una delle tante. 

La carriera politica personale dell’Onorevole Mazzeo .....
Bonaccini ha dato le dimissioni da presidente della .....
. . . c'è più religione ( si esce un'ora prima). .....
. . . uno sul web, ora, che vaneggia che la sua .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Mauro Pallini-Scuola Etica Leonardo: la cultura della sostenibilità
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
APOCALISSE NOKIA di Antonio Campo
none_a
Il mare
con le sue fluttuazioni e il suo andirivieni
è una parvenza della vita
Un'arte fatta di arrivi di partenze
di ritorni di assenze
di presenze
Uno .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
SAN GIULIANO TERME
Riccardo Maini: La colpa è una bella bambina che non vuole nessuno.

28/1/2012 - 9:24




  La colpa è una bella bambina che non vuole nessuno.

 

Il non rispetto del Patto di Stabilità non trova né padri né madri, a San Giuliano, che vogliano assumersi la responsabilità di quanto avvenuto.

Il sindaco attribuisce l'accaduto alle manovre del ex presidente del consiglio Berlusconi prima, di Monti ora, allo spread, ai mercati immobiliari, alle operazioni di lease-back non più convenienti, al vento e alla pioggia.

Nessuna colpa si deve attribuire a questa amministrazione per la palese incapacità di gestire una situazione sicuramente grave e difficile, ma non impossibile.

 Il comune di San Giuliano Terme, è bene ricordarlo, è l'unico nella provincia di Pisa a non essere stato capace di rispettare gli impegni presi.Eppure le cause della disfatta sono chiare : la gestione presuntuosa che questa Giunta di sinistra ha voluto attuare del patrimonio pubblico contro il parere negativo che unanimemente , tutte le opposizioni, hanno responsabilmente dato.Il progetto fallimentare sul termalismo, quello sul turismo e sport, le scelte scellerate sulla Tabaccaia per la sistemazione della Fondazione Cerratelli, la decisione incomprensibile della vendita delle farmacie, la svendita di alcuni immobili, la gestione disastrosa di GESTE, costituiscono la lunga scia di sconfitte.

Il PSI e l'IDV corresponsabili di questa situazione in quanto partiti di governo, sembrano rendersi conto solo ora del danno che hanno contribuito a fare e provano a prenderne le distanza con comportamenti e dichiarazioni molto discutibili, che non fanno altro che evidenziare quanto poca sia la considerazione che il PD ha di loro.Ma a pagare saranno solo ed esclusivamente i cittadini di San Giuliano.E' determinante far capire loro chiaramente quanto grave sia il danno che subiranno per colpa di questa amministrazione.

Tre grossi salassi cadranno tra breve sulle loro teste, il primo causato dal programma “Salva Italia” del Prof. Monti (IMU, benzina, assicurazioni etc.), il secondo causato dall'uscita dal Patto di stabilità che tra le varie penalizzazioni prevede la riduzione del 3% dei trasferimenti statali al comune che dovranno essere trovati nelle tasche dei sangiulianesi, il terzo, forse il più cospicuo, riguarda le tasse e i balzelli locali che l'amministrazione comunale si propone di varare per far fronte al bilancio 2012. Si parla dell'aumento dell'Irpef, dei diritti di segreteria, della tassa sui passi carrabili, del canone annuo sulle lampade votive, una non improbabile tassa di soggiorno e chi più ne ha più ne metta.

Quello che colpisce e preoccupa è dover costatare la rassegnazione, ma ancor peggio l'indifferenza e il silenzio della gente nei confronti dei politici che governano il comune.Il Partito Democratico ha anestetizzato tutto e tutti, ha inoculato la convinzione che ciò che è accaduto è un evento calamitoso che non poteva essere gestito meglio di come è stato fatto e questa è l'unica verità che si deve accettare.La colpa rimane sempre una bella bambina ma che non vuole nessuno. 

 

Cons. Riccardo Maini

 

nb,

 Vorrei informarvi che non faccio più parte della Lista Cittadini e Territorio dalla quale mi sono dimesso. Sono ora solo  un   consigliere indipendente di opposizione. Un cordiale saluto Riccardo Maini  

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri