none_o

All'età di 93 anni (a settembre ne avrebbe compiuti 94) ci ha lasciati il grande scrittore Andrea Camilleri. Era nato nel 1925 a Porto Empedocle, in provincia di Agrigento, in Sicilia, ed è stato anche regista, sceneggiatore, drammaturgo ed insegnante. 

Arpat Toscana
none_a
ASBUC Migliarino
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
IL VICE P. M. 5S DICE CHE I SINDACATI FANNO UNA SCELTA .....
Leggo sul Fatto Quotidiano, tramite la sezione giornali .....
Da cosa l'ha 'ndovinato il nome Bruno?
Sicuramente non è la segnaletica di una volta l'ho .....
"Io lo vedo così"
none_a
"Io lo vedo così" (il mondo)
Una nuova Rubrica per tutti
none_a
Incontrati...per caso
di Valdo Mori
none_a
Dio arriverà all'alba - Alda Merini
none_a
  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Migliarino
none_a
Migliarino, 3 luglio
none_a
Milano e Cortina hanno vinto
none_a
di Fausto Bomber
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
CERCHIAMO UN TRATTORISTA CON ESPERIENZA ALLA GUIDA DELLE PRINCIPALI MACCHINE AGRICOLE.
AZIENDA AGRICOLA TENUTA ISOLA

DISPONIBILITA' FULL TIME
SAN GIULIANO TERME
Franco Marchetti: Perchè la patrimoniale solo per i pensionati?

31/10/2012 - 19:05

Perchè la patrimoniale solo per i pensionati?

 


 Con le recenti ultime proposte del governo sulla legge di stabilità, vine dato un ennesimo colpo allo stato sociale, cioè a quel sistema di norme e regole che ha permesso all'Italia, pur, tra grandi fatiche e contraddizioni, di far uscire dalla estrema povertà milioni di persone.

Portando il paese alle condizioni dei primi del 900.la ultima manovra del governo, se non verrà cambiata avrà un ulteriore aggravio fiscale di 125 euro. Infatti se è vero che si riduce di un punto percentuale l'IRPEF( l'imposta sulle persone fisiche) è altrettanto vero che ci sarà un aumento percentuale dell'IVA che andrà ad incidere sopratutto sui beni di prima necessita, e ci sarà una riduzione delle agevolazioni fiscali (deduzioni e detrazioni) per le fasce sociali medio basse. Quindi chi ci guadagnerà saranno gli strati sociali piu abbienti. La cosa ancora piu grave è che un pensionato con una pensione minima sociale di 5577 euro l'anno, ci rimetterà ulteriori 48 euro.
A questi ultimi provvedimenti debbono essere aggiunti quelli presi in precedenza, e le tasse a livello  locale. Il tutto significa che mediamente le fasce sociali medio basse avranno una rimessa di oltre i mille euro annui.
Si dice che c'era una profonda crisi e che per uscirne dovevano essere fatti dei sacrifici.
I lavoratori, i pensionati i giovani, i sacrifici li hanno sempre fatti, ma con un governo diverso pensavamo che ci fosse stata una maggiore equità.
Si dice che L'ITALIA ha un debito pubblico altissimo quasi duemila miliardi, però non si dice che in Italia c'è una ricchezza patrimoniale di quasi ottomila miliardi, perchè se cosi non fosse stato saremmo falliti da un pezzo. Il problema è che questa ricchezza è mal distribuita, è posseduta per la maggior parte da una esigua minoranza di persone che ancora oggi non sono toccate dalla crisi. Con l'aggravio che questi patrimoni son ben custoditi senza essere reinvestiti nel nostro sistema produttivo, e per questa ragione che l'Italia da dieci anni non cresce, e si perdono tanti posti di lavoro.
Se poi qualcuno parla di patrimoniale come ha fatto la CGIL, viene accusato di demagogia quando va bene.
Però la patrimoniale sui pensionati e lavoratori è stata messa e nessuno ha detto nulla. Ad una pensione di 1400 euro lorde costa 40euro. Allora la patrimoniale non è un tabù, si può mettere.
Noi pensiamo che non sia più possibile andare avanti cosi.
I nostri padri e i nostri nonni hanno lottato duramente per avere un sistema di tutele solidaristico che includesse l'insieme delle persone per una crescita collettiva della società. E due delle conquiste fondamentali tra le altre di queste grandi lotte sono stati un sistema sanitario pubblico, e una legislazione sociale, compreso lo statuto dei lavoratori, inclusivo per difendere la dignità delle persone. Due conquiste che oggi sono fortemente rimesse in discussione con i provvedimenti del governo. Sul sistema sanitario, se diamo una occhiata al nostro comune, paragonandolo solo a pochi anni fa ci accorgiamo delle profonde differenze. Negli anni 80/90 c'erano sei distretti socio sanitari, con un insieme di servizi, poi furono ridotti a tre. Oggi cè un distretto, ridotto in tutto il comune ed uno a vecchiano. E nel contempo sono proliferati gli studi medici privati, poi con la vendita delle farmacie comunali, di quel sistema pubblico rimane ben poco. E non è colpa degli sprechi perchè se cosi fosse si eliminano gli sprechi e non il sistema. Cosa ha comportato un cambiamento di questo genere? Sono aumentati i costi per le famiglie ed è diminuita la medicina di prevenzione.
 
Per queste ragioni noi pensiamo che certe scelte siano sbagliate, che il destino ed il futuro delle persone non possa essere affidato alla finanza  ma bisogna recuperare il primato della persona davanti a tutto.  Pensiamo che i partiti che si confrontano nella prossima tornata elettorale non possano che partire da qui, sopratutto ovviamnete i partiti del centro sinistra. Questo vale a livello nazionale e comunale ne va del nostro futuro e dl futuro del paese.
 
FRANCO MARCHETTI
Segr SPI San Giuliano t

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: