none_o

All'età di 93 anni (a settembre ne avrebbe compiuti 94) ci ha lasciati il grande scrittore Andrea Camilleri. Era nato nel 1925 a Porto Empedocle, in provincia di Agrigento, in Sicilia, ed è stato anche regista, sceneggiatore, drammaturgo ed insegnante. 

Arpat Toscana
none_a
ASBUC Migliarino
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
IL VICE P. M. 5S DICE CHE I SINDACATI FANNO UNA SCELTA .....
Leggo sul Fatto Quotidiano, tramite la sezione giornali .....
Da cosa l'ha 'ndovinato il nome Bruno?
Sicuramente non è la segnaletica di una volta l'ho .....
"Io lo vedo così"
none_a
"Io lo vedo così" (il mondo)
Una nuova Rubrica per tutti
none_a
Incontrati...per caso
di Valdo Mori
none_a
Dio arriverà all'alba - Alda Merini
none_a
  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Migliarino
none_a
Migliarino, 3 luglio
none_a
Milano e Cortina hanno vinto
none_a
di Fausto Bomber
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
CERCHIAMO UN TRATTORISTA CON ESPERIENZA ALLA GUIDA DELLE PRINCIPALI MACCHINE AGRICOLE.
AZIENDA AGRICOLA TENUTA ISOLA

DISPONIBILITA' FULL TIME
SAN GIULIANO
Cimitero di Ghezzano: Verdianelli fa chiarezza sullo spostamento del palo ENEL

9/5/2013 - 10:31



L’Amministrazione Comunale , per bocca dell’assessore Verdianelli,  in una  breve nota risponde ed argomenta sui lavori per lo spostamento del palo dell’Enel al cimitero di Ghezzano.
“ Per evitare che si ingenerino ulteriori polemiche e soprattutto che si crei ulteriore disinformazione, specie nei confronti dei cittadini,  in merito ai lavori al cimitero di Ghezzano – dichiara  in una sua breve nota l’Ass. Francesco Verdianelli-,  vorrei precisare che il Comune da quando è sorto il problema, peraltro a lavori già affidati ed iniziati,  per la costruzione del nuovo loggiato di colombari, ha fatto tutto quello che doveva essere fatto  da un punto di vista amministrativo e burocratico affinché lo spostamento della linea elettrica Enel, necessario per la sicurezza del cantiere, avvenisse nei tempi più celeri possibile. Occorre precisare inoltre che la spesa di finanziamento delle opere previste dalla stessa Enel, della quale il Comune è venuto a conoscenza solo dopo svariati mesi dalla richiesta di intervento, era già stata inserita tra le priorità di pagamento in modo tale che l’opera di  spostamento del palo di proprietà dell’Enel potesse iniziare.”
“Dato l’avvenuto pagamento – conclude  Verdianelli- i lavori potranno essere effettuati e conseguentemente le opere di completamento della costruzione dei nuovi colombari potranno essere riprese.”
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




17/5/2013 - 21:28

AUTORE:
Cons. Riccardo Maini

oggi sul Il Tirreno è stato pubblicato l'articolo "Un palo dell'Enel blocca i lavori al cimitero" che riporta in toto le dichiarazioni dell'Assessore Verdianelli, ma anche la nota di Enel in cui si legge "Enel comunica di aver regolarmente ricevuto il pagamento da parte del Comune, dopo alcuni mesi dall'invio del preventivo. Enel è in attesa della conclusione delle opere a carico del cliente, necessarie e imprescindibili dal punto di vista tecnico per l'esecuzione dell'intervento da parte dell'azienda elettrica. Non appena il Comune comunicherà l'avvenuta esecuzione dell'intervento a suo carico, Enel provvederà ad effettuare i lavori".
Ass. Verdianelli a questo punto è necessario una sua presa di posizione: Enel accusa il Comune di non aver eseguito l'intervento a proprio carico, ci dica la verità, un'altra figuraccia da parte dell'Amministrazione?

13/5/2013 - 22:12

AUTORE:
trextre

se stessi zitto faresti molto meglio, ma ...

13/5/2013 - 20:07

AUTORE:
XXXL in un giorno che non ripiovve

...prima eravamo in quindici...sei facean la musica ed il resto facean tapin-tapun-tapin-tapun....intorno al pa-alo del mo-orto: Ale...! conti, giganti, consiglieri neri e giusti e citta-dini vari tutti legati alla sorte der pa-alo ner me-ezzo... bermigesù; unne a vavvi ma è ad accontentavvi; gnamo sù via, fammi 'età (chetà)

13/5/2013 - 17:55

AUTORE:
Consigliere Virgilio Luvisotti

Beh,non cè che dire: in questo tempo di crisi socio.economoca profonda,di stagnazione del mercato immobiliare, di casse comunali in rosso non è male l'idea di rimpinguare i capitoli di bilancio con i defunti !!! Del resto ,il mercato dell'oblio non conosce recessione di sorta.

11/5/2013 - 9:29

AUTORE:
Cons. Riccardo Maini

Ass. Verdianelli non ci tenga con il fiato sospeso, sveli il giallo del palo, faccia chiarezza. Quanto è costata ai sangiulianesi questa operazione?.
Riusciranno i nostri eroi comunali a risolvere il problema? Faccia il Gigante Buono di Carosello memoria contro JO CONDOR ENEL "pensaci tu" . Per non piangere di vergogna proviamo a sorridere con velata amarezza.

10/5/2013 - 0:54

AUTORE:
Consigliere Giusto Nicosia

Non conosco la questione del palo Enel, ma da quanto leggo emerge chiaramente che l' Enel avrebbe spostato il palo solo previo pagamento dei lavori da eseguire.
Quanto sopra è confermato dallo stesso Assessore Verdianelli che cita - dato l'avvenuto pagamento i lavori potranno essere effettuati ...... -
Ora mi domando, ma quando sono stati progettati i nuovi colombari nessuno ha visto che c'era un palo dell'Enel ?
Prima di iniziare i lavori nessuno ha visto che c'era un palo Enel?
La domanda nasce spontanea forse tutti sapevano?
Si tutti sapevano, ma per fare cassa era meglio tacere perchè così facendo si poteva incassare il primo acconto dai cittadini per poter prenotare il posto dei loro cari.
Questo acconto unitamente a quanto ancora i cittadini dovranno versare è andato a far parte del Bilancio del Comune in
parte come soldi effettivamente incassati ed in parte come residui attivi.
In sostanza il Comune costruisce
i colombari con i soldi, che i Cittadini sono costretti a versare anticipatamente.
Per ultimo ricordo all'Assessore Verdianelli che se il palo di che trattasi non è di alta tensione, l'Enel ha il diritto dovere di toglierlo a costo zero; rimango a Tua disposizione per ulteriori ragguagli ed a fornirti la relativa documentazione.
Un saluto

10/5/2013 - 0:07

AUTORE:
Ciitadino di Ghezzano

Ma prima di iniziare i lavori nessuno si era accorto che c'era un palo dell'Enel che doveva essere spostato ?

9/5/2013 - 19:52

AUTORE:
Cons. Riccardo Maini

Ass. Verdianelli proprio per evitare che si ingenerino ulteriori polemiche e che si crei ulteriore disinformazione specie nei confronti dei cittadini potrebbe essere meno ermetico e chiarire l'affermazione che il comune ha fatto tutto quello che doveva essere fatto da un punto di vista amministrativo e burocratico affinché lo spostamento della linea elettrica ENEL avvenisse nei tempi più celeri possibile?. Potrebbe cortesemente dare cifre, date di ripresa dei lavori, tempi di completamento dell'intera opera e una più concreta visione di tutta la pratica, dettagli chiari e semplici che possano tranquillizzare i cittadini?. Per quanto tempo ancora l'ENEL potrà fare gli affari suoi in barba ai residenti? Non crede che vi sia stata un po di superficialità nel seguire l'evolversi della pratica, è possibile che un Comune non sia in grado di sapere la realtà dei fatti se non dopo molti mesi? Trovo sempre difficoltà a decifrare le sibilline note del Comune, l'aria fritta fa aumentare le polemiche e credo che questo non sia la sua volontà. Con grande rispetto e stima