none_o

Ho assistito ad una interessante conversazione riguardo al problema della manifestazione novax del 20 giugno scorso. Qualche offesa è passata, qualche frase di troppo a mio giudizio è scappata ma certo è difficile esimersi dal classificare e definire una tale sconsiderata presa di posizione. L’articolo di giornale che riporta il fatto va giù duro e titola “La vittoria degli imbecilli: il 41% degli italiani non vuole vaccinarsi contro il Covid 19”.

Landini sono circa 10 anni che lo propone, sul modello .....
. . . come da proposta renziana:
l'elezione di un .....
. . . . . con i suoi riferimenti verso Berlinguer .....
Sono stati fatti tanti studi e molti convegni sulle .....
Bruno Pollacci
Direttore dell'Accademia d'Arte di Pisa
none_a
Di Guido Solvestri
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso..
di Valdo Mori
none_a
Convention Bureau di Firenze
none_a
Molina di Quosa, 11 luglio
none_a
Tirrenia, 12 luglio
none_a
Maigret sulle Mura
none_a
Tirrenia
none_a
Pisa, 9 luglio
none_a
Pontasserchio, 10 luglio
none_a
Molina di Quosa, 11 luglio
none_a
  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


  • Circolo ARCI MIgliarino

      Chiusura del Circolo

    Il Circolo ARCI Migliarino comunica ai propri soci che il bar resterà chiuso dalla data odierna (10.3) fino al 3 di aprile 2020. La riapertura sarà condizionata dalle disposizioni successive riguardo alla diffusione della malattia in ambito nazionale.


FC FORNACETTE CASAROSA
none_a
Dai monti al mare
none_a
camp estivi
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
PISA
PRC Pisa: Sosteniamo la "Giornata europea per le domeniche libere dal lavoro"

2/3/2012 - 8:04

PRC Pisa: Sosteniamo la "Giornata europea per le domeniche libere dal lavoro", evitiamo acquisti il 4 marzo.


È l’invito che la federazione pisana di Rifondazione Comunista fa a sostegno della “Giornata europea per le domeniche libere dal lavoro”.
In nome dei dettami europei per la libera concorrenza il Governo Monti ha introdotto una norma, per noi inaccettabile, che liberalizza gli orari e le aperture festive dei negozi.
Le attività commerciali possono stare sempre aperte, in barba alle esigenze dei dipendenti della grande distribuzione, dei piccoli commercianti e dei clienti.
Nonostante l’aumento delle persone che a stento arrivano a fine mese, il Governo ci propina la possibilità di acquisti anche nei giorni festivi, con l’intento di rilanciare le produzioni attraverso l’aumento dei consumi.
Si svuotano così i portafogli e non si mettono in campo azioni che rilancino la produttività delle nostre aziende, che si indeboliscono sempre di più affannando per la difficoltà di accesso al credito e per la competitività con articoli di importazione, prodotti senza nessuna tutela sindacale, che le costringono a ribassi eccessivi.
Le aziende chiudono, i disoccupati aumentano, il potere di acquisto diminuisce, e si può pensare che liberalizzando le aperture dei negozi si possano rilanciare i consumi?
Se abbiamo solo 10 euro e li spendiamo di domenica non li potremo spendere certo il lunedì.
Che qualità di vita garantiscono queste scelte governative alle famiglie dei lavoratori del commercio, e ai precari che sostituiranno i lavoratori licenziati? Nonostante il governo Monti si giustifichi dicendo di aver recepito la normativa europea, l'Italia era comunque già il paese con le ore più lavorate in questo settore (Berlino qui; Francia qui; Spagna qui, Inghilterra qui) e con un tasso di precairtà elevatissimo, pertanto le occasioni per spendere i soldi, quei pochi che abbiamo, erano più che sufficenti senza andare a ledere ancor di più i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori e a costringere i negozianti di vicinato a passare le poche ore libere nei propri negozi, per cercare di mitigare la sproporzionata conconrrenza della grande distribuzione.
Non potremo essere ciò che consumiamo, ma solo quello che produrremo; per questo Rifondazione Comunista sostiene le rivendicazione dei sindacati delle associazioni ed invita gli Enti Locali a sostenere queste battaglie delle lavoratrici e dei lavoratori del commercio, affinché la loro vertenza raggiunga l'obbiettivo della cancellazione delle norma “24/365” e invita tutta la cittadinanza alla solidarietà evitando di fare acquisti il 4 marzo.

Segreteria PRC Pisa

Venerdi 2 marzo 2012Partito della Rifondazione Comunista -Sinistra Europea Federazione di Pisa. Via Battichiodi 6, 56127. PISA Tel.050/9711526 Fax 050/3136119 cell 3388855704 e-mail info@rifondazionepisa.it www.rifondazionepisa.it

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: