none_o

 

 

Questo sembra un articolo scritto a quattro mani, in realtà è solo il frutto di uno scambio di email tra chi scrive e uno scienziato e amico lontano, Guido Tonelli, che naturalmente, non ha alcuna parte nella stesura finale. Gli errori di questa chiacchierata tra amici sono miei. Grazie agli amici della Voce per avermi ridato l’opportunità di scrivere in questo spazio.

#Covid19 #EmergenzaCoronavirus
none_a
#InsiemePossiamoFarcela
none_a
#Covid19 #EmergenzaCoronavirus
none_a
UNICOOP FIRENZE
none_a
In Puglia, nel comune di Gravina, alcuni furbetti, .....
QUALCUNO che evidentemente ha ancora idee confuse, .....
. . . che ad occhio e croce Lui ed il sig. ci passo .....
Io il mio interesse per Renzi, o innominabile come .....
Baragli: "Export quasi cancellato, serve liquidità ora o non ripartiremo"
none_a
Libri
none_a
Cosè un ATM e un BANCOMAT
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


  • Circolo ARCI MIgliarino

      Chiusura del Circolo

    Il Circolo ARCI Migliarino comunica ai propri soci che il bar resterà chiuso dalla data odierna (10.3) fino al 3 di aprile 2020. La riapertura sarà condizionata dalle disposizioni successive riguardo alla diffusione della malattia in ambito nazionale.


Si presentava alla gara con ben 27 atlete.
none_a
PISA OVEST
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
La pesca nel lago
(1976)

Ugo:- Come è ita Dreino?

Drea:- Dai 'n occhiata,
con venti nasse .....
Autonoleggio con Conducente NCC, Country Travel, servizi di trasporto persone, documenti urgenti, bagagli smarriti, con minivan nove posti (8+autista) .....
Bonifica Versilia Massaciuccoli
Contro la crisi: Nel 2012 non aumenta la Bonifica
Continuiamo a lavorare sul territorio

21/4/2012 - 0:04


 
Che il contributo di bonifica non sarebbe aumentato il consorzio lo aveva dichiarato a novembre quando venne approvato il bilancio di previsione. Nessun aumento, solo il normale recupero dell’Istat, per adeguare il contributo al costo dell’inflazione.
E’ notizia di oggi la decisione assunta dall’Ente di contenere anche questo recupero, che non sarà più del 3% come preventivato, ma solo dell’1%.
Il risparmio reale deriva da una virtuosa gestione, che nel 2011 ha prodotto un avanzo di amministrazione e da un costante aggiornamento degli archivi catastali, per mettere a ruolo tutti gli immobili che per legge sono soggetti a pagare il contributo di bonifica.
“Pagare tutti per pagare meno e procedere con una attenta gestione sono i principi con cui da anni cerchiamo di operare” – spiega il Commissario del Consorzio Fortunato Angelini, soddisfatto del risultato raggiunto.
Ma soprattutto quel che emerge è la forte volontà di procedere assicurando la manutenzione del territorio, i lavori ai corsi d’acqua, il funzionamento delle idrovore, il tutto per fare prevenzione e migliorare sicurezza idraulica e, in un momento di crisi generale, continuare ad operare senza gravare di più su cittadini, imprese e agricoltori.
“Rispondiamo al periodo è di grande difficoltà economica per famiglie e imprese, imponendoci di procedere con rigore – conclude Angelini – controllando le spese e ricercando tutte le modalità che possono migliorare l’azione del consorzio che deve rispondere ai cambiamenti climatici e al modificarsi del territorio

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
  
 L’IMU non incide sulla Bonifica
Ecco perché rimarrà invariato il contributo
 
Gli effetti della nuova imposta si fanno sentire e, con la pressione fiscale, aumenta anche l’ansia giustificata di chi, proprietario di un immobile, teme altri balzelli.
Il contributo di bonifica non è collegato in alcun modo alla rivalutazione delle rendite ai fini IMU, a spiegarlo è il commissario straordinario del Consorzio, Fortunato Angelini.
 
Come viene calcolato il contributo? Quando redige il bilancio preventivo il consorzio determina l’ammontare delle entrate necessarie per garantire un programma di lavori ordinari che nell’anno devono essere eseguiti sul territorio, per le manutenzioni dei corsi d’acqua, degli impianti idrovori, il controllo delle opere idrauliche e per le spese generali di funzionamento.
Poi viene fatto il calcolo del gettito complessivo, ossia del valore delle rendite catastali e dei redditi dominicali degli immobili che si trovano sul comprensorio gestito.
Dal confronto tra questi due valori viene determinata l’aliquota del contributo di bonifica.
 
L’aliquota è collegata alla rendita?
Si. E’ collegata alla rendita senza rivalutazioni. In più il Consorzio determina l’aliquota necessaria soltanto alla copertura delle spese dell’Ente.
Quindi se l’imponibile dovesse aumentare e le spese dell’Ente rimangono le stesse, l’aliquota diminuirà perché la somma raccolta con i contributi deve soltanto coprire le spese.
 
 
Come l’avete calcolata quest’anno?
Nel bilancio preventivo abbiamo deciso di non aumentare il contributo, ma di adeguare il ruolo del 3%, per la normale applicazione dell’indice ISTAT.
Poi questo valore è stato abbattuto del 2%, grazie all’avanzo di amministrazione registrato nel bilancio consuntivo e grazie all’aumento della base imponibile dovuta all’aggiornamento dei nostri archivi catastali.
Quindi, rispetto a quanto previsto, per il 2012 garantiremo la piena operatività dell’Ente che continuerà a lavorare a pieno regime, applicando una rivalutazione ISTAT inferiore a quella effettiva.
 
 
Tutti gli immobili del territorio pagano nello stesso modo? No. Pagano in base alla rendita catastale, ma anche in base all’azione che il Consorzio svolge nel territorio dove gli immobili si trovano. Dove l’attività è più intensa, perché il rischio idraulico è maggiore si pagherà in proporzione di più rispetto a zone con rischio idraulico minore o limitato.
 
L’ammontare complessivo dei ruoli del 2012 è di 8.138.791 euro suddiviso per 139.617 contribuenti del comprensorio gestito che va da Montignoso a Vecchiano. 
________________________________________________Consorzio di Bonifica Versilia Massaciuccoli

Responsabile Ufficio Comunicazione

Simona Tedesco

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




9/6/2012 - 9:47

AUTORE:
Simona Tedesco

Buongiorno,
una cosa è l'aumento della tariffa. Altra cosa è la rivalutazione ISTAT, stabilita per legge, e con la quale tutti noi ci ritroviamo a fare i conti ogni anno.
Il consorzio non ha aumentato la tariffa. In pratica ha deciso di lasciare invariato il contributo consortile e ha anche scelto di non applicare interamente la rivalutazione ISTAT del 3%, fermandosi all'1%. Il tutto mantenendo invariato l'ammontare dei lavori svolti sul territorio.
In tempi di crisi, dove tutto aumenta (prima fra tutti l'IVA che per l'Ente è un costo effettivo) non mi sembra poco.

21/4/2012 - 19:17

AUTORE:
Alberto

Questo articolo ha dell'incredibile.
Parte in apparenza con una con una buona notizia "Contro la crisi: nel 2012 non aumenta la Bonifica"; ma poi si scopre che il contributo sarà in parte rivaluto ai parametri ISTAT: cioè che nel 2012 pagheremo di più di quello che abbiamo pagato nel 2011.
Ci staranno forse prendendo in giro?
Ai posteri l'ardua sentenza!