none_o

La storia degli Usi Civici è lontana nel tempo, quando chi non era nobile o faceva parte della grande famiglia ecclesiastica doveva lottare ogni giorno per sopravvivere alla povertà. Poter sfruttare una parte della altrui proprietà per piccole attività come quella di caccia, di raccogliere legna o erba rappresentava un diritto importante per quelle comunità che è arrivato, con alterne vicende, fino ai giorni nostri. I tempi sono cambiati e anche le problematiche.
Una piccola storia può essere utile per capire.

Mi sono commossa leggendo che presto la Via dei Molini .....
Ora nel lago c'è anche l'azolla caroliniana. . . ! .....
Spett. / le Redazione,

torno a contattarvi per .....
In Francia e Inghilterra la circolazione di coltelli, .....
Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


MEGLIO UN GLAP OGGI CHE UN GLU GLU DOMANI

Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


CREDO NEGLI ESSERI UMANI

Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


Comunità di relazioni, giustizia, solidarietà sociale e sostenibilità

il "Pontile 102"
none_a
"Dante, una terzina per volta"
di Stefano Benedetti
none_a
Parte l'estate di Molina mon amour
none_a
Villa di Corliano, 29 giugno
none_a
San Giuliano Terme, 27 giugno
none_a
S'inarca la notte
remota sopra i nostri pensieri
di stelle cosparsi.
Fuliggine d'astri e millenni ;si posa
sul dorso di lucciole ignare
che vagano .....
caro baffuto baffino ricorda che la fantasia se sfocia in diffamazione e calunnia quello e reato e non pregare la Santa Vergine a Roma davanti alla porta .....
VECCHIANO
Tradizione e Futuro interviene sull'ordine del giorno "costi della politica"

7/4/2012 - 19:51

 
Approvato a maggioranza l’Ordine del Giorno sui “costi della politica” che non rispecchia l’intero Consiglio Comunale
Ci sono voluti più di quattro mesi alla lista di maggioranza “Insieme per Vecchiano” per portare all’approvazione in Consiglio un ordine del giorno prolisso, che si dilunga su premesse ovvie, ma che non impegna il Comune di Vecchiano a dare l’esempio. Tra l’altro l’ordine del giorno di Insieme per Vecchiano omette di dire che sono state già presentate proposte di legge in Parlamento lo scorso settembre per l’abolizione del vitalizio, alle quali il PD ha votato contro. E’ bene precisare che Tradizione e Futuro ha smosso le acque a Vecchiano nel novembre 2011 presentando mozione sull’argomento, altrimenti chissà se questo argomento sarebbe mai stato portato in discussione nel Consiglio Comunale di Vecchiano. Nella nostra mozione, è vero, si partiva da principi generali, condivisi anche dagli Ordini del giorno presentati successivamente dalle altre due liste e cioè che il grosso dei “costi della politica” riguarda organi come il Parlamento e i Consigli Regionali ed è lì che è urgente intervenire, ma si chiedeva anche al Comune di Vecchiano di dare l’esempio rendendo pubblici i compensi della Giunta e dando la disponibilità ad una loro riduzione; la mozione recitava testualmente “E visto che la trasparenza è il primo passo per cambiare le cose, renda intanto pubblici i compensi della Giunta con pubblicazione degli importi percepiti mensilmente sul sito del Comune di Vecchiano e dia la disponibilità ad una loro riduzione.” Quindi pubblicando tali dati la maggioranza ha risposto alla prima parte dell’esplicita richiesta di Tradizione e Futuro. Ha risposto in maniera negativa però alla seconda parte, cioè a quella sulla disponibilità ad una loro riduzione, che potrebbe essere raggiunta sia con una diminuzione del compenso sia con una diminuzione del numero degli Assessori. Anzi! Questa richiesta è quella che principalmente, oltre alle su esposte imprecisioni e lungaggini presenti nell’ordine del giorno di Insieme per Vecchiano,  ha impedito la presentazione in Consiglio di un ordine del giorno condiviso. Tradizione e Futuro mira alla concretezza, alla sintesi e alla comprensibilità. Tradizione e Futuro ha intanto dato un segnale attraverso la rinuncia al gettone di presenza per l’anno 2012 da parte di due suoi consiglieri.

                                                                              Laura Barsotti

                                                                          Capogruppo Tradizione e Futuro

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

12/4/2012 - 21:05

AUTORE:
Yuri

non c'è più sordo di chi non vuol sentire

10/4/2012 - 13:47

AUTORE:
Marco

Per dare l'esempio, anche se non si capisce di cosa, lo avrebbero dovuto lasciare tutti il gettone, non solo due, ammesso che abbia significato lasciare un diritto (I diritti si hanno non si lasciano e c'è gente che ha lottato per averli i diritti, se poi uno di un diritto non se ne giova, buon per lui, ma cosa c'entrano gli altri che invece voglione goderne?) Mi sembra che abbiano le idee confuse sul dare l'esempio e sui diritti. Ma certo i diritti non sono cose concrete che si comprano all'Ikea.