none_o


Mi è capitato di leggere su FB un post di Massimo Cerri sulla situazione del lago di Massaciuccoli. Una specie di lettera del lago stesso che rievoca i bei tempi passati quando questo posto era zona di caccia, di pesca e di svago per tutti i vecchianesi. Altri post a commento confermano questa visione dell’abbandono di questo luogo ricordando, con una vena nostalgica, gli anni in cui non vi era nessun tipo di vincolo.

Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Massimiliano Angori Sindaco
none_a
. . . . . . . . . . . . . . . . siano tanti . . . .....
. . . . . . . . . . . . è concavo o convesso? Riflettendoci .....
San Lorenzo, io lo so perché tanto
di stelle per .....
. . . . . i parlamentari.
Sicuramente quei 5 avevano .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
CULTURA E SPETTACOLO a cura di Giulia Baglini
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Appello di Frei Betto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Nuova apertura


    Il Consiglio di Circolo Arci Migliarino è lieto di annunciare ai propri Soci la riapertura dei locali che avverrà il giorno 1 agosto con orario dalle ore 19 alla mezzanotte. Sabato e domenica compresi. L'orario potrà variare in caso di eventi. Informazioni su iniziative sulla pagina FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


#VecchianoSport #Calcio
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
FC FORNACETTE CASAROSA
none_a
Dai monti al mare
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
VECCHIANO - Sponda Serchio
Assegnazione posti barca

18/4/2012 - 8:33

Grande partecipazione alla riunione indetta dall’Amministrazione Comunale di Vecchiano per l’assegnazione dei posti barca lungo il tratto demaniale, alla foce del fiume Serchio.
Oltre agli assegnatari costituenti la lista definitiva invitati dall’Amministrazione erano presenti anche numerosi cittadini rimasti esclusi dall’assegnazione ma per niente rassegnati in attesa di una eventuale rinuncia da parte di qualcuno degli assegnatari posti più avanti nella graduatoria.
La Dott.ssa Paola Angeli, Dirigente del Comune, dopo i convenevoli di rito, procede nella descrizione del progetto, non senza difficoltà visto il numero dei partecipanti e l’argomento molto sentito.
Numerosissimi i quesiti posti dai presenti, problemi che evidentemente non hanno trovato una risposta soddisfacente fino ad oggi, anche se possiamo dire che di risposte soddisfacenti ce ne sono state ben poche.
Resta confermato il pagamento della somma di 544.5 euro per ogni assegnatario titolare di un ormeggio con pontile e a nulla sono valse le richieste di una rateizzazione o della costituzione di un canone annuo comprensivo della quota parte del pontile e della quota annuale di 235 euro pro capite per l’occupazione del posto barca.
Le riparazioni dei danni causati da eventuali piene restano a carico degli assegnatari e non è ancora chiaro che cosa verrà previsto alla scadenza dei 5 anni di assegnazione, sia per l’assegnatario decaduto che per quello di nuovo ingresso, specie sotto l’aspetto economico.
Cambia invece l’importo relativo agli ormeggi con pali per i quali
l’Amminisione chiedeva in origine 423 euro;  la cifra scende a 315 circa (IVA Compresa), da versarsi anche questi in una unica soluzione essendo 3 e non 4 i pali utilizzati da ciascuna imbarcazione come erroneamente indicato nella lettera raccomandata inviata a tutti gli assegnatari. (105 euro a palo).
Completamente da escludere la possibilità di realizzare in proprio l’ormeggio, troppo penalizzante in termini di tempo, i lavori dovrebbero iniziare solo alla chiusura del cantiere attuale e troppo oneroso in termini economici,  480 euro di collaudo e 500 euro di cauzione più il costo del materiale.
Ci sono stati alcuni momenti particolarmente accesi ma il buon senso ha sempre prevalso permettendo di giungere all’assegnazione effettiva, sulla carta e con tanto di firma, degli ormeggi secondo i criteri stabiliti, riservando la parte di sponda più vicina alla foce alla realizzazione dei pontili, compresi quelli per i pescatori professionisti e il tratto più a monte per gli ormeggi con i pali.
L’accettazione e la sottoscrizione del documento garantiscono il diritto alla realizzazione ed utilizzo del posto barca ma non impediscono di recedere, senza oneri, in favore degli esclusi, secondo la graduatoria definitiva approvata.
Visto l’elevato numero di presenti e le numerosissime domande, anche di carattere, diciamo “politico” e l’interesse che in questi giorni andava via via aumentando, sarebbe stata auspicabile la presenza per lo meno di alcuni consiglieri comunali invece di lasciare i tecnici soli sotto il tiro incrociato di domande, alcune delle quali meritorie di una più ampia argomentazione per le quali le competenze tecniche finiscono là dove iniziano invece più specifiche competenze politiche.
Adesso speriamo nella clemenza del tempo in modo che i lavori avanzino speditamente verso la prossima stagione balneare.

Fonte: un cittadino presente - foto archivio VdS
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




25/4/2012 - 19:07

AUTORE:
uno che s'è rotto...

se a Vecchiano ci fossero delle vere persone con le p... la barca si attaccherebbe alle cannelle con buona pace di tutti e senza sborsare una paccata di sordi che di questi tempi son convinto che mette in difficoltà anche qualche assegnatario. ma sicuramente c'è già chi non vede l'ora di pagare e mettersi al suo bel pontilino e chi brama perche qualcuno rinunci perchè non si può permettere di pagare cifre così POPOLARI, VERGOGNATEVI anche per i casotti nel lago è successo uguale i soliti faccendieri ci continuano ad' andare gli altri si attaccano. BRAVI VECCHIANESI e continuate a definirVI di sinistra?

20/4/2012 - 16:55

AUTORE:
Rintintin

CASTER SCRIVI IN ITALIANO è MEGLIO

20/4/2012 - 13:27

AUTORE:
Il comandante Caster

La Marmellata gliè bona piace anco agli inghiani.
Ma la critia deve essere 'ostruttiva e deve anco accompagnata da varcheccosa.
Scusate tanto unò stughiato parecchio sono laureato in durezza.
La critia gliè er mi forte vò fà cariera gliè er momento giusto ora che e partiti glienno iti a pasce er gatto.
Glienno di moda e 'omici.
Va a feni che piglio la 'oriera e vaggo ancho io Roma.
Io non sono un grillo ma vò fà.. la ceala.
Canto e critio vanto mi pare e scrivo vello che voglio e vaggo in qu...o ar mondo dei professori.
Troppo Facile
AAAA.....
O come mi diverto o come

20/4/2012 - 11:49

AUTORE:
Lettore della Voce del Serchio

Alle 13.43 del 19/4/12
"il Cittadino"
Che fa rilevare che hanno politicizzato anche i pali, sembra un inviato dell'ONU per riportare la pace in un luogo di pace e di svago e.. (sembra che legga la semplice Carta Magna del piu semplice dei regolamenti delle Amministrazioni Pubbliche)

Scrive il Cittadino: Le delibere della Giunta e del Consiglio le fanno i politici, la loro applicazione spetta ai tecnici.

Giusto! in piu io come cittadino che legge La Voce del Serchio nei post precedenti avevo scritto che prima della Delibera della della Giunta e del Consiglio i Cittadini tutti sono chiamati in tempo utile ad una discussione propedeutica per arrivare ad una soluzione condivisa dalla maggioranza dei cittadini (in questo caso della Valdiserchio e soprattutto di Vecchiano dove insiste l'opera)
Tutto questo è avvenuto e chi la butta in politica ed in questo caso "populista" tenta di strumentalizzare la cosa per altri fini e questo è male!

20/4/2012 - 8:13

AUTORE:
Rintintin

Sei più ERMETICO di un vasetto di marmellata.
Oh spiegati meglio!!!

19/4/2012 - 16:31

AUTORE:
La Critica

Chi potrebbe cavalcare la critica?
Troppo Facile
AAAA....
O come mi diverto o come.

19/4/2012 - 13:46

AUTORE:
Il Cittadino

Le delibere della Giunta e del Consiglio le fanno i politici, la loro applicazione spetta ai tecnici e così è stato in tutte le fasi del riordino della sponda del Serchio e dell’assegnazione dei pontili, che si è conclusa con l’accettazione, pressoché unanime, dell’affidamento dei pontili e dei pali. In sede tecnica, che riguardava i cittadini aventi diritto e, eventualmente gli esclusi in graduatoria, si è voluto introdurre per forza la politica, proprio da parte di chi afferma continuamente di non essere politico. A Vecchiano non era mai successo e poteva accadere soltanto da parte di chi è sempre in campagna elettorale permanente. In realtà la campagna elettorale c’è già stata e si è conclusa con il voto popolare che ha stabilito dei vinti e dei vincitori: bisogna farsene una ragione. La strumentalizzazione e l’ostruzionismo disfattista sono rivolti contro la gente, che, di questo metodo, è pienamente consapevole e sempre più stufa.

19/4/2012 - 13:02

AUTORE:
Peter

Effettivamente il Lettore del forum e della voce, nel tentativo di difendere l'indifendibile, non si sa a quale titolo, altro che amicizia, ha riempito di termini scurrili e volgari la sua prosa squinternata suscitando disgusto in chi legge e in chi scrive.
Si prega la redazione censurare simili obbrobri.

19/4/2012 - 12:23

AUTORE:
Vecchianese all'estero

Credevo che assegnando i posti barca tutto sarebbe finito.
Invece leggo che in molti protestano.
Perchè forse era meglio che qualcuno continuasse a dire qui c'è mio?
O magari continuare nell'abbusivismo dei pontili e baracche?
Ora potete andare al mare sereni, avidentemente è facile criticare con l'aiuto di una lista non politica che cavalca ogni tipo di problema solo per mettersi in luce.
Credo che in quella zona sia il caso che vi siano controlli di legge per tutti.
Armeno quando vengo a Vecchiano vado a pescare senza incapare in qualche tramaglio messo da pescatori di frodo in Serchio.
Le regole danno noia ma esistono e devono essere rispettate.

19/4/2012 - 7:46

AUTORE:
Totò

Egregio Lettore del Forum e delle Cronache della Voce
mi dispiace per la sua reazione, un amico è un amico, ma un amico di partito sa difendersi bene da solo.
Le ripeto che quello che ho scritto corrisponde solo alla realtà dei fatti, a quellora, davanti alla Sala Consiliare Sandro Pertini c'eravamo ancora in tanti ed il Sindaco quando è uscito ha tirato dritto come se la riunione pocanzi conclusa non fosse stata l'ultimo atto del suo lavoro (riqualificazione della sponda ed utilizzo sociale).
Un Sindaco che si rispetti, anzi che rispetti i cittadini, sarebbe stato presente alla riunione.
Le ripeto che le fa onore il difendere un amico ma questa è una posizione indifendibile di un modo di agire oltraggioso nei confronti della cittadinanza.

19/4/2012 - 0:12

AUTORE:
Lettore del...

...dopo aver letto queste sue parole:

...Invece, ma guarda un po’, poco prima delle 21.00 è uscito di soppiatto dal portone del Comune e si è allontanato senza farsi notare....

Ecco se lei è amico di Totò, io sono (se permette) amico ed ero collega di lavoro e compagno tutt'ora di partito del Sindaco Giancarlo Lunardi e..un mio amico, collega, compagno che era al lavoro fino alle 21.00 e che mi ha confermato che dopo cena ritornò li (come direbbe il Totò; di "soppiatto") a finire il suo lavoro; d'impeto mi viene da scrivere becero, non di più!

18/4/2012 - 21:52

AUTORE:
NOSTRADAMUS

perché è a carico dei cittadini la realizzazione dei posti barca e non solo il canone/affitto. Voglio capire solo questo. Qual'è la logica. E' possibile capirlo??? E perché occorrono n. 4 pali. Chi subentra successivamente, pagherà solo l'affitto? Ma che criteri sono questi?

18/4/2012 - 21:28

AUTORE:
un amico di Totò

Egregio Lettore del Forum e delle Cronache della Voce mi domando se la sua risposta al Sig. Totò sia frutto di un momento di impeto o se sia stata ponderata.
Nel primo caso ci si potrebbe anche passare sopra ma se invece, come purtroppo si capisce, la sua risposta è stata attentamente ponderata allora significa che lei è un gran maleducato.
Scrivere due volte lo stesso commento in due luoghi diversi ma che trattano contemporaneamente lo stesso argomento non significa essere BECERI. Lei stà scadendo di tono e quando mancano argomentazioni valide scende nel torpiloquio.
Il fatto poi che ricerchi negli altri una spalla, un consenso, alla sua offesa gratuita
dimostra il suo scarso rispetto per le opinioni altrui.
Che sia Lei il depositario di tutte le verità?
Siccome le offese gratuite dovrebbero essere filtrate dallo staff de La Voce mi dispiaccio che sia accaduto e me ne dispiaccio di più per i lettori che hanno letto il suo pensiero, ripeto, molto offensivo.
Caso mai non conoscesse bene il significato della parola da lei scritta glilo spiego qui di fianco. BECERO:Persona maleducata, insolente
‖ Persona rozza
‖ SIN. cafone
Mi auguro che gli scritti di persone che si esprimono come lei non vengano più pubblicati.

18/4/2012 - 21:06

AUTORE:
Paolo

scusate la mia ignoranza in materia, ma non riesco a capire in che cosa differiscono i due commenti, quello dell'ufficio informazione e quello del cittadino presente alla riunione di ieri pomeriggio a Vecchiano.
Se il sig. NORMALE lo può spiegare glie ne sarei grato

18/4/2012 - 20:23

AUTORE:
Lettore del Forum e delle Cronache della Voce

...il furbacchiottino che è in lui si evince perchè manda due post uguali in CRONACHE diverse ed in una cronaca ci sta anche perchè risponde in maniera sua (becera a mio avviso e spero di non essere il solo ad avere questo sentore)l'altra all'Ufficio Comunicazione del Sindaco ma l'altra che è questa intitolata "Ma fatemi il piacere!!!!!!e due" non si capisce il perchè ma forse è come uno che tira una cureggia puzzolente in chiesa o a tavola e ci ride solo lui, bho!

Certo se il livello di qualche cittadino è questo è preoccupante e dico il perchè.

Nella stessa Sala Sandro Pertini pochi giorni prima la Giunta Comunale spiegava come rimediare al disastro dei tagli dei trasferimenti Statali imposti anche al nostro piccolo Comune dai governi Berlusconi prima e Monti ora e li a mio avviso doveva esserci la fila fino fuori e non per pagare volontariamente un servizio reso e che costerebbe euro 235 (duecentotrentacinque) quasi uguale a quello che veniva rilasciato ai privati Salviati/Centurione per tenere la barca legata alla riva del Serchio negli anni passati e non "obbligatorio per tutti" come l'IMU che colpirà chi si è fatto una casa per viverci lui e famiglia con tanti sudori e poi magari si ritrova lui/lei stessi disoccupati insieme ai loro figli/e.
salute.

18/4/2012 - 19:27

AUTORE:
NORMALE

Confrontando la comunicazione del Comune e il resoconto del cittadino presente all'assemblea per l'assegnazione dei posti barca mi sembra che qualcuno non abbia capito.

18/4/2012 - 18:17

AUTORE:
TOTO'

« Con l’assegnazione dei pontili, dunque, è stato compiuto un ulteriore e decisivo passo avanti verso la piena realizzazione dell’utilizzo sociale della sponda.»
E' quello che ha scritto l'Ufficio Comunicazione.
Veramente grottesco, quasi offensivo all'intelligenza di ogni comune cittadino.
Quello che ieri è stato approvato vi sembra un utilizzo sociale? Forse mi sono perso qualcosa per strada, sociale credevo volesse dire per tutti, per molti ma sicuramente non per i pochi assegnatari.
Spendere un monte di SOLDI PUBBLICI per il piacere di 108 famiglie, anche se inserite in un bando pubblico da più l'idea di " privilegio" più che sociale.
Quelle riportate sono le parole che ho sempre sentito ripetere in campagna elettorale dal Sindaco Lunardi e allora se ha ottenuto questa sua importante vittoria come mai ieri sera non era presente nella Sala Consiliare, di fronte ai cittadini per i quali ha ottenuto il tanto declamato uso sociale della sponda.
Invece, ma guarda un po’, poco prima delle 21.00 è uscito di soppiatto dal portone del Comune e si è allontanato senza farsi notare.
« Il Regolamento di assegnazione dei posti barca, approvato dal Consiglio Comunale, ha dimostrato di essere adeguato alle necessità per le quali era stato predisposto » continua a scrivere l’Ufficio Comunicazione.
Ma “adeguato” a che cosa? Ieri abbiamo assistito proprio alla cosa contraria, ad un “dimostrazione di inadeguatezza senza pari”.
I Tecnici Comunali subissati di domande alle quali non erano in grado di rispondere, gettati dalla Macchina Politica Comunale nell’arena, a placare la sete di centinaia di belve, in senso metaforico naturalmente, un modo di dire che fa capire come siano stati sacrificati al posto dei Consiglieri Comunali e del Sindaco delle persone che lavorano per mandare avanti il Comune, dipendenti comunali che continueranno a fare il loro lavoro anche dopo la fine di questa legislatura ma che nel frattempo hanno dovuto mettere la loro faccia al posto di quella dei Politici di Turno.
Gli unici consiglieri presenti erano quelli di T&F, sarà un caso ma forse no. L’opposizione non si fa solo in Consiglio Comunale, si fa stando a fianco dei cittadini, si fa capendo i loro problemi, si fa ascoltando, si fa proponendo, si fa guadagnandosi la loro fiducia.
« L’assegnazione degli approdi ha una validità di 5 anni; al termine di questo periodo, sarà aperto un nuovo procedimento pubblico e democratico, aperto a tutti i cittadini aventi diritto, che vogliano far richiesta di un posto barca nella parte demaniale della sponda del Serchio »
Questo significa che fra 5 anni chi dovrà lasciare il posto si porterà via il pontile o che chi subentra lo pagherà come se fosse nuovo?
E’ proprio un “BEL REGOLAMENTO DI ASSEGNAZIONE” complimenti!!!

18/4/2012 - 16:55

AUTORE:
Mario

....e scrive: Sicuramente chi, nel bando, avesse visto tale gestione e tali costi, col cavolo che avrebbe fatto la domanda.

In tutti i contratti c'è il diritto di rescessione nelle prime otto giornate lavorative ed in un altro post si legge che tanti rimasti di fuori dal sorteggio erano li pronti martedì 17 a prendere il posto dei rinunciatari e fin che il nostro comune non lo rende obbligatorio fare come fanno gli altri; uno può decidere anche di testa sua, o no!

18/4/2012 - 15:28

AUTORE:
NOSTRADAMUS

Intanto un bando che si rispetti dovrebbe avere tutti i contenuti e questo non lo aveva: perché mancava la sezione costi. Sicuramente chi, nel bando, avesse visto tale gestione e tali costi, col cavolo che avrebbe fatto la domanda.
Altra questione: il cittadino ha l'onere di pagare il canone/affitto, ma perché, inizialmente anche la realizzazione/installazione?
Perché colui che vince la prima volta, dovrà pagare la realizzazione dei pali anche per gli altri, visto che allo scadere dei 5 anni, se ne va? Porta via anche i pali? Che ridere...
Ecco dove sta la contestazione dei cittadini e la contraddizione dell'Amministrazione.
Se i tecnici fanno i regolamenti, i politici fanno le regole!!!! Signori miei, ieri ci dovevano essere anche i politici, ma sapevano già la parata, e la loro assenza dice tutto quanto!!!
Poi, perché spendere 100000 euri, per fare le banchine, andando a snaturare le sponde del Serchio? Tagliandole a piè pari? Devastando le cannelle che già di per sè facevano protezione e difendevano le sponde? Perché 4 pali, quando nè potrebbe bastare solo 1 per imbarcazione, al massimo 2?
Il Comune non poteva farsi carico della realizzazione dei posti barca, semplicemente aumentando un po' di più il canone di affitto. Questa non è gestione del bene comune, ma gestione di furbi che vogliono fare le penne ai cittadini.

18/4/2012 - 14:22

AUTORE:
Segretario

Il Regolamento per l'assegnazione è stato approvato e rimaneggiato nel tempo in GIUNTA COMUNALE e in CONSIGLIO COMUNALE. I dirigenti sono dipendenti del Comune a cui in base al TUEL spettano la direzione degli uffici e dei servizi secondo i criteri e le norme dettati dagli statuti e dai regolamenti. Questi si uniformano al principio per cui i poteri di indirizzo e di controllo politico-amministrativo spettano agli organi di governo.
Le responsabilità politiche vanno prese e avere la faccia di stare anche a ricevere le critiche. Cosa che a Vecchiano ieri non è successa.

18/4/2012 - 14:06

AUTORE:
osservatore attento

i consiglieri comunali di Tradizione e Futuro c'erano .
E Pardini alle precedenti riunioni c'era, invece il NUOVO Lunardi sta rintanato lontano dalla gente e dai problemi

18/4/2012 - 14:06

AUTORE:
uno di bocca

Con tutto il rispetto per chi ha studiato, ma mi spiegate signori "tecnici" perchè i pali di confine fra i vari stalli debbano essere pagati 2 volte?
Il palo alla mia sinistra lo pago 105, mentre il palo alla destra della barca confinante viene ripagato 105 EURI.
Cioe' ve ne rendete conto o no? è il SOLITO PALO!!!!
Quei pali poi lì davanti alla punta della barca non ci stanno a fare niente solo ad aumentare il costo dell'opera!
Anche un bimbo della elementari se ne renderebbe conto, o no!
Il vostro errore è stato quello di non aver chiesto parere alcuno a coloro che a Bocca ci vanno tutti i giorni.
Vi avrebbero fatto risparmiare tempo e denaro(a noi).
Adesso i tempi sicuramente si allungheranno, siamo già passati dal 20 aprile al 21 maggio, ieri sera da fine maggio e dopo pochi minuti ai primi di giugno...!
Resta il fatto che il canone demaniale non si paga come l'assicurazione perciò se i posti barca saranno pronti a Dicembre dovremo sborsare lo stesso 235 EURI per il 2012 anche senza averne usufruito!!!

18/4/2012 - 14:05

AUTORE:
O.p.p

...prima della decisione finale è essenziale la partecipazione di tutti i cittadini e c'è anche una legge Regionale la n° 69 di Agostino Fragai che lo impone.
Dopo che è stabilito che nel mio campo non ci posso costruire casa essendo terreno agricolo è inutile che io vada nella stanza del Sindaco a cercar di convincerlo e se avvenisse come minimo è reato per entrambi.

Secondo esempio dopo approvato un piano regolatore e passato il tempo delle osservazioni stabilite per legge, non si va nell'orario di ricevimento del Sindaco o dei suoi delegati Assessori per convinceli che il nostro terreno: grande o piccolo potrebbe dare opportunità di lavoro tramite l'arricchimento speculativo che magari avverrebbe; ma si va all'Ufficio Tecnico per vagliare le oppotunità della decisione politica presa dopo che i cittadini a maggioranza hanno deciso e demandato ai loro rappresentanti eletti di rappresentare quella decisione valida per tutti.
Aggiornamenti in corso d'opera possono benissimo avvenire e saranno ben accolti come quelli ecclatanti delle Olimpiadi Romane ed il Ponnte sullo stretto di Messina.
Bocca di Serchio è un po più vicina al nostro cuore, quindi!?

nb, non essendo Giurista o Avvocato; ma un semplice politico di base cerco di dare un contributo come cittadino; tutto quì!
saluti

18/4/2012 - 11:38

AUTORE:
18 aprile

" Il politico da incarico ai tecnici di redigere/disegnare le zone dove gli inteventi sono possibili ma non deve trattare "mai" direttamente con i proponenti altrimenti è sovversione o quantomeno nepotismo " : questa è veramente una perla.
Allora togliamo i ricevimenti del sindaco e degli assessori, anzi apriamoli 2 mesi prima delle elezioni e chiudiamoli il giorno dopo: così il fastidio dei cittadini è limitato ad una volta ogni 5 anni, proprio quando non se ne può fare a meno giusto perchè c'è bisogno che faccia la croce sulla scheda.

18/4/2012 - 9:37

AUTORE:
Osservatore politico/pratico

Premesso che avrei preferito fosse stato allargato il fosso che sbocca "dai Giorgi" e li mettere in sicurezza dalle piene
le nostre 500/1.000 barche e...anche dai ladri con una recinzione con guardiano che si guadagnava da vivere affittando una decina o più barche come succede con gli ambelloni a Marina di Vecchiano a chi va al mare senza il proprio ombrelone.
Poi..che l'ASBUC di Migliarino avesse acquisito dai Salviati/Centurione la zona adiacente e che in armonia come succede in tutti i Parchi li nei pressi ci fosse messa una doppia alberatura e sotto parecchie decine di tavoli e panchine con bracieri rudimentali e salsicce portate da casa e.. vissero felici e contenti anche chi "barca non ha" come ai tempi di Pattana (Bel mi Pattana; lui faceva "barca pari" contentava tutti e tutti avevano diritto dandar "di là"); ma il mio "desiderata" è rimasto al palo.
Con i se ed i ma non si fa la storia.
Anni di degrado e di sequestro non han fatto onore a nessuno.

Impedire che la zona demaniale diventasse privata come inizialmente pareva che la Provicia per far soldi e non dare priorità e servizi è stato un bene che i due Comuni interessati intervenissero con loro proposte politico/pratiche per riportare all'antico splendore quella zona e nei tempi in cui viviamo.

Di tempo per affinare la proposta politica ne abbiamo avuto ma a questo punto pretendere che i nostri rappresentanti eletti in Comune scavalchino il lavoro che hanno assegnato ai tecnici si arriverebbe all'assurdità come quando si presentò l'opportunità Ikea.

Il politico da incarico ai tecnici di redigere/disegnare le zone dove gli inteventi sono possibili ma non deve trattare "mai" direttamente con i proponenti altrimenti è sovversione o quantomeno nepotismo.

Insieme facciamo le regole e chi fa le leggi poi le deve far rispettare, l'interpretazione personale è un altra cosa.