none_o

Se sul campo la guerra continua con le solite nefandezze sui nostri media nazionali appare sbiadita, superata da altri e più urgenti problemi, vecchi come il Covid e nuovi come la recente crisi politica. Oramai è un sottofondo e tranne per il pericolo Zaporizhzhia i nuovi morti e le nuove devastazioni attirano sempre meno l’attenzione dei media nazionali. Come i media anche la nostra psiche si adatta.

Angori Massimiliano
none_a
Massimiliano Angori
none_a
Massimiliano Angori
none_a
. . . era da pubblicare la presa per i fondelli fatta .....
Uno degli scambi di post più interessanti degli ultimi .....
Essere candidati non vuol dire essere eletti. Quest'anno .....
CHE VUOL DIRE: BRAVO BRUNO!
. . . . . . . . . . . .....


"Fra gli alberi" Opera pittorica di Patrizia Falconetti

di Matteo Renzi (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Umberto Mosso (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Renzo Moschini (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
di Renato Brunetta ministro
none_a
Coordinamento regionale Forza Italia Toscana
none_a
Incontrati per caso…
di Valdo Mori
none_a
POSTE ITALIANE
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Io, Medico (dr. Pardini e altri)
none_a
Vicopisano
none_a
"Cinema Sotto le Stelle" a Calci
none_a
BUTI
none_a
ANIMALI CELESTI
teatro d’arte civile
none_a
COMITATO PER LA DIFESA DI COLTANO (PARCO MSRM)
none_a
Capita che ci si perde in tempi lontani, dove niente fiorisce spontaneamente.
Ma la vita vive lo stesso
In zone diverse, con ritmi diversi.
Avevo .....
ASSEMBLEA PUBBLICA ASBUC DEL 21 LUGLIO 2022
Ricordiamo che il 21 Luglio 2022 alle ore 20, 30 presso la Sala Consiliare del Comune di Vecchiano, sita .....
San Giuliano Terme-Cons. Riccardo Maini (Indipendente)
COMUNE DI SAN GIULIANO TERME : POCA ATTENZIONE ALLE POLITICHE SOCIALI.

13/5/2013 - 23:43

 

COMUNE DI SAN GIULIANO TERME : POCA ATTENZIONE ALLE POLITICHE SOCIALI.

 
 
Uno dei settori verso cui l'amministrazione Panattoni ha sempre rivolto, apparentemente, maggiore attenzione è stato quello delle politiche sociali e dell'integrazione, della casa e del diritto alla salute e le politiche per la famiglia.
Un continuo bombardamento mediatico per sottolineare l'impegno che era posto in questo settore e i grandi sacrifici economici che venivano fatti per aiutare i cittadini.
Vero o falso?
Il giudizio non può che essere negativo, ma non per la sterile ed ottusa valutazione da parte di un consigliere di opposizione che poco o niente potrebbe condizionare l'opinione pubblica, ma per i dati oggettivi ed inconfutabili che attestano il fallimentare operato di questa amministrazione.
Come non ricordare il tanto pubblicizzato e miseramente fallito progetto di autorecupero dell'immobile “Opera Pia” di proprietà del Comune che con il concorso dei futuri assegnatari avrebbe dovuto ristrutturare una serie di appartamenti !.
Non certo dimenticato il doppio flop dell'operazione di microcredito per i giovani tra i 18 e i 35 anni per ricevere un prestito agevolato per pagarsi l'affitto che, in due anni di pubblicità, non ha visto una sola richiesta .
A questi inutili progetti, si aggiungono le ultime operazioni ancora più drammatiche, in particolare quella che riguarda il contributo all'affitto.
Nel 2011, famoso anno, in cui l'Amministrazione ha realizzato un buco di bilancio di più di tre milioni di euro, il Comune, in un apprezzabile slancio di generosità, stanziò, per il contributo all'affitto, la cifra di € 135.000 che aggiunta ai 183.180 euro versati dalla Regione raggiunse il totale di 318.180 euro, da suddividersi percentualmente tra i 174 richiedenti inseriti nella Fascia A e i 75 richiedenti della Fascia B.
Nel 2012, a seguito del non rispetto del Patto di Stabilità e per il contenimento della spesa, il Comune ha stanziato, sempre per il contributo all'affitto, la somma di 50.000 euro e la Regione 128.835 euro per un totale di 178.835 euro da dividere percentualmente tra le 164 famiglie (dieci in meno rispetto al 2011) della fascia A e le 72 famiglie (tre in meno) della Fascia B; una riduzione di fondi da parte dell'amministrazione Panattoni di oltre il 60% (- 85.000 euro) rispetto al contributo 2011, a fronte di una lieve, anche se importante, riduzione di richieste.
Era necessario questo taglio così drastico o potevano essere reperite, intelligentemente, altri fondi per far fronte a questa esigenza?.
Per realizzare la convenzione con l'Associazione di promozione sociale “Casa Valdera”, il Comune, nel 2012, ha elargito la somma di ben 50.300 euro, associazione che ha realizzato, in quasi un anno di attività, un solo contratto.
Forse devolvere questa cifra a rimpinguare il fondo per il contributo all'affitto, non sarebbe stata un'operazione più corretta e giusta ?.
Purtroppo si sa che le cose ovvie sono quelle più difficili da capire e realizzare ed il Comune in questo è decisamente un maestro un po ottuso.
Non credo che l'Amministrazione di San Giuliano Terme possa vantarsi del proprio operato, ma si sa “ogni scarafone è bello a mamma sua” e bisogna accontentarsi.
 
Cons. Riccardo Maini (Indipendente)

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri