none_o


Reparto di Oncologia dell’ospedale di Pisa. Davanti all’edificio molti persone in attesa perché l’ingresso è riservato ai soli pazienti oncologici. Ero fortunatamente un accompagnatore e sono rimasto educatamente fuori come tutti gli altri. Devo dire che eravamo tutti con la mascherina, non so se per paura del contagio o per rispetto degli altri ma la situazione era appagante, come quando si vede il rispetto delle regole da parte di tutti i cittadini.

. . . giorni sta prendendo dei punti la Raggi. . . .....
. . . . . . . . . . . . . . . . l'ha capito? La DaD .....
. . . . . . . . . . . . è iniziata i primi giorni .....
. . . la ragione non sta mai da una sola parte ed aggiungo .....
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
San Giuliano Terme, 23 ottobre
none_a
Marina di Pisa, 24 ottobre
none_a
Molina di Quosa, 25 ottobre
none_a
Teatro Nuovo Pisa
none_a
San Giuliano Terme, 25 ottobre
none_a
Marina di Pisa, 17 ottobre
none_a
Sabato 17 ottobre al Grand Hotel Duomo
none_a
SAn Giuliano Terme, 18 ottobre
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      BURRACO!

    Proseguono le attività del Circolo cercando di rispettare tutte le misure anti-Covid. Da venerdi 21 riprendono i tornei di Burraco con una serie di importanti misure di sicurezza tra cui la prenotazione obbligatoria per l'assegnazione del tavolo, norme severe per divertirsi in sicurezza.

    Tutte le notizie sulle attività sul sito FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


di Marlo Puccetti
none_a
la ZONE di Pisa
none_a
CSI – Centro Sportivo Italiano-
none_a
Coppa Toscana Juniores sotto la Torre
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Se non si capiva niente prima, come pretendere che si capisca qualcosa oggi?

Qualcuno dice che non intende usare i 40 miliardi del MES, perché in .....
SAN GIULIANO TERME
Italia Dei Valori di SGT-Documento su bilancio di previsione 2012-2014

1/4/2012 - 19:43

 Siamo arrivati al momento della approvazione del bilancio. Noi di Italia dei Valori, riteniamo che sin dai nostri  primi comunicati abbiamo fatto una lucida analisi della situazione finanziaria ed economica del nostro Comune.

Nel momento in cui è stata esplicitata la gravità dei conti, abbiamo provveduto ad andare ad analizzare tutti i dati disponibili a partire dagli anni addietro. Sia chiaro che le numerose finanziarie che si sono succedute in questi ultimi anni hanno fortemente compromesso gli equilibri di bilancio, ma abbiamo anche potuto verificare che da oltre un decennio il trend dell’indebitamento era significativo e in salita. Segno che si erano accumulati appesantimenti già dalle precedenti amministrazioni.  Erano state messe in atto politiche e scelte già allora non propriamente sostenibili. All’inizio di questa legislatura il monte dei mutui superava i 35 milioni di euro.
 
Si sarebbero dovute mettere in atto politiche più parsimoniose con la scelta di ancor più limitati interventi. La situazione che si prospetta almeno nella sua durezza è chiara e si riverbererà non solo sulle politiche comunali ma anche sui nostri cittadini. Peraltro non avremmo potuto chiedere sacrifici alla gente se prima non fossimo riusciti a legare su basi di stabilità il bilancio. Quindi siamo fautori del nuovo bilancio triennale che è impostato su politiche che attuano un pieno pareggio tra entrate correnti ed uscite correnti. Abbiamo ben presenti i sacrifici che ogni famiglia sarà chiamata a fare dalla finanziaria: IMU, IRPEF, Accise sui carburanti, inflazione generalizzata. Tutto ciò va a costituire una serie di passi indietro che non ci aspettavamo. Alcuni malvolentieri li potranno anche fare, ma molte altre famiglie sono già ora sulla soglia di povertà. E’ per questo motivo che è stata posta particolare attenzione per salvaguardare i redditi più bassi dall’IRPEF, è per questo motivo che non sono stati ridotti gli stanziamenti sul sociale. Sono questi i motivi per i quali chiamiamo tutta la maggioranza e i soggetti preposti nelle istituzioni a far propria non solo la cultura del bilancio, ma anche quella della gestione della cassa, coniugate con le politiche sociali ad esse connesse.  Proprio perché i flussi di cassa dell'ente pubblico hanno dinamiche molto particolari, dovranno essere monitorati con attenzione ed accuratezza al fine di pianificare sul certo. Il fine di tutto ciò è riuscire ad essere incisivi nelle azioni di pagamento dei fornitori e di tutte quelle partite utili all'attività del Comune. Riteniamo che anche questo sia un modo per tutelare il lavoro ed i lavoratori. Siamo andati a riguardare le filiere di tutte le attività e i servizi erogati dal comune nell’intento di ottimizzarli al massimo. E’ stato chiesto un grande sforzo a tutto l’apparato del comune per presidiare tutte le fasi strategiche finalizzate al consolidamento del bilancio. Dobbiamo e vogliamo portare i conti del comune ad un buon equilibrio per fine legislatura.
 
Nessuna distrazione o debolezza nei confronti di ciò che non sia ritenuto strettamente indispensabile. Con l’aiuto e la compartecipazione di tutta la maggioranza, dei cittadini e delle aziende del territorio potremo conseguire questi risultati.
Va cambiato il modo di far politica e di governare, è necessario un concorso di idee cui Italia dei valori chiama tutti i cittadini e al quale non si sottrarrà. Anche tutte le altre forze politiche dovranno adeguarsi abbandonando vecchie tradizioni o modus operandi. Non vogliamo più trovarci di fronte alla attuale situazione. Le crisi non vanno negate, non possono essere solo subite, ma individuate per tempo e da queste si deve uscire con  interventi concreti e tesi a salvaguardare le famiglie e il lavoro.  
In una fase così difficile ci sentiamo chiamati ad essere sentinelle democratiche, non accetteremo mezze misure nell'attuazione di politiche a tutela del bilancio comunale, dei cittadini e del territorio. Non tollereremo atteggiamenti dissipatori e non oculati. Peraltro non stiamo dichiarando la resa dei confronti di questa crisi globale, vogliamo renderci attivi nel proporre idee che consentano di realizzare modelli sociali consapevoli, giusti, ed in linea con i valori che tutti i giorni cerchiamo di testimoniare.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




5/4/2012 - 9:39

AUTORE:
Cittadino di sgt

Siamo stanchi di pagare per le nefandezze altrui !!
In questi ultimi mesi, il COMUNE DI SAN GIULIANO TERME ha operato manovre economico-finanziarie-sociali le più disparate per salvare il "BUCO DI BILANCIO" ... e si sente vociferare, già da tempo , che i Sangiulianesi, si vedranno diminuire il portafoglio.
Sarebbe bene e giusto cominciare a diminuire il portafogli degli strapagati top manager, direttori generali,e in particolare dei segretari comunali che tengono il piede in più comuni ... e non si comprende come possano svolgere al meglio le loro mansioni !! e non prelevare soldi dalla stragrande maggioranza di dipendenti che, dopo tanti anni di lavoro -tanto per fare un esempio, beccano 1.300,00-1.500,00 euro netti mensili !!
Certo, anche questi sono pur sempre dei privilegiati rispetto a chi il lavoro non ce l'ha, ma arrivare alla fine del mese è un quotidiano rinunciare a tante piccole cose che mina, a lungo andare, la dignità umana.
Poi, che dire di quegli amministratori comunali, provinciali e regionali che scialacquano il denaro pubblico in mille consulenze clientelari semplicemente inutili oppure dei consiglieri regionali che lavorano così tanto da essere sempre grondanti oppure dei super pagati dirigenti dello Stato centrale.
Da vari studi è emerso che enti territoriali, università e aziende sanitarie hanno disperso oltre un miliardo e mezzo di euro in incarichi inutili, figure professionali esterne spesso doppioni rispetto ai già abbondanti dipendenti statali.
Dalla Corte dei Conti emerge che ogni anno Regioni, Province, Comuni spendono miliardi di euro in consulenze pubbliche , in carburante, in migliaia di incarichi più o meno inutili e più o meno bizzarri e figure professionali esterne diventano doppioni rispetto ai già abbondanti dipendenti statali.
I nostri enti pubblici preferiscono assegnare le consulenze a persone esterne all’amministrazione.
I consiglieri regionali lavorano da 4 a 18 giorni e guadagnato fino a 60 mila euro lordi.
La morale? Se il nuovo articolo 18 fosse applicato a questi politici, molti di loro sarebbero da licenziare
Allora, di fronte a tanta scempiaggine non dobbiamo abbandonarci al torpore mentale sentendo quotidianamente dai mass-media tali notizie perché ciò NON E' NORMALE !!
L'indifferenza è il substrato da dove prolifera ogni tipo di virus che può intaccare la parte sana della società civile. Ed è ora di finirla di essere indifferenti, sempre e comunque.
Quindi, dobbiamo tenere alta la testa, non aver paura di indignarci e che gli onesti (che sono ancora la maggioranza, per fortuna) non abbiano il timore di gridare a questi amministratori, per il bene di San Giuliano Terme e dell'Italia e degli Italiani:
ANDATEVENE A CASA !!

3/4/2012 - 18:00

AUTORE:
Magilla

Non hanno atteggiamenti ambigui? E come lo chiami l'atteggiamento di chi dichiara sbagliate le scelte che anche lui ha votato? Una crisi di coscienza scaturita dal fatto che si sono finalmente resi conto di aver finora ragionato con la testa degli altri? Se così fosse sono assolti, ma che allora ammettano pubblicamente i loro errori, invece di indicare agli altri qual'è la giusta via da seguire!

3/4/2012 - 13:25

AUTORE:
Zippo

Mi pare che stiano mettendo in chiaro dove ci sono stati problemi e dove vogliono lavorare... Almeno loro non hanno atteggiamenti ambigui come altre forze politiche. Certo ciò che dicono non sarà semplice da portare avanti, sono curioso di vedere i risultati

3/4/2012 - 9:41

AUTORE:
CITTADINO EX IDV

Chiedete sacrifici ?
ma con quale diritto ? chi credete di essere il Monti della situazione?
Vi riricordo che Voi siete in Giunta nel 2009 e voi avete votato di comprare la sede della Cerratelli, voi avete votato di finanziare la Cerratelli, Voi avete votato di pagare 80.000 euro di affitto alla cerratelli,voi avete votato di ristrutturare la cerratelli.
Voi avete votato l'assunzione dei nuoi dirigenti oltre all'assunzione di nuoviaddetti giornalisti.
Voi avete permesso tutte le feste inutili.
Voi avete votato di svendere gli immobili di proprietà del comune.
Voi avete votato di dare il Cimitero di Metato alla Pubblica Assistenza.
Voi avete votato di aumentare le tariffe cimiteriali per la sepoltur adeguandole .
Voi avete votato di aumentare i Diritti Comunali e gli oneri di urbanizzazione.
E ORA CI CHIEDETE SACRIFICI ?
Spiegateci perchè volete vedere le Farmacie e quidi fare chiudere Geste ?

2/4/2012 - 21:32

AUTORE:
tonino

e brava l'idv, sta davvero portando avanti con coraggio il mandato dei suoi lettori...certo se ci fosse di pietro in zona non so se sarebbe proprio contento della trasparenza di certe scelte...tutte nell'interesse dei cittadini e non di quei cattivoni della casta come invece succede a roma...

2/4/2012 - 21:24

AUTORE:
Alieno

Datti pace

2/4/2012 - 21:18

AUTORE:
Napolitano Francesco

Tanto per essere chiari, sono uscito da IDV proprio perchè non condividevo più l'essere in maggioranza o, per meglio dire in sudditanza. L'essere propositivi lo si può fare anche da fuori la maggioranza, schermare di fioretto dall'interno non è servito e quindi è inutile.

2/4/2012 - 18:26

AUTORE:
minimo

chiudere la cerrettelli e superare geste
o decidete queste cose ora
o l'anno prossimo non rientrerete nel patto di stabilità

2/4/2012 - 18:00

AUTORE:
montunos

Si, proprio così, alla fine pagheranno i cittadini le scelte scellerate delle amministrazioni che hanno guidato il comune di Sgt. Si chiederanno Imu e Irpef su livelli elevati per tappare il buco fatto colpevolmente da questi amministratori. E' un'ingiustizia bella e buona che noi cittadini dovremo sopportare. E non si tirino in ballo la situazione economica, il governo e le manovre finanziarie. In altri comuni adiacenti non si sono verificati problemi di bilancio di questa entità. Qui ci sono dei responsabili con nomi e cognomi che dovrebbero dimettersi e andare a casa per manifesta incapacità.

2/4/2012 - 13:59

AUTORE:
Riccardo Maini

L'IDV con questo comunicato credo voglia informare pubblicamente i cittadini di San Giuliano su quanto sta per avvenire in consiglio comunale con l'approvazione del bilancio di previsione 2012 e sul triste futuro che si dovrà affrontare. Di fronte ad un simile documento rimane difficile non fare qualche commento anche se potranno essere non condivisibili.
L'affermazione che immediatamente mi ha colpito è stata quella che "all'inizio di questa legislatura (2009) il monte dei mutui superava i 35 milioni di euro" "Si sarebbero dovute mettere in atto politiche più parsimoniose con la scelta di ancor più limitati interventi".
Bravi, ma dal 2009 ad oggi mi dite una sola azione fatta dall'IDV per limitare i danni ?. Avete vissuto all'ombra del PD condividendo il tutto e il più di tutto ed oggi venite fuori con dichiarazioni che fanno sorridere "nessuna distrazione o debolezza nei confronti di ciò che non sia ritenuto strettamente necessario".Il bilancio che andrete ad approvare è un altro errore grave che state commettendo nei confronti dei vostri elettori e di tutti i sangiulianesi. State accettando senza proferire parola, la vendita delle farmacie, l'IMU al massimo consentito, l'addizionale IRPEF dallo 0,50 al 0,80, la vendita di altri immobili pubblici, la situazione drammatica di GESTE che state avvalorando senza un programma serio di difesa. Nonostante qualche sterile critica alla Società della Salute che avete fatto anche su questo blog votate ancora un impegno di quasi un milione e quattrocento mila euro il cui ritorno sul territorio è minimo. Non proferite parola sulla Cerratelli, operazione che porta anche la vostra firma, ma la cosa che caratterizza il Comune di San Giuliano è la perfetta sincronia di vedute che esiste tra PD e IDV, quando a livello nazionale il partito che maggiormente contesta e si oppo ne a Bersani è proprio l'IDV.
Mi auguro che questa vostra politica vi porti i risultati che meritate. Come sempre un cordiale saluto

2/4/2012 - 12:40

AUTORE:
Osservatore 1

...ricordo che: La Lega fece cadere il primo governo Berlusconi dopo 8 mesi; che Bertinotti fece altrettanto un paio di volte con Prodi e Di Pietro se era stato a fare il contadino fin'ora l'Italia non se ne sarebbe accorta minimamente; per mettere tasse o toglierle bisogna avere un certo peso.
salute

2/4/2012 - 12:18

AUTORE:
Napolitano Francesco

Non mi sembra che gli altri della maggioranza largheggiano con proposte circostanziate. Il PD propone e porterà avanti più tasse: alla grazia della grande capacità amministrativa! Già, la colpa, lo sappiamo, è di altri!

2/4/2012 - 8:56

AUTORE:
Osservatore 1

...ed il Di Pietro si dimette troppo spesso, le sue responsabilità sono dipese quasi sempre dal caso.
Se la moglie del Chiesa quella mattina li ci trovava in Procura il titolare invece del Sostituto Procuratore, non dico che l'Italia era un'altra ma ora non sentivamo la mancanza dell'IDV che non serve a niente.
Sono rimasto meravigliato dell'ordine di scuderia "imposto" ad un signore come Donadi; ogni volta che appare in Tv ripete la litania uguale a SEL, la Lega ed altre figure minori.
Secondo loro il governo Monti è una boiata ma il come superarlo con proposte concrete a ragione Magilla; non ne fanno per non pagare pegno, ed il primo che pagò salato "il pegno" fu Enrico Berlinguer con la sua propopsta di austerità ed i "comunisti annacquatoio" se ne andarono per non prendersi "pegno ed impegno" di governo della Nazione Italia e così ci siamo ciucciati 18 anni di promesse berlusconiane ed i poveri (insieme ai brontoloni di sempre)sono aumentati a dismisura.

Tirem innanzi e menomale Monti e la Fornero ci sono (con tutti i loro limiti umani)'nsennò eravamo già nelle mani di PierSilvio e Marina B. e sapete perchè? semplice: o si governa o si è governati!
bona

2/4/2012 - 0:52

AUTORE:
Magilla

Dopo aver fatto il mutuo per la casa, il prestito per l'acquisto dell'auto e tanti piccoli prestiti per l'acquisto della televisione ultrapiatta, del computer, del telefonino e del frigorifero, ci siamo finalmente accorti che ci mancano i soldi per il dentista o per comprarci un paio di scarpe. Allora facciamo una riunione di famiglia e cominciamo a discutere dove si può risparmiare: meno luci accese, meno riscaldamento e più maglioni, niente bagno nella vasca ma docce veloci, messaggini invece che lunghe e costose telefonate, petti di pollo invece che fettine, acqua del rubinetto anzichè minerale, etc. etc. etc.
Cari amici IDV, nel vostro intervento avete detto che siamo pieni di debiti e che non ci si può più permettere la vita di prima, qualche proposta su come fare non dispiacerebbe, grazie.