none_o

Poche righe, molto concrete, che non lasciano spazio ad altre interpretazioni o strumentalizzazioni.
Liliana Segre, la senatrice a vita sopravvissuta all'olocausto e oggetto, nelle ultime settimane, di numerosi attacchi sul web, ha declinato in maniera netta la proposta, partita dal mondo del giornalismo e poi ripresa anche da diversi esponenti politici, di essere candidata al ruolo di Presidente della Repubblica. 

Circolo ARCI Migliarino
none_a
Sezione Soci Coop Valdiserchio-Versilia
none_a
PUBBLICA ASSISTENZA S.R. PISA
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
San Ranieri miraoloso.

Levato quer viziaccio .....
. . non al Carroccio
6000 sardine 200 scorfani 100 gallinelle e il caciucco .....
"Questo è il segnale che se tutti ci muoviamo, forse .....
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
I racconti di Michele
none_a
Consorzio Vino Chianti
none_a
Le squadre di Val Di Serchio
di Marlo Puccetti
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
Alla cassa di un supermercato una signora anziana sceglie un sacchetto di plastica per metterci i suoi acquisti.
La cassiera le rimprovera di non adeguarsi .....
Pisa
Rischio piena a Pisa: Gelli “ruolo chiave svolto dai volontari”

31/1/2014 - 11:43

Più del 50% delle forze messe in campo è rappresentata da volontari
Rischio piena a Pisa:  Gelli “ruolo chiave svolto dai volontari”
Il presidente del Cesvot esprime forte preoccupazione
 
 
“Esprimo forte preoccupazione per quanto sta accadendo in questi istanti a Pisa. In questi momenti è fondamentale lo spirito di collaborazione fra la  Protezione civile e le autorità competenti.”

E’ quanto dichiarato da Federico Gelli, Presidente del Cesvot, Centro Servizi Volontariato Toscana. “Nella gestione di un’emergenza di questa entità un ruolo chiave viene svolto dai tanti operatori impegnati nelle associazioni di volontariato che, con competenza e alta professionalità, rappresentano il 50% delle forze messe in campo. A questo proposito voglio ricordare che, rispetto al passato, le ondate di piena possono essere previste e monitorate sia nella tempistica che nella portata grazie all’azione di controllo  svolta dal Centro Funzionale Regionale della Protezione Civile, uno dei primi istituiti in Italia, che misura in tempo reale il rischio idrogeologico del territorio e che ha sede proprio a Pisa.

Questo consente la risposta della Protezione civile in tempi rapidi garantendo così maggiore sicurezza per i cittadini. -- 

Cristiana Guccinelli
Responsabile Settore Comunicazione, promozione e ufficio stampa
Cesvot - Centro Servizi Volontariato Toscana

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: