none_o


Una vicenda tutta personale viene descritta in questo nuovo articolo di Franco Gabbani, una storia che ci offre un preciso quadro sulla leva per l'esercito di Napoleone, in grado di "vincere al solo apparire", ma che descrive anche le situazioni sociali del tempo e le scorciatoie per evitare ai rampolli di famiglie facoltose il grandissimo rischio di partire per la guerra, una delle tante. 

La carriera politica personale dell’Onorevole Mazzeo .....
Bonaccini ha dato le dimissioni da presidente della .....
. . . c'è più religione ( si esce un'ora prima). .....
. . . uno sul web, ora, che vaneggia che la sua .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Mauro Pallini-Scuola Etica Leonardo: la cultura della sostenibilità
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
APOCALISSE NOKIA di Antonio Campo
none_a
Il mare
con le sue fluttuazioni e il suo andirivieni
è una parvenza della vita
Un'arte fatta di arrivi di partenze
di ritorni di assenze
di presenze
Uno .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
VECCHIANO - Migliarino -Nodica - Avane - Filettole
Consigli di Frazione: la loro costituzione serve a tutta la comunità

12/4/2012 - 18:04

Consigli di Frazione: la loro costituzione serve a tutta la comunità

 

Vecchiano –

 

“Tradizione e Futuro non vuole la partecipazione dei cittadini. Ciò è ormai lampante, dopo che TeF è stato l’unico gruppo consiliare a non votare a favore dei Consigli di Frazione”, afferma il Sindaco Giancarlo Lunardi, rispondendo alla polemica innescata del gruppo di minoranza sulla questione dell’istituzione dei Consigli di Frazione nel comune di Vecchiano. “E’ paradossale, ma”, prosegue il Sindaco Lunardi “Tradizione e Futuro arriva addirittura a lamentarsi perché la maggioranza attiva troppo rapidamente il programma di legislatura, approvato con il voto dei cittadini vecchianesi”.

L’avvio della sperimentazione dei Consigli di Frazione, nella realtà, è stato preceduto da una conferenza pubblica sulla partecipazione, con la presenza di vari relatori, che hanno discusso con i cittadini sia gli aspetti teorici che pratici dei Consigli di Frazione.

 C’è stato poi un Consiglio Comunale aperto al quale è intervenuto l’Assessore alla Partecipazione del Comune di Pisa, Davide Gay, e, infine, c’è stata una discussione relativa al tema all’interno della Consulta del Volontariato di Vecchiano.

Soltanto al termine di questo percorso partecipato è stata votata la Costituzione dei Consigli di Frazione, prevedendo che per la loro formazione il Sindaco emani un avviso pubblico e tutti i cittadini possano essere proposti dai comitati, da gruppi composti da almeno 5 persone, dalle Associazioni aderenti alla Consulta del Volontariato e dai consiglieri comunali.

 Potranno, inoltre, essere proposti a consiglieri di frazione anche i ragazzi di almeno 16 anni ed i cittadini stranieri residenti nel comune.

Sarà principio fondamentale il perseguimento della parità di genere nella composizione dei Consigli. “Evidentemente è presente ancora l’idea di chi intende il ruolo dell’opposizione solo come demolizione di tutto ciò che fa la maggioranza, al solo fine di trarne una propria visibilità. La cosa grave è che lo si fa anche quando le cose fatte dalla maggioranza vanno a vantaggio delle nostre comunità e cercano, come nel caso dei Consigli di Frazione, di rispondere ad un’esigenza di partecipazione attiva, sempre più diffusa”, commenta l’Assessore alla Partecipazione Daniela Canarini.

 “L’obiettivo dell’Amministrazione è quello di rendere i cittadini partecipi e costruttori delle scelte che più li riguardano da vicino, attraverso un canale privilegiato che possa rendere più semplice il rapporto tra amministratori e amministrati, facilitando il dialogo, l’informazione, la collaborazione”. “Inoltre, l’affermazione di Tradizione e Futuro di non aver votato a favore dei Consigli di Frazione perché gli stessi non sono elettivi appare in tutta la sua strumentalità, in quanto tutti sanno che la legge non consente di utilizzare risorse pubbliche per eleggere questi istituti di partecipazione”, prosegue l’Assessore Canarini.  

“Pertanto, siamo orgogliosi di aver dimostrato che, nonostante i limiti normativi, il Consiglio Comunale di Vecchiano, andando contro corrente, è riuscito a dare corpo e sostanza ad un progetto non semplice, che potrà decollare solo con la volontà di tutti i cittadini che ne rappresenteranno l’anima.

Quanto al fatto che Insieme per Vecchiano abbia la maggioranza in tutti i Consigli di Frazione, ciò deriva, evidentemente, dal voto popolare e questa, di solito, viene chiamata democrazia”. “Noi crediamo così tanto ai valori del rispetto degli impegni presi e alla trasparenza delle scelte che” conclude l’Assessore alla Partecipazione  “invitiamo fin da ora tutto il Consiglio Comunale ed i cittadini a vigilare sul percorso che ci condurrà alla designazione dei membri dei Consigli di Frazione”.

“Come è facile capire dal processo intrapreso per la costituzione dei Consigli di Frazione, infatti” chiosa il Sindaco Lunardi “vogliamo realizzare una forte apertura alla società civile, perché essa possa contribuire alla vita della comunità”.
 
 
Ufficio Comunicazione

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

14/4/2012 - 14:16

AUTORE:
Un vecchianese

TF è nata, dopo un comitato sviluppo e futuro che era legato ed orientato ad un centro commerciale rilevatosi poi una grande ......
Ed erano presenti anche partiti poi c'è stata la trasformazione in apolitica. Anche perchè la parola politica non piace più.
Ma tutto è politica quando si fanno scelte.

13/4/2012 - 15:20

AUTORE:
Mengacci

L'umiltà dove sta? IPV nn sa cosa sia!!!

13/4/2012 - 14:50

AUTORE:
Matteo

Giri di parole li fanno tutti, compresi quelli che pensano che il sindaco sia andato in cosiglio per sua volontà. L'hanno votato,insieme a tanti altre più o meno giovani, sapendo chi era, da dove veniva e cosa voleva, e è bene avere gente così, perchè nel merito i fatti sono fatti e le parole sono parole, per quanti giri esse facciano. Forse dispiace che certe parole dette bene non convicano mai, ma sapete, convincere è meno facile di quello che sembra. Occorre umiltà, un'umiltà che è merce rara.

12/4/2012 - 22:18

AUTORE:
Arlecchino

Mi è bastato leggere le prime righe per avere l'ennesima dimostrazione di come l'Amministrazione ed il Sindaco in prima persona, con i soliti giri di parole cerchino sempre di travisare la realtà. Addirittura virgolettato.
"Ma fatemi il piacere", virgolettato anche questo, avrebbe detto Totò.
T&F è nata proprio dalla necessità di dare voce a tutti quei cittadini nei confronti dei quali l'Amministrazione è stata sorda e cieca alle loro richieste.
Non occore dire altro, altro che virgolette.

12/4/2012 - 21:28

AUTORE:
Cittadino

Buffoni....andate a casa, dite come stanno veramente le cose, l'unico problema di questo comune e che la gente vota con i prociutti negli occhi e non va ai consigli comunali!!!

12/4/2012 - 21:03

AUTORE:
cittadino come tanti

Lunardi parla sempre dei relatori e degli Assessori PD, ma dei cittadini? Se ne fregaaaaa