none_o

 

 

Questo sembra un articolo scritto a quattro mani, in realtà è solo il frutto di uno scambio di email tra chi scrive e uno scienziato e amico lontano, Guido Tonelli, che naturalmente, non ha alcuna parte nella stesura finale. Gli errori di questa chiacchierata tra amici sono miei. Grazie agli amici della Voce per avermi ridato l’opportunità di scrivere in questo spazio.

#Covid19 #EmergenzaCoronavirus
none_a
#InsiemePossiamoFarcela
none_a
#Covid19 #EmergenzaCoronavirus
none_a
UNICOOP FIRENZE
none_a
In Puglia, nel comune di Gravina, alcuni furbetti, .....
QUALCUNO che evidentemente ha ancora idee confuse, .....
. . . che ad occhio e croce Lui ed il sig. ci passo .....
Io il mio interesse per Renzi, o innominabile come .....
Baragli: "Export quasi cancellato, serve liquidità ora o non ripartiremo"
none_a
Libri
none_a
Cosè un ATM e un BANCOMAT
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


  • Circolo ARCI MIgliarino

      Chiusura del Circolo

    Il Circolo ARCI Migliarino comunica ai propri soci che il bar resterà chiuso dalla data odierna (10.3) fino al 3 di aprile 2020. La riapertura sarà condizionata dalle disposizioni successive riguardo alla diffusione della malattia in ambito nazionale.


Si presentava alla gara con ben 27 atlete.
none_a
PISA OVEST
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
La pesca nel lago
(1976)

Ugo:- Come è ita Dreino?

Drea:- Dai 'n occhiata,
con venti nasse .....
Autonoleggio con Conducente NCC, Country Travel, servizi di trasporto persone, documenti urgenti, bagagli smarriti, con minivan nove posti (8+autista) .....
Teatro del Popolo di Migliarino (vedi foto serata)
Si è svolta venerdì 13 dicembre Cena della Legalità al Teatro del Popolo di Migliarino

11/12/2013 - 16:06


Venerdì 13 dicembre Cena della Legalità al Teatro del Popolo di Migliarino

 

Il ricavato sarà devoluto in beneficenza alla Cooperativa Terre di Rita Atria di Castelvetrano (TP) come contributo per la gestione dei beni confiscati alla mafia.

 

L'evento si è svolto con il contributo di ORSINI FRANCO SRL; SAMMMONTANA ED UNICOOP FIRENZE-SEZIONE VALDISERCHIO-VERSILIA.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




23/12/2013 - 17:12

AUTORE:
Franco

A forza di credere alla propaganda della bella e sorridente parlantina dell'oratore di turno, di cui l'Italia strabocca tutt'ora, ci siamo ritrovati con du' pezze sul retro del pantalone: "Come parla bene costui ..." come diceva la mi' nonna. Ora c'è chi inneggia, con la solita parlantina, evocando la legalità e la solidarietà per darsi un tono, chiedendo "brevi manu" denaro, ma di trasparenza nelle transazioni nisba. Con la faccia di bronzo si chiedono firme per petizioni per chiedere trasparenza nei bilanci altrui, ma ignora l'esempio che si deve dare nelle cene sulla legalità, per essere pienamente credibile. Non vedo barlumi di luce se si continua così nell'ipocrisia e con lingua biforcuta. Visto che le cose stanno così non comprerò più prodotti nei negozi di Libera.

18/12/2013 - 17:58

AUTORE:
Bruno Baglini Migliarino

...perchè le più volte è una fragatura e a loro discapito lo imparavano anche i merli che beccavano i pippoli di grano che si metteva davanti alla tagliola negli anni /50 quando c'era fame anche di quella poca ciccia contenuta in un merlo o un passerotto mattarugio, e così anche le brancatine di baini di sego tirate in acqua per l'appasto per poi fregare i poveri pesci, quindi quando regalano; prendere nisba!

E come vedete caro "randagio" et Franco noi volontari ce la mettiamo tutta per spiegarvi del come e perchè il nostro fegato non è picchiorellato come il vostro ed eroso dalla sipia.
Sappiamo che non ci avanza il lenzuolo in fondo ai piedi, ma coscienti che molti e per cause diverse stan peggio di quelli che vedete nelle foto della cena.

Per non fare le nozze con i fichi secchi e perchè la nostra gente ritorni volentieri alle cene solidali, noi facciamo in modo che poi siano/siamo tutti felici e contenti.

)1° possibilità:

Gli organizzatori dovessero/ o devono fare le cene solidali in piazza al freddo o sotto la pioggia? e magari con due bruschette ed un fiasco di vino ogni 50 persone? ed una damigiana d'acqua (del fontanello di San Giuliano, almeno quella deve esser buona)e..niente spese per l'affitto di sedie e tavoli?
NO! ognuno li porta da casa, che diamine!

)2° Possibilità ormai collaudata dal successo:

Le tante associazioni del volontariato, sportive, del tempo libero, culturali, cattoliche e liberi cittadini dei comuni di Calci, San Giuliano, Vecchiano fanno come i comuni di Cascina, Pontedera, Vicopisano; si riunicono in sale spaziose affittate o donate per quella sera dalle Case del Popolo che sono attrezzate di cucina , riscaldamento, luce, gas, tavoli, sedie, piatti, forchette, cucchiai grossi e piccini, tovaglie, bicchieri, coltelli, grattacaci, stappabottiglie e poi di persone qualificate e con tessera sanitaria atta a cucinare e sporzionare, poi pentole soprappentole, tegami sopra tegami come nella novella di Buettino e...non finisce li; poi ci son le telefonate agli amici per fare "comparsa" se a Pontedera erano 200/250 e più, a Migliarino non si poteva esser 19 o 18 'nseno cosa gli si portava alla Carovana Antimafia 36,00 euro e 40 centesimi? sui 2.500 che fra tutti siamo riusciti a rimediare fra sponsor, lavoro volontario e fatiche varie, suvvia!

Poi se volete altre 100/150 risposte, ci si organizza piano piano ammodino e durante tutto l'anno nuovo, la sera sul buio o quando piove o la mattina prima che dimoi e asciughi poi la guazza; vi do altre risposte e con il tempo e la paglia si matura anche le sorbe.

nb. so come trattare i gattini "randagi" nati dentro la biga delle presse, sul subito soffiano e con la zampetta tendono a graffiare poi..con dolcezza e buon cibo si avvicinano pian pianino e...ho fatto il contadino ed ho avuto una grande scuola di vita per addomesticare gattini, canetti randagi, vitelle e bovi e addirittura un merlo che andando nel campo, mi si posava su una mia larga spalla e si vangava insieme la vigna, io gli davo qualche becetto e lui mi chiappava tutte le mosche e tafanelle che mi ronzavano vicino alla faccia,io insegnavo a lui a fischiare a "omo" e lui a merlo e...in seguito.. vedremo se si ha ragione noi e torto voi.

18/12/2013 - 15:39

AUTORE:
Randagio

O voi non sapete leggere o io non so spiegarmi. Ho critto che apprezzo il volontariato e non metto in discussione la vostra moralità, ma ho molti dubbi nelle persone che devono, poi, inviare i frutti del vostro impegno. Credo che per prima cosa dovrebbero rendere trasparente ogni loro atto. Se voi vi fidate, ad occhi chiusi, di persone sconosciute non è un mio problema.

18/12/2013 - 13:52

AUTORE:
CCP

Fermo restando che a mio avviso sono queste le iniziative nelle quali sia l'amministrazione che le associazioni di volontariato del nostro comune danno il meglio. Sarebbe bello che fossero cosi bravi anche in altri contesti, ma per il momento lasciamo perdere. Sono sicuro che BB con la sua macchinetta ss non avrebbe nessun problema se pensa possa essere utile a fare una bella foto all'assegno o ad altra forma di pagamento che possa certificare la donazione e mettere a tacere le malelingue.
In assenza della foto io continuo a fidarmi alla grande delle persone coinvolte fino a prova contraria.

18/12/2013 - 10:53

AUTORE:
Randagio

E' stata la TV a mettere in guardia contro le possibili truffe. Applauso ed apprezzamento per chi dedica parte del proprio tempo nell'impegno di solidarietà verso chi ha bisogno. Ma senza un controllo serio e senza trasparenza i fondi raccolti potrebbero finire nelle mani dei truffatori, e credo che i volontari siano i primi a non volere questo. Chi chiede fiducia senza dare garanzie è sospetto, e impegnarsi nel volontariato senza avere certezze è da ingenui. Le persone oneste, che niente hanno da nascondere, hanno il dovere di farsi controllare.

18/12/2013 - 9:53

AUTORE:
Cittadino 2

Viviamo in un mondo strano.
C'è una cena della legalità, persone si danno da fare e occupano parte del loro tempo libero per dare una mano, per raccogliere fondi, per solidarietà. Per gli altri.
Ci dovrebbe essere un coro di plauso, ogni persona umana dovrebbe provare un sentimento di gioia e partecipazione, specie in questo mondo egoista e competitivo, ed invece nell'animo di alcuni nascono sentimenti di contrasto, critica, invidia. Forse per motivi politici, forse per egoismo...chissà!
Dove vanno i fondi? sono soci Arci? ma che cavolo di domande!
Si travalica il senso pieno della festa forse perchè la cosa non ci piace. E se non ci piace l'atteggiamneteo giusto non è scrivere e fare domande ma guardarci dentro e domandarci cos'è che non va in noi.

17/12/2013 - 23:14

AUTORE:
Bruno Baglini Migliarino

Come vedi non voglio svicolare con i discorsi, ma se leggi la VdS vedi che sabato prossimo ci sarà una cerimonia dell'istallazione di un defribrillatore posizionato al Circolo ARCI di Migliarino donato da una famiglia e gestito da chi ne avrà bisogno.
Quindi va da se che nessuno se tu ne avessi bisogno immediato ti chiederebbe la tessera ARCI.
Se poi vuoi trovare il pelo nell'uovo, facci altre mille domande di come si vive bene nella nostra comunità e ti risponderanno altri cento più bravi di me perchè io ho imparato da loro.

piesse, fra non molto passerà la Befana alla nostra Casa del Popolo ed i 100 bambini che riceveranno i dolcini nella calza son tutti tesserati ARCI, se non ci credi, vieni a controllare.
bona

17/12/2013 - 22:57

AUTORE:
Franco

"Le cene sulla legalità, dove poi non si sa quanto effettivamente viene donato, e quello che non viene donato dove va e in che modo, le evito." ... nessuna risposta. Ma ci sarebbe un'altra domanda: il pasto è stato somministrato dall'ARCI? L'organizza il comune ma somministra l'ARCI? Non si capisce nemmeno questo. Già perchè se somministra l'ARCI, i presenti dovrebbero essere tutti tesserati all'ARCI, o no?

17/12/2013 - 13:42

AUTORE:
Bruno Baglini Migliarino

Due o tre cose sento di dirgli.
Guardate le foto che io ho messo della serata "Libera".
Era la prima volta che partecipavo a tale "ricorrenza" perchè appartenendo a tante associazioni del tempo libero (sono in ferie a vita) e delle Associazioni Culturali ed altro e ci tengo parecchiotto a non mancare alle gite sui nostri monti e colline con "Quelli del Giovedi" che anche loro hanno radunato n° 104 persone a pranzo e.. dai cene solidali/culturali/politiche e di svago e poi pranzetti al sacco ma..sacco bello pieno di tutto mpò la mia povera pancia "aomenta" e....
Detto questo come dicono nell'intercalare i politici di professione dico questo e chiudo...
Ma vi rendete conto di quel che
dite o no?
A noi ci hanno detto quella sera i curatori da anni di queste conviviali cene a sostegno di giovani che lavorano in cooperativa in terreni confiscati alla mafie; che andranno direttamente a consegnare 2.500,00 euro alla cooperativa Atria raccolte con le nostre cene ed ogni anno cambiano il destino di soldi e cose equanimemente fra loro e Gabriele Santoni con don Zappolini sono fervidi sostenitori di queste iniziative che noi 104 partecipanti alla cena nel salone delle Feste della Casa del Popolo di Migliarino abbiamo applaudito e ringraziato di tanta abnegazione, eppoi...
Eppoi vedete dalle foto, non c'è niente di straordinario e strumentale e se leggiamo bene la situazione vediamo che: compagni ed amici che han passato i 75 anni correvano arzilli a servirci una pastasciuttina alla "Moreno" eccezzionale e poi anche il bis di risotto ai pioppini e maialino in salmi e gelatino offerto dalla Sammontana e schiese di pane fatto 'ncasa da me medesimo e..rose come fosse maggio (vedi ultima foto , il pane e le rose).

Ma riguardale ancora quelle foto non perchè siano fatte con una macchina speciale, no! sono fatte con una macchinetta "ss" e cioè "scussa-scussa" ma li leggi nella faccia della nostra gente la pacatezza, il rilassamento, la sorellaza e fratellanza; quattro preti che vengono da anni alla cena solidale alla Casa del Popolo, dei ragazzi e ragazze che spippolano l'aggeggino fra una portata e l'altra, domande e risposte con il casuale vicino a tavola e facce belle mandate da ogni preoccupazione ed astio viscerale profuso a piene mani dalle televisioni dello stesso padrone. E' anni che ci porta nello sconforto e nelle speranze vaque di milioni di posti di lavoro promessi e poi ridotti di qualche milione per comprarci a prezzi stracciati.

Cosa credete che sia tutto un "ciospicinio accatrozzolato" per farci notare sulla VdS od il giorno dopo sul Tirreno?
Da dove sortono fuori un po di soldini dopo che noi avevamo tutti la pancia piena zibilla? è semplice; dal manipolare basilico, pepolino, carote, aglio, cipolla, peperoncino ad arte come fanno i nostri bravissimi cuochi e..le patate da crude a fritte/arrosto aumentano di valore e se togliamo lo stipendio ai camerieri ed altri ed altri ancora oltre lavorare gratis lasciano oboli e loro prodotti il conto è presto fatto.

Suvvia! fidatevi del prossimo vostro e..chi è senza peccato, disse Piero: tagli la prima pietra e..qualche tascatella di ciliege le ho fregate pure io a Scipione del Baglini e così qualche pesca ai Nodichesi quando tornavo con gli amici dal cinema a Pontasserchio in bicicletta nei primi anni /60 ...poi divenni vivaista ed innestino specializzato e le pesche/pere/susine le ho regalate anche alla Zoppa di Montinero.

Vi aspettimo a mangiar con noi, a servire in tavola oppure a raccogliere i soldi o rigovernare/cucinare/rimettere a posto i tavoli e sedie e dare una spazzatina in terra alla prossima cena solidale e l'anima laica vostra sarà salva.
amen

17/12/2013 - 12:19

AUTORE:
Franco

La solidarietà ognuno la fa, o meno, come crede e, secondo me, è meglio senza clamori, altrimenti ha un secondo fine. Per sostenere Libera si puo' donare direttamente; se si vuole sostenere le cooperative nate dai beni confiscati è importante comprare i loro prodotti. Le cene sulla legalità, dove poi non si sa quanto effettivamente viene donato, e quello che non viene donato dove va e in che modo, le evito. Mi fa un po' senso vedere sul sito di Libera l'invito alla petizione sulla trasparenza delle aziende sanitarie o poi non vedere la trasparenza, nella transazione economica, delle cene sulla legalità.

14/12/2013 - 19:18

AUTORE:
.................

Prova caro Nicchero (non ti chiamo con il nik name che ti sei scelto perchè ti voglio elevare a persona giovane che scrive "perimparà" a crescere nel nostro bel mondo).
Quindi Nicchero; prova a rivoltarli i sensi comuni tornacontisti e ti sentirai subito meglio.
Dopo due volte che mi disse la stessa persona: pulisci la spaggia per farti vedere.
Ecco! io non lo cagai neppure di striscio e quando avevo tempo e voglia lo rifacevo tranquillamente e iersera ci siamo ritrovati alla cena solidale insieme ed insieme abbiamo gioito a sentire le parole forti e bellissime di don Armando Zappolini ed insieme lo abbiamo applaudito quel sant'uomo che era lo specchio di tutti noi come del resto lo era l'anno prima e quello prima ancora e l'obbiettivo nostro è quello di "non essere più solidali" con chi ha subito lutti e spregi dalla mafia sperando appunto che le mafie si dissolvano come neve al sole e non ci sia più bisogmo del "solito" aiuto nostro.
Ergo non insudici; non pulisco più quello che insudici.
Ergo bis: chiedi scusa delle prime tue reprimende alle persone per bene e starai certamente più sereno ed in pace con il mondo di tutti noi.

Buone feste Nicchero.

14/12/2013 - 19:14

AUTORE:
P.G_

Noi, mia moglie ed io, abbiamo un'adozione a distanza. E' stato un regalo di Natale che ci siamo fatti e mandiamo questa cifra annualmente nella speranza che vada a buon fine.
La ragazzina cinese ci scrive e a noi arriva la traduzione in inglese e, ogni tanto, una fotografia. Potremmo anche essere raggirati ma Actionaid ci da una certa garanzia e noi speriamo che almeno una parte dei soldi che mandiamo servano veramente ad aiutare quei poveri bambini in difficoltà.
Ci domandiamo spesso se non dovrebbero essere i paesi ricchi ad occuparsi dei più poveri, ma siccome questo non succede, e noi non possiamo fare nulla perchè succeda, non posssiamo che fare quel poco che stiamo facendo.
Sperando ancora nella bontà e nella onestà di tanti uomini che fanno di questo principio della solidarietà la base della loro esistenza.

14/12/2013 - 17:41

AUTORE:
Randagio

Anche la televisione ha messo in guardia contro chi si nasconde dietro la beneficenza, che non ha controlli efficaci, per perpretrare una truffa. Sono solidale con chi fa vera beneficenza e che dimostri con trasparenza dove finiscono i soldi. In questi giorni la cassetta della posta è piena di richieste di contributi per la beneficenza, con bollettini postali, senza garanzie di controlli. Quindi dico bravi a chi dedica tempo alla beneficenza purchè lo facciano con trasparenza. Purtroppo molti approfittano per guadagnarci.

14/12/2013 - 11:38

AUTORE:
Cittadino 2

Caro Randagio io credo che la tua diffidenza sia esagerata.
Non vorrei che tu facessi come quelli che non vogliono donare il sangue perchè, dicono a loro stupida giustificazione, che non lo fanno perchè credono che questo venga venduto. Sono stupidi ed egoisti, questa è la verità, non altre.
Io credo che queste manifestazioni di solidarietà siano belle in sé stesse. Non solo per quello che viene raccolto (figuriamoci, forse qualche centinaio di euro, cifre insignificanti) ma per la partecipazione e la consapevolezza della necessità che le persone siano più solidali.
La solidarietà è come un Bene Comune e lo stiamo lentamente perdendo mentre stanno aumentando i randagi che diffidano di tutto e di tutti. Un prodotto di scarto di questo nostro mondo dove domina l'egoismo, lo sfruttamento e la sopraffazione.

14/12/2013 - 8:19

AUTORE:
CCP

Belle foto a testimonianza di una bella festa con un fine importante, questa e' la sintesi di un microcosmo di centrosinistra fiero di esserlo.

13/12/2013 - 16:12

AUTORE:
Dani

Non è chiara la transazione economica. Visto che va di moda la trasparenza perchè non la si attua?

11/12/2013 - 16:44

AUTORE:
Randagio

Come per il popolo Saharawi.