none_o

Tornano i concerti Musikarte del Festival Musicale Internazionale Fanny Mendelssohn. Uno straordinario viaggio musicale, iniziato sette anni fa, un appuntamento ormai classico atteso con trepidazione da moltissimi appassionati. Artisti provenienti da 20 nazioni di tutto il mondo hanno portato la loro musica e il loro talento nelle dimore storiche del Lungomonte pisano, veri gioielli del nostro territorio, nei palazzi, nei teatri, nei musei della provincia di Pisa.

Invito alla partecipazione gratuita
none_a
ASBUC di:Vecchiano-Filettole-Nodica-Avane
none_a
La Redazione
none_a
Vecchiano
none_a
Non sta a me risolvere il caso, ci sono persone preposte. .....
Evisto? noi ci siamo chetati e te sei rimasto con il .....
Caro sig. Gio' la facevo migliore. E invece è solo .....
Hai ragione, sono un bischero a confondermi ancora .....
IDV Toscana
none_a
di David Barontini portavoce M5S di Cascina
none_a
Il nostro é un ordinamento garantista non giustizialista
none_a
“Magari che ci metta lo zampino il coronavirus…”
none_a
Umberto Mosso‎ #SEMPREAVANTI Pistoia e provincia.
none_a
di Renzo Moschini, ex parlamentare
none_a
di Giovanni Greco coordinatore CascinaOltre
none_a
Calci
none_a
Il sito degli "ARTISTI PISANI SCOMPARSI" per una significativa memoria culturale
none_a
Come Steve McCurry e l'afghana dagli occhi verdi nel 2002
none_a
Torna il 16 febbraio l’anteprima del Consorzio Vino Chianti e del Consorzio Tutela Morellino di Scansano
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Soci Unicoop-UISP e Coop.Arh
none_a
Pisa, 1 marzo
none_a
Pontasserchio, 16 dicembre
none_a
Pontasserchio 22-23 febbraio
none_a
Pisa, 22 febbraio
none_a
L'Associazione il retone-presenta
none_a
Molina di Quosa, 16 febbraio
none_a
Ernesto va alla guerra
none_a
Il pettirosso è in procinto di partire
mentre la mimosa comincia a fiorire.
Esitano i narcisi dal color del sole
più audaci si mostrano le odorose .....
Buongiorno, abito in Via Paganini a Colignola, quotidianamente percorro le strade bianche nelle vicinanze fino ad arrivare ad Asciano, lungo i condotti. .....
di Renzo Moschini
none_a
Riserva del Chiarone
none_a
SR-domenica 26 gennaio
none_a
Calci - San Giuliano Terme
Costituita la sez. Calci-San Giuliano Terme dell'ANPI

14/11/2012 - 13:44

Negli scorsi giorni si è svolto il Congresso dell’Associazione Nazionale Partigiani d'Italia a San Giuliano Terme che ha sancito definitivamente la nascita della sezione di Calci-San Giuliano Terme, del suo direttivo e della sua sede presso la ex Stazione Fs di San Giuliano Terme (g.c. dal Comune) .

Del direttivo e delle responsabilità di ogni membro si discuterà in una riunione ad hoc della sezione.

I nomi intanto sono quelli di Monia Badalamenti, Cinzia Ciardiello, Giovanni Ferrari, Simone Salvadori, Mirella Vernizzi. Sono state fatte inoltre due proposte al fine di completare il direttivo con due "nuovi" membri. Sono Enzo Balatresi  già comandante della polizia municipale ormai in pensione e Mirco Fròsini, un giovane neo iscritto all'Anpi indicato da un anziano tesserato. Intervenuti anche il sindaco di Calci Bruno Possenti e l’assessore del Comune termale alla Cultura Fabiano Martinelli, che si dicono orgogliosi della costituzione della sezione ‘Nevidio Casarosa’.

Durante il suo intervento Giorgio Vecchiani presidente del Comitato provinciale pisano dell’ANPI, ha sottolineato tre punti che ora sono all’attenzione dell’Associazione a livello nazionale: il rispetto dello Statuto nazionale da parte di tutte le sezioni vecchie e nascenti; la raccolta firme da presentare al presidente Napolitano perché si faccia chiarezza sulla verità dei fascicoli dell’armadio della vergogna: che venga alla luce chi ha nascosto i nomi dei responsabili degli eccidi a carico dei cittadini italiani nel 1943/44 da parte nazifascista; il terzo punto, la stella polare dell’ANPI: l’applicazione piena e diffusa della Costituzione e il controllo vigile sui rigurgiti fascisti e nazisti, purtroppo da qualche tempo all’ordine del giorno. Come sempre poi Vecchiani ha voluto ricordare come sia importante che l’ANPI operi sì come organo della Memoria di coloro che hanno ridato con la loro vita dignità all’Italia strappandola alla dittatura e alla guerra, ma che sia soprattutto promotrice di valori nel presente sempre più complesso e difficile.

Che temi come il lavoro, la giustizia sociale, l’etica nella politica, la difesa dei valori costituzionale troppo spesso dimenticati siano assi portanti dell’azione dei ‘nuovi partigiani’.

Un richiamo continuo, a tutte le sezioni, infine alla necessità di impegnarsi a reclutare più giovani, soprattutto nella fascia d’età tra i 18 e i 20 anni.
mb

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: