none_o

Gioia e picconate, abbracci e idranti, sbarre che si alzano e fiumane di vessati che sfociano nella libertà, l'euforico stordimento prodotto dall'onda d'urto del treno della Storia quando passa sferragliando e fischiando così sonoramente da rendere impossibile non accorgersene: la notte della caduta del Muro di Berlino, 30 anni fa, fu tutto questo e definirla 'storica' è quasi riduttivo. Era il 9 novembre del 1989. ..

Circolo ARCI Migliarino
none_a
Sezione Soci Coop Valdiserchio-Versilia
none_a
PUBBLICA ASSISTENZA S.R. PISA
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Nella primavera del 2008 Rifondazione comunista, Partito .....
L’attuale deriva della crisi di sistema paese, .....
. . . . . . . . . . . ha avuto un enorme potenziale .....
Faccio ammenda volevo scrivere Cascina , ma non mi .....
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Cosa fare per evitare i fastidi causati dall'acaro autunnale
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
ANIMALI CELESTI a Pisa
none_a
Parrocchia di Migliarino.
none_a
FIAB di Pisa.
none_a
Casanova di Terricciola, 9 novembre
none_a
Pisa, 30 novembre
none_a
Pisa, 7 novembre
none_a
Da Zero a Mille.
none_a
Circolo Il Fortino-Marina di Pisa
none_a
Val di Serchio
none_a
Val di Serchio
none_a
Cs campionato petanque
none_a
Situazione delle squadre della Val di Serchio
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
"Così a Dio piacque,
l'uovo da cielo cadde
e la gallina nacque!"
Massimo Marianetti
Segretario PD Unione Comunale
Vecchiano
Intervento derivazione delle acque dal Fiume Serchio al Lago di Massaciuccoli: problematiche aperte

18/1/2014 - 23:48

Intervento di derivazione delle acque dal Fiume Serchio al Lago di Massaciuccoli: problematiche aperte.

Il Partito Democratico di Vecchiano  ritiene che il risanamento del Lago di Massaciuccoli sia un obbiettivo da perseguire con grande determinazione per la sua valenza naturale, ambientale, paesaggistica e sociale.
Da questa premessa discende una attenta e cauta valutazione del progetto per la grande derivazione di acqua dal Fiume Serchio affidato dalla Regione Toscana alla Provincia di Pisa.
 
Il progetto nasce da un Accordo di Programma integrativo per la tutela delle risorse idriche del Massaciuccoli sottoscritto nel gennaio del 2006 ed è finanziato dal Ministero dell'Ambiente e dalla stessa Regione Toscana.
 
L'opera è stata ideata dall'Autorità di Bacino del Fiume Serchio, mentre il progetto tecnico esecutivo è stato affidato alla Provincia di Pisa, che si avvia a concludere le fasi della progettazione e a predisporre gli atti per la realizzazione effettiva dell'intervento.
 
Oltre al Ministero dell’Ambiente,  Regione Toscana e Provincia di Pisa, si aggiungono nell'Accordo, l'Autorità di Bacino del Fiume Serchio, Ente Parco Migliarino San Rossore Massaciuccoli, ex Consorzio di Bonifica Versilia-Massaciuccoli, l'ARPAT, la Provincia di Lucca e i comuni di Massarosa, Viareggio e Vecchiano.
 
L'idea risale agli anni 80, ma ha trovato proprio la sua concreta occasione di manifestarsi nel 2006 con il progetto dell'Autorità di Bacino di derivazione di acque dal Fiume Serchio, per migliorare la qualità delle acque del lago di Massaciuccoli e contribuire a ripristinare un flusso naturale di acqua in grado di riattivare i processi naturali del Lago, oggi soffocato dal fenomeno dell'eutrofizzazione ovvero la crescita di alghe che assorbono tutto l'ossigeno e di fatto fanno morire il lago.
 
L'opera ha un finanziamento di circa 20 milioni di euro, e rappresenta un investimento importante per il territorio, proprio per questo è assolutamente necessario  attivare una riflessione accurata a partire da alcune considerazioni critiche che sono state avanzate così come è necessario che vi siano delle risposte chiare su alcune problematiche aperte.
 
Pur riconoscendo l’importanza del piano teorico e degli studi su cui poggia questo progetto, esercitiamo il diritto di avere maggiore chiarezza e certezza sui benefici di questa grande opera avanzando alcune considerazioni critiche, sollevate da una riflessione politica.
 
Si ritiene che la derivazione di acqua dal Serchio non sarà risolutiva e non consentirà di arrivare al totale risanamento del Lago, in quanto oltre alla carenza di acqua ci sono una serie di fattori che hanno portato all’attuale situazione di crisi del Lago, legate alla coltivazione dei terreni di bonifica e in misura molto minore agli scarichi dei reflui urbani, che non vengono minimamente toccati da tale progetto.
 
Sulla base dei numerosi studi fatti negli anni, da vari soggetti pubblici, gli interventi che dovrebbero essere effettuati per risanare il lago di Massaciuccoli sono molteplici ed anche piuttosto complessi e per stimarne l’efficacia dovrebbero prevedere una complementarità e sinergia, che ad oggi non vediamo.
 
Al momento  solo alcuni interventi sono in corso di realizzazione:

 -  l’intervento sperimentale di fitodepurazione su alcuni ettari di aree                 agricole prospicienti il lago,
 - limitazione degli scarichi fognari dei comuni di Vecchiano,                      Massarosa e Viareggio attraverso l’immissione in altri corpi idrici,

-  risanamento quasi completato delle discariche.
 
Ma in un quadro così complesso come quello del Lago di Massaciuccoli, si devono evidenziare anche i tanti interventi non ancora realizzati, ma possibili, che invece chiediamo  vengano perseguiti con determinazione e coraggio.
 
- trattamento dei fanghi dei fondali per eliminare sostanze nutritive, anche     con dragaggio;
- drastica riconversione delle aree agricole sia con riallagamenti che con      utilizzazione di specie molto meno esigenti a livello nutritivo e idrico;
- riduzione dell’irrigazione estiva per limitare il pompaggio delle idrovore e   quindi dell’immissione continua di nutrienti nel lago

 Di nuovo in nome della complessità richiamata dalla situazione del Lago e dal progetto di derivazione riteniamo di non poterci esimere dal richiedere ulteriori approfondimenti che garantiscano l’assenza di conseguenze negative sull’ecosistema fluviale del Serchio che insiste anche sulla nostra Marina di Vecchiano.
 
In conclusione riteniamo, proprio per l’importanza e l’impatto che una tale opera potrà avere sul nostro territorio, che prima di procedere a tale realizzazione dovranno essere date risposte chiare alle questioni sollevate.  
Risposte che aggiungano certezze sulla bontà di quest’opera rispetto ai risultati attesi.
 
Pertanto il Partito Democratico di Vecchiano  chiede con forza a tutti gli enti coinvolti nell'Accordo di Programma:
 
- che si trovino le risorse per mettere in atto tutti gli interventi ipotizzati che  possono portare a migliorare le acque del Lago ma mai perseguiti con  determinazione
- che si risponda in maniera precisa e puntuale alle varie considerazioni       critiche sollevate  e si approfondiscano tutti gli aspetti tecnici del

  progetto stesso
- che l'Amministrazione comunale si faccia carico nelle sedi competenti di     queste preoccupazioni e di queste istanze.

 L'Assemblea dei Delegati del Partito Democratico

Fonte: Massimo Marianetti Segretario PD Unione Comunale Vecchiano
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




19/1/2014 - 18:06

AUTORE:
AKKAPI'...

... ma a di' la verità qui anche se mi sforzo capisco po'o... ma ir PIDDI' di Vecchiano 'r TUBONE lo vole, o un lo vole... mi riorda tanto Don Abbondio quando si mise a parla' latino dinnanzi ar povero Renzo... ma ner tempo der 2.0 i cittadini si sono un poino di più svegliati... viene giù 'r mondo e ci si mette' a fora' dell'altro la terra... ma a questi vi' chi 'niela data la patente???