none_o

All'età di 93 anni (a settembre ne avrebbe compiuti 94) ci ha lasciati il grande scrittore Andrea Camilleri. Era nato nel 1925 a Porto Empedocle, in provincia di Agrigento, in Sicilia, ed è stato anche regista, sceneggiatore, drammaturgo ed insegnante. 

Arpat Toscana
none_a
ASBUC Migliarino
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
IL VICE P. M. 5S DICE CHE I SINDACATI FANNO UNA SCELTA .....
Leggo sul Fatto Quotidiano, tramite la sezione giornali .....
Da cosa l'ha 'ndovinato il nome Bruno?
Sicuramente non è la segnaletica di una volta l'ho .....
"Io lo vedo così"
none_a
"Io lo vedo così" (il mondo)
Una nuova Rubrica per tutti
none_a
Incontrati...per caso
di Valdo Mori
none_a
Dio arriverà all'alba - Alda Merini
none_a
  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Migliarino
none_a
Migliarino, 3 luglio
none_a
Milano e Cortina hanno vinto
none_a
di Fausto Bomber
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
CERCHIAMO UN TRATTORISTA CON ESPERIENZA ALLA GUIDA DELLE PRINCIPALI MACCHINE AGRICOLE.
AZIENDA AGRICOLA TENUTA ISOLA

DISPONIBILITA' FULL TIME
VECCHIANO-Avane
Protesta PD per la possibile chiusura dello sportello postale di Avane.

13/9/2012 - 18:52

 


 
Il PD ha sempre sostenuto le iniziative portate avanti dall'Amministrazione Comunale di Vecchiano a difesa del servizio postale nel proprio territorio ed in particolare dell'ufficio postale di Avane.
 
Il sindaco Pardini si occupò già in passato dell’Ufficio di Avane, anche con il coinvolgimento del partito e dello stesso Consiglio Comunale, ottenendo un appuntamento con il Direttore Centrale di Pisa che fu convinto delle motivazioni apportate e cioè l’impossibilità, soprattutto per i più anziani e per chi non può guidare, a spostarsi presso altri uffici postali del territorio comunale. Poste Italiane (pur non chiudendo lo sportello) optò per un orario di apertura ridotto, che di fatto ha consentito l'apertura dell'Ufficio per 3 giorni settimanali.
Si è trattato di una soluzione accettabile, anche se in questi anni la cittadinanza ha lamentato il disservizio dell’apertura limitata che porta al formarsi di lunghe file e non garantisce la riscossione della pensione alla scadenza (che in tempi di crisi economica crea disagio).
 
Nel luglio-agosto di quest’anno, la dirigenza di Poste Italiane, adducendo motivazioni di razionalizzazione della rete, ha prodotto una nuova mappatura delle filiali nella provincia pisana inserendo, tra le chiusure, l’Ufficio di Avane. Di questa nuova pianificazione le stesse Amministrazioni Comunali della Provincia sono state tenute all’oscuro e hanno appreso la notizia ttraverso gli organi di stampa.
Sulla questione, il nostro partito si è subito speso in prima persona e a tutti i livelli, attraverso una decisa pronuncia in Consiglio Comunale e l’interessamento del Consiglio Regionale e del Parlamento. L'Amministrazione comunale è intervenuta a più riprese con lettere con il Prefetto e la Dirigenza di Poste Italiane per scongiurare la chiusura.
 
Purtroppo le decisioni di Poste Italiane appaiono sempre più irremovibili, anteponendo mere questioni di bilancio e redditività dello sportello di Avane, al ruolo di servizio pubblico che esse dovrebbero assicurare alla cittadinanza e alle attività produttive. Poste Italiane in questi ultimi anni, anche a seguito del processo di privatizzazione, ta puntando esclusivamente sul comparto finanziario, trascurando i servizi veri e propri, meno remunerativi per l’azienda ma utili alle persone: pagamento delle pensioni, riscossione di bollettini per le utenze, pagamento di F24 relativi a IMU e altre tipologie di imposte, spedizioni di lettere o pacchi.
Oltre a quanto già esposto, il PD vecchianese esprime tutta la sua preoccupazione per il sistema in base al quale si compiono scelte che seguono esclusivamente logiche economiche e di mercato; poco importa se ad essere colpite sono le categorie più deboli della popolazione o non si risponde ad eventuali ricadute sul livello occupazionale e sulla qualità del lavoro.
 
PER FAR SENTIRE LA PROPRIA VOCE,
IL PD DI VECCHIANO,
INVITA TUTTI I CITTADINI
A PARTECIPARE ALLA PROTESTA ORGANIZZATA
 
VENERDI 14 SETTEMBRE ALLE ORE 10:30
DAVANTI ALL’UFFICIO POSTALE DI AVANE
 
SARANNO ANCHE RACCOLTE LE FIRME PER EVITARE LA CHIUSURA DELLO SPORTELLO
 
Qualora Poste Italiane decidesse comunque di chiudere lo sportello di Avane, il PD è pronto a sostenere ulteriori e ben più forti azioni di protesta.
 
Unione Comunale di Vecchiano Il Segretario

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




14/9/2012 - 15:03

AUTORE:
demagogicus

Forte il PD che dapprima fa chiudere l'Ospedaletto e poi si lamenta della chiusura delle Poste.
E' più utile un distretto sanitario che un ufficio postale già presente a Vecchiano, Ndica, Filettole e Migliarino.
Ma va viviva via via per piacere.
Papus