none_o

Se la guerra si dovesse decidere in televisione probabilmente sarebbe una guerra infinita, stante le diverse e spesso divergenti opinioni. Su tutto, sulle cause, le strategie, le soluzioni. Ma ogni opinione è di per sé, per definizione, rispettabile, se non presa per interesse personale o strategia politica. Ognuno ha il diritto costituzionale di esprimere la sua evitando sempre di offendere gli altri.

La saluto affettuosamente senza improperi…non mi .....
. . . . . . . . . . . . . . . tu sia indottrinato .....
. . . . trovatene uno bono, ne hai immensamente bisogno. .....
Apprezzo l’impegno, ma il risultato è scarso, .....


Quando la poesia chiama bisogna rispondere.

(di Nadia Chiaverini)


Credo che nascondere o modificare il proprio corpo che invecchia, faccia parte di un agire - imparato - che non vuole farci accedere con agio alla saggezza dell'invecchiamento.


Quando ero bambina aspettavo con entusiasmo la seconda domenica di maggio perché era la festa della mamma e coincideva con quella del paese di Migliarino dove vivevo con la mia famiglia.

di Umberto Mosso (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Giovanni Frullano eletto segretario all’unanimità
none_a
Sinistra Civica Ecologista–Sinistra Italiana–Europa Verde Verdi
none_a
L'opinione di LILLY CAMOLESE
none_a
dal web (a cura di BB, red VdS)
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
MIgliarino-Vecchiano calcio
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Sentirsi come zolla di terra appena arata e accogliere i semi portati dal vento per sperare sempre in nuove messi.
Ho apprezzato moltissimo che qualcuno abbia sentito il bisogno di far conoscere la scritta di un probabile spacciatore-tossicodipendente poeta presso la .....
none_o
di Enrico Rossi

Abbiamo alle spalle un lungo periodo di assenza di politiche industriali

25/9/2013 - 8:26


Abbiamo alle spalle un lungo periodo di assenza di politiche industriali.

 Per più di un anno ministro ad interim è stato addirittura Berlusconi.

 

Ricordo ancora un ministero dell'industria vuoto, anche fisicamente abbandonato e in stato di degrado.

 

Oggi le classifiche europee ci collocano agli ultimi posti per produttività e per competitività.

Intanto la nostra grande industria è in vendita: telecom, finmeccanica. Mentre quel che resta di alitalia pare andare alla Francia, come forse doveva già avvenire in passato, dopo esserci costata miliardi inutilmente.

Parlare di un disastro industriale e imprenditoriale delle classi dirigenti non appare esagerato.

Anche i conti sono nuovamente a rischio.

Ci vorrà un lavoro lungo, serio e tenace per risolleverci e dare una prospettiva al Paese e ai giovani.

La politica deve mettere da parte le diatribe e gli inutili giochi di potere, il populismo e le polemiche insulse e inconcludenti.Una cosa dovrebbe essere chiara: dopo venti anni di berlusconismo si deve rifare l' Italia, ricostruire su un ammasso di macerie.

Ognuno dovrà fare tutti i giorni la sua parte.

Io penso che ce la faremo e che sarà una prova persino bella che ci farà crescere non solo in produttività ma anche in umanità e spirito di solidarietà. Ci vuole però la consapevolezza di tutto ciò e ci vuole una grande politica, un senso profondo della responsabilità nazionale.

Anche per il PD la sfida è aperta. Lui per primo deve iniziare a dimostrare che va nella giusta direzione.

Diceva Aldo Moro: " o il nostro paese troverà un nuovo senso di responsabilità o non si salverà.

"Adesso è a questo punto che siamo davvero arrivati.

 Il tempo è scaduto.

 

 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri