none_o


Reparto di Oncologia dell’ospedale di Pisa. Davanti all’edificio molti persone in attesa perché l’ingresso è riservato ai soli pazienti oncologici. Ero fortunatamente un accompagnatore e sono rimasto educatamente fuori come tutti gli altri. Devo dire che eravamo tutti con la mascherina, non so se per paura del contagio o per rispetto degli altri ma la situazione era appagante, come quando si vede il rispetto delle regole da parte di tutti i cittadini.

. . . giorni sta prendendo dei punti la Raggi. . . .....
. . . . . . . . . . . . . . . . l'ha capito? La DaD .....
. . . . . . . . . . . . è iniziata i primi giorni .....
. . . la ragione non sta mai da una sola parte ed aggiungo .....
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
San Giuliano Terme, 23 ottobre
none_a
Marina di Pisa, 24 ottobre
none_a
Molina di Quosa, 25 ottobre
none_a
Teatro Nuovo Pisa
none_a
San Giuliano Terme, 25 ottobre
none_a
Marina di Pisa, 17 ottobre
none_a
Sabato 17 ottobre al Grand Hotel Duomo
none_a
SAn Giuliano Terme, 18 ottobre
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      BURRACO!

    Proseguono le attività del Circolo cercando di rispettare tutte le misure anti-Covid. Da venerdi 21 riprendono i tornei di Burraco con una serie di importanti misure di sicurezza tra cui la prenotazione obbligatoria per l'assegnazione del tavolo, norme severe per divertirsi in sicurezza.

    Tutte le notizie sulle attività sul sito FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


di Marlo Puccetti
none_a
la ZONE di Pisa
none_a
CSI – Centro Sportivo Italiano-
none_a
Coppa Toscana Juniores sotto la Torre
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Se non si capiva niente prima, come pretendere che si capisca qualcosa oggi?

Qualcuno dice che non intende usare i 40 miliardi del MES, perché in .....
MOLINA DI QUOSA
Il 25 aprile alla Romagna per onorare la Resistenza

25/4/2012 - 12:37

MOLINA DI QUOSA. Questa mattina alla Romagna, la cerimonia di ricordo del 25 aprile è cominciata alle 9:30 con la deposizione di una corona di alloro mentre veniva suonato il silenzio. Sono seguiti i saluti del Sindaco Paolo Panattoni, di Gabriele Santoni per la Provincia e di Stefano Benotto per il Comitato interparrocchiale. A nome dell’Anpi è intervenuta Mirella Vernizzi che tra l’altro ha inviato un saluto a Teresa Mattei, partigiana, deputata alla Costituente e insignita del titolo di Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana.
 
Questa prima parte istituzionale della cerimonia si è conclusa con l’intervento dell’assessore alla cultura Fabiano Martinelli. Sia il Sindaco Panattoni che l’Assessore Martinelli hanno richiamato la visita a San Giuliano del Procuratore Militare di Roma Marco De Paolis. Il Procuratore ha incontrato i bambini delle classi quinte di Asciano e poi si è reacato al Sacrario della Romagna. Nella conferenza stampa tenuta nella sala del Consiglio comunale, De Paolis ha incontrato la cittadinanza e ha ripercorso le fasi delle indagini condotte sulle stragi nazifasciste che hanno insanguinato il territorio pisano e ha illustrato gli esiti delle indagini e del processo sulla strage della Romagna alla presenza dei legali, delle istituzioni e delle Associazioni dei parenti delle vittime che si sono costituite parte civile.
 
“La liberazione è il compito di sempre e il 25 aprile il giorno per ricordarlo”, ha detto uno dei numerosi presenti. E questa frase vale come presentazione dei percorsi didattici delle classi che hanno aderito al Progetto memoria e che si sono alternate davanti al monumento presentando i loro lavori interessanti, belli e anche emozionanti. Ha cominciato la 3B della Scuola media di Pontasserchio con un Sogno di Livia Gereschi, la ragazza e maestra a cui è intitolato il loro Istituto; poi le classi 5A e 5B di Asciano hanno cantato una canzone con quella semplicità che rende belle le note; originale il lavoro della 5 di Pappiana tempo modulare, che ha combinato la lettura di alcuni brani del Diario di Anna Frank con lettura rap di alcuni articoli della Costituzione; la 5A e 5B di Ghezzano hanno letto delle poesie; bellissimo il dipinto della 5A e 5B di Metato che i ragazzi hanno srotolato davanti al monumento, un grande telo che richiama Guernica di Picasso su sfondo rosso, lo hanno illustrato e alla fine hanno innalzato uno striscione più piccolo con la scritta: "Diamo una mano alla pace".
 
L’assessore Martinelli ha infine consegnato gli attestati alle classi partecipanti e ai testimoni del tempo: Mirella Vernizzi, Otello Signorini, Rolando Guerriero, Giorgio Di Lisi, Franca Roventini, Alibrando Bacci, Comitato interparrocchiale, Giuseppe Buzzigoli e Stefano Gallo.
 
Finale festoso con Mirella Vernizzi che ha intonato Bella ciao seguita in coro da tutti i presenti.
 

Fonte: Ovidio Della Croce
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




25/4/2012 - 16:18

AUTORE:
Gabriele Santoni

Voglio ricordare Eugenio Del Genovese, e Vittorio Sfingi il Tonfo, oggi non più fra noi, che insieme ad altri ispirarono il progetto memoria sull'Eccidio della Romagna.

25/4/2012 - 16:15

AUTORE:
Angiolo

Resistenza