none_o

L’impoverimento del linguaggio e l’incapacità di descrivere le proprie emozioni è una delle principali cause dell’aumento di violenza nella sfera pubblica e privata ma anche responsabile di una accertata riduzione della nostra intelligenza.

A tutti coloro che, con a mio parere una buona dose .....
Il mondo va avanti e le genti pure, nel bene e nel .....
. . . . . . . . . . . un t'è bastata la lezione a .....
. . . nel 2029 il PdR debba esser eletto direttamente .....
Vecchiano è Voilontariato
#tantifiliunasolamaglia


“Il gioco serio del teatro”

Vecchiano è volontariato
#tantifiliunasolamaglia

L'associazione culturale La Voce del Serchio ospite del giornale online da cui è nata

....Ci siete? Proviamo ad aprire quella porta e ad incontrarci?
Mandateci un messaggio e noi organizzeremo un incontro.

C’è un’idea strana che aleggia su Migliarino, una sorta di profezia, a Migliarino non c’è niente e non succede niente.Siamo sicuri che a Migliarino non ci sia nulla? Proviamo a fare un inventario...

Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Spazio Donna.
Perché la memoria non sia persa.
none_a
Dal web
none_a
Franca
none_a
San Giuliano Terme, 20 febbraio
none_a
San Giuliano Terme
none_a
Elezioni del PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA
none_a
Alberto Zangrillo - covid
none_a
Circolo Arci Vasca Azzurra Nodica
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Accade a volte
che in sere con orli d'autunno
il ricordo sovvenga di quando
sul finire di scale e cortili
cosparsi nel vento
folle divenni,
senz'altro .....
Con grande dispiacere e soltanto casualmente in questi giorni sono venuta a conoscenza della morte del Dottor Assanta. Ritengo sia stato un esempio di .....
San Giuliano, Elezioni 2014
Programma Lista Impegno e Solidarietà

19/12/2013 - 17:26

                         San Giuliano, Elezioni 2014
                  Programma Lista Impegno e Solidarietà

 


Nel panorama delle varie attività che i vari partiti stanno organizzando per prepararsi alle prossime elezioni comunali, la lista civica Impegno e Solidarietà ha iniziato quello che ha definito l'inizio di un percorso condiviso per giungere nei prossimi mesi a un programma che sappia tener conto di esigenze e necessità della cittadinanza.
Un programma quindi non ancora definitivo, ma che prenderà corpo man mano attraverso il lavoro di vari gruppi operanti sulle diverse tematiche di Amministrazione e buon governo, Urbanistica e vivibilità, Sociale e solidarietà, Ambiente, territorio e turismo, Scuola e cultura, ma anche, ed è l'invito che la Lista fa, con il contributo di  tutti i cittadini interessati.


Per ora, nel sito www.iesies.org sono stati pubblicati i primi 31 punti, destinati ad aumentare fino al completamento del programma.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

22/12/2013 - 19:29

AUTORE:
Valter Ballantini

Tra "le lettere luterane" di PierPaolo Pasolini l'ultima, scritta pochi giorni prima di morire, era indirizzata a Calvino, tutto lì. Poi Calvino scriveva bene e sapeva farsi capire, io non ho quel dono.

22/12/2013 - 19:04

AUTORE:
Piero Chicca

Sa, Signor Ballantini, ho riletto il mio intervento e la sua risposta e non riesco a trovare un'associazione con Italo Calvino. Può Ricordarmela?

22/12/2013 - 18:05

AUTORE:
Piero Chicca

Il Sig. Ballantini è stato chiaro, come anche Ludmilla.
E' condividendo le loro opinioni sulla Cerratelli che ho pensato di aggiungere la mia.

22/12/2013 - 16:54

AUTORE:
Valter Ballantini

L'ispirazione pasoliniana del sig. Chicca mi assicura del fatto che abbia letto il mio intervento quindi se non si è capito quello che ho detto è solo colpa mia.
Aver concluso il mio intervento con "La fondazione Cerratelli in questi anni ha drenato una rilevante quantità di risorse dal nostro Comune. Noi non possiamo permettercelo." mi pareva abbastanza chiaro. Ma evidentemente come nuovo attore della politica locale devo imparare.

22/12/2013 - 16:27

AUTORE:
Valter Ballantini

Caro sig. Ruberti,
visto che ho una vita mi permetterà, spero, di non essere sempre collegato ad un PC per rispondere all'istante alle sue così gentili richieste.
Ad oggi non mi pare che si siano presentate delle liste per le prossime amministrative di San Giuliano Terme quindi parlare di alleanze mi pare un po' prematuro. Lo stesso dicasi per il candidato sindaco. Ad oggi si è presentato Mauro Parducci e nessun altro.
A meno di una "rivoluzione" all'interno del PD locale, con la segreteria a mio parere non all'altezza di guidare il cambiamento necessario, vedo molto difficile una nostra alleanza con il PD.
Perché ci servirebbe il PD? Forse al PD potremmo servire noi, visto che questa volta la probabilità che possa vincere al primo turno è piuttosto remota. Le elezioni comunali si svolgono su due turni e chi vince il ballottaggio prende il 60% dei seggi in consiglio.
Fortunatamente ho un lavoro che mi piace e faccio con passione e non ho bisogno di un posto nella politica per campare. Quindi a me personalmente, ma credo di poter dire con una certa sicurezza anche ai miei compagni di avventura, non interessa entrare in consiglio comunale per mettere una bandierina. Mi interessa (ci interessa) entrare per dare una svolta. Se ce la faremo avremo raggiunto il nostro primo obiettivo. Fare da stampella a chi ha mal governato negli ultimi anni senza accettare idee e rendermi (renderci) complici non è nelle mie (nostre) corde.

22/12/2013 - 14:18

AUTORE:
Osservatore dal di quà del Serchio

...viene concessa da un diverso modo di eleggere il Sindaco di SgT con doppio turno e quindi bene tante liste per poi convergere se ci sarà intesa politica con quella lista che andrà al ballottaggio avendo preso più voti ed in questo caso provenienti dal centrosinistra (credo).

A noi Vecchianesi che siamo sotto i 15.000 abitanti basta un voto in più per avere Sindaco e premio di maggioranza e quindi se a sinistra/centro o viceversa diamo vita a più liste ci ritroveremmo con un sindaco votato forse da meno del 25% dei votanti effettivi e quindi 4/5 liste di opposizione che in teoria rappresenterebbero il 75% dei votanti e quindi dividi et impera la lista civica T&F che da noi ha avuto uno scarto di 14 punti percentuale, stravinceva su "Insieme per Vecchiano" se divisa in 4 o 5 pretendenti di centrosinistra alla guida del Comune.

Ora la storia non si ripete mai e Jean Mary Le Pen non è l'indipendente Riccardo Maini od altri delle destre sangiulianesi, ma in Francia tempo fa la sinistra voleva dare una bella lezione a Lionel Jospin che a rigor di logica doveva andare al ballottaggio con Chirac e quelli puri e duri di sinistra fecero una furbatella pre elettorale nei confronti di Jospin pensando di dare una lezione al poveromo che in precedenza tutti tutti a sinistra non aveva accontentato ed in tanti decisero di non andare a votare al primo turno per poter poi "ricattare" il povero Jospin chiedendo più potere e ministri per la sinistra con il loro voto di appopggio al ballottaggio, però c'é sempre un però e Jan Mary Le Pen fece ballottaggio con l'altro di destra, Chirac e la sinistra furbacchiotta lo prese ner rbaghere.
Auguri....!
... Tafazzi è altra cosa spero, però...però, occhio alle bottigliate sul davanti autodate e..ciccia ghietro da sconosciuti ...è un amme!
bona.

22/12/2013 - 13:39

AUTORE:
Alice

Gentile signor Luca Ruberti, è domenica…. magari il signor Ballantini è a far compere per i regali di Natale… Gli dia tempo prima di paragonarlo all'innominabile.

22/12/2013 - 13:25

AUTORE:
Piero Chicca

Credo che Ludmilla abbia ragione da vendere. E che glie ne avanzi pure per regalarla.
Si sa, ormai è roba di tutti i giorni, che molti pubblici amministratori non sanno rispettare il valore dei soldi -che vengono spillati ai contribuenti portandoli fino al dissanguamento e sull'orlo, e anche oltre la povertà- tanto da spenderli spesso allegramente e sconsideratamente. Quando non se ne appropriano per uso personale.
Un esempio -uno fra tanti- è la famigerata fondazione Cerratelli. Come può, una simile follia -peraltro totalmente estranea al contesto culturale o sociale di una comunità come Sangiuliano- essere stata pensata come istituzione idonea a diffondere cultura o addirittura produrre utili all'amministrazione comunale? E se di questa vanità se ne vuole fare oggi mostra itinerante, significa che la sua stabile collocazione non è servita a niente, che non ha richiamato visitatori, o almeno non in numero sufficiente a giustificarne anche minimamente la spesa. Quindi, se Maometto non va alla montagna... Ma spostare le montagne (e anche le delegazioni che le accompagnano) costa. E allora viene da pensare che quest'idea significhi caricare spesa su spesa, danno su danno: anni e malanni e l'uscio addosso, come dice un vecchio adagio nostrano. Se, cosa improbabile, Cinecittà o Hollywood vi fossero interessate, perché dobbiamo portargliela fino a casa, vengano loro a vederla, li aspettiamo qui, invece di itinerare col solito codazzo di favoriti che vadano a farsi viaggi a nostre spese.
A questo punto, visto che ormai il danno è fatto, e i rimedi possono essere peggiori del danno stesso, sarebbero intelligenti le due proposte di Ludmilla, la seconda più della prima, se fossero possibili. Ma dubito che di questi tempi sia facile trovare un privato che voglia impegnarsi in tale spesa, e per le pubbliche amministrazioni -in questi casi per fortuna- vige il patto di stabilità.
Ho letto di qualche stima positiva, ma immagino che al “bella e interessante”, sia seguito tacitamente “sì, però tenetevela voi”. E' un po' come quel venditore che sente fare grandi apprezzamenti su un oggetto che ha in vendita: che è bello, che il prezzo è basso rispetto al valore, che qui, che là, ma senza che l'estimatore abbia intenzione di acquistarlo. Una falsa adulazione dunque, una ruffianeria.
E a questo punto mi viene in mente che gli amministratori che hanno deciso questa cosa non sono vecchi rottamabili, dunque la realtà è che non sempre gioventù fa rima con virtù.
In conclusione questa Cerratelli per l'economia del comune è stata una mazzata; per la cultura è stata un'invasione di campo, una deviazione, una violazione. Ma resta lì come onere e come simbolo. Simbolo di cosa ognuno lo definisca da sé.

22/12/2013 - 11:47

AUTORE:
Luca Ruberti

Ballantini come Berlusconi non risponde alle domande

22/12/2013 - 10:30

AUTORE:
Gianmarco Braccini

"Libertà è partecipazione" diceva Giorgio Gaber in una sua canzone, questo spirito è quello che anima la lista impegno e solidarietà. Molti di noi sono persone che hanno lavorato dall'altra parte della barricata, nel volontariato a contatto con chi ogni giorno deve pensare come portare il pane a casa la sera e di questi periodi,sono sempre in numero crescente. Non abbiamo avuto un rapporto felice con l'amministrazione che spesso ci ha usato e anche snobbato. Non so quanta strada faremo né se potremo fare meglio,ma "libertà è partecipazione" e vorremmo partecipare per provare a migliorare quello che c'è."libertà è partecipazione" quindi vi invito a venire nella nostra sede a San Giuliano a partecipare,a portare le vostre idee e le vostre critiche. Noi stiamo provando a costruire e credo che l'apporto di tutti sia fondamentale. Non vedo niente di sbagliato in questo. Credo che per migliorare le situazioni bisogna far tesoro dei propri errori e ricominciare da li per ripararli con spirito di servizio verso quella comunità di cittadini che rappresentiamo. Questo è l' invito che faccio al PD!Noi come lista facciamo le nostre proposte di cambiamento e ci mettiamo in ascolto di quelle che i cittadini vorranno farci.

21/12/2013 - 22:25

AUTORE:
Luca Ruberti

Visto che il Signor Ballantini risponde mi dica con chi vi alleate alle elezioni con tutti tranne col PD visto che sparate a zero sul l'amministrazione? Ma sicuramente a questa domanda non risponderà visto che vi serve il PD

21/12/2013 - 18:20

AUTORE:
Lettore della VdS

..i bagnaioli non mettesero a spregio sempre quel cavolo di costumi della Cerratelli in tutte le salze così come il cognome D'Alema per i ciwatiani& ed il n°101, ed il suffisso "gate"- mignottagate, rubigate etc etc - oppure "opoli" tangentopoli, tassopoli etc etc.

Eppoi, "porcellum e mattarellum; 'nzomma unsene pole più, sarebbe l'ora di finimola e rifare una partita tutta nuova con carte d'incignatura perchè le "marcature" e gli "accenni" ci hanno annoiato: rispettiamo i giovani che votano per la prima volta che di ceratellopoli& ceratellagate non vorrano saperne e noi siamo al trabocco e non vorremmo essere condannati a sentir le stessissime parole fino alla terza generazione.
amen

21/12/2013 - 14:19

AUTORE:
Ludmilla

Sono disposta ad aspettare le risposte ufficiali, i suoi propositi personali sono tanto lusinghieri quanto scarsamente attuabili, a mio avviso.
Quando dice che ci e' costata molto, sa di che cifre parliamo durante la gestione Panattoni?
Con questo tipo di cultura si mangia poco, mi creda, lasci perdere le mostre itineranti, Hollywood, il circuito museale ed i noleggi, siamo troppo piccoli ed incapaci per fare queste cose. Mi permetto di suggerire io due soluzioni: trovare un socio imprenditore che si prenda l'onere di gestirla, oppure, ove possibile, proporla ad un'asta internazionale.
Vede, gia' con questa prima risposta si e' accaparrato i voti dei colti e si e' giocato quelli dei meno colti, non e' stato un buon affare, mi creda.

21/12/2013 - 12:23

AUTORE:
Valter Ballantini

Cara sig.ra Ludmilla,
premetto che la Lista Civica Impegno e Solidarietà ha in programma nelle prossime settimane di esporre gli altri numerosi punti del programma e potrei rimandare la risposta al momento nel quale parleremo anche di questo. Ma non voglio sottrarmi alla sua sollecitazione e risponderò in questo momento a titolo personale.
La collezione Cerratelli ha un valore inestimabile. Sono anche fermamente convinto che con la cultura si possa mangiare (per riprendere uno slogan che nei mesi scorsi ha occupato le pagine dei giornali ed i social network). Però il valore può fruttare e le pance si riempiono se si fanno delle cose e l'amministrazione, mi pare di poter dire, ha fatto poco, forse niente.
Noleggio dei costumi alle compagnie teatrali, inserimento nel circuito museale per attrarre visitatori, preparazione di una mostra itinerante da portare a Cinecittà o a Hollywood, affitto per le feste di carnevale (spero mi concederà un po' di ironia) non mi pare che siano state opzioni praticabili/praticate per ottenere un ritorno dei rilevanti investimenti fatti.
La Fondazione Cerratelli in questi anni ha drenato una rilevante quantità di risorse dal nostro Comune. Noi non possiamo permettercelo.

20/12/2013 - 19:51

AUTORE:
Ludmilla

...casomai astio e diffidenza nei confronti dei politici che in campagna elettorale ci hanno promesso fogne, cura del territorio, sviluppo turistico, fibre ottiche e tanto altro ancora, per poi non mantenere nulla o quasi. Li ho votati la prima volta e mi hanno delusa, ho cambiato e ne ho votato altri e mi hanno delusa, ora voglio conoscere le persone e la fattibilita' di cio' che viene promesso. Ma siccome voglio cominciare fin da ora a "testarvi", ditemi cosa pensa la vostra lista della collezione Cerratelli, comincio dalle domande piu' facili, per ora.

20/12/2013 - 13:49

AUTORE:
Bruno della Baldinacca

... dice la "sinniora Ludmilla".

Se nessuno di loro che vengon chiamati alla politica, inteso come responsabilità politiche del governare un'associazione, un ente, un sindacato, un governo-locale o nazionale e nessuno li ha cercati prima o sono degli imberbi e degli sgavonchi.

Enzo Biagi ebbe a dire del - non desiderare la donna d'altri - che se raggiunta una certa età e nessuno l'ha desiderata, vuol dire che era una sgavonchia come diino a Nodia.

20/12/2013 - 12:36

AUTORE:
Valter Ballantini

Cara Ludmilla, (il tuo nome mi ricorda la serie televisiva più in voga del momento che tutti i giorni guarda mia figlia; magari anche tu hai una figlia pressappoco dell'età della mia), la cifra di 300mila euro viene fuori proprio da uno studio che abbiamo condotto riferendoci a comuni nei quali questa cosa è stata fatta negli anni scorsi e rapportandolo alla nostra realtà sulla base di quanto il comune di San Giuliano ha sul bilancio come spesa per la pubblica illuminazione pensiamo che il risparmio sarà di quella entità.
Tu puoi avere tutti i dubbi del mondo al nostro riguardo ed è assolutamente lecito. Ti invito a partecipare alle nostre iniziative che nelle prossime settimane e mesi cercheranno di spiegare punto per punto le nostre proposte, il come e con che risorse.
Alcune delle cose che abbiamo scritto nei primi 31 punti hanno un costo, altre sono a costo zero. Ne vedrai arrivare altre, tante. Confrontale con serenità con quelle che in un futuro più o meno prossimo faranno gli altri. Guarda quante saranno "originali" ma fattibili a costo zero per la nostra comunità. In molti casi si tratta solo di riproporre buone pratiche usate da altri in altri territori che hanno portato a dei vantaggi nella vita dei cittadini. Le abbiamo trovate e proposte perché abbiamo studiato.
Esprimi il tuo giudizio, che potrà essere a noi favorevole ma anche no. Partire con un pregiudizio nei nostri confronti è lecito, ma siccome sei una persona intelligente (così sembrano i tuoi commenti in tanti altri punti di questo giornale) sono sicuro che vorrai fare una riflessione critica ma obiettiva su quello che proponiamo e non ti fermerai ad un giudizio sommario ed espresso con disprezzo.
Cordialmente.

20/12/2013 - 0:51

AUTORE:
Ludmilla

Le promesse ed i buoni propositi, il cui indice di fattibilita' non e' supportato da alcuno studio approfondito, lasciano il tempo che trovano. Tanto per fare un esempio, al punto 10 si dice di voler sostituire tutta l'illuminazione con quella a led, cosa che comporterebbe un risparmio di 300.000 euro l'anno. Come siete arrivati a questa cifra? Quanto costerebbe la trasformazione?
Poi parlate di fitodepurazione degli scarichi delle frazioni che non hanno la fogna. Dove li fareste? Quanto costerebbero gli allacciamenti? E cosi' via, avrei quesiti per tutte le vostre promesse. Alle prossime elezioni i cittadini dovranno scegliere persone dal comprovato valore, misurato in quello che hanno gia' saputo fare piu' che in quello che prometteranno di fare, e se non sono politici meglio ancora.

19/12/2013 - 23:15

AUTORE:
bgm

Finalmente delle proposte concrete e non scritte in politichese! Dalla loro lettura traspare attenzione verso il cittadino e rispetto per il territorio che abitiamo. Speriamo ne arrivino altre e che siano intertressanti come queste.
L'augurio che faccio alla lista è che abbia la possibilità,con l'aiuto dei cittadini di realizzarle.