none_o


Dopo l'articolo incentrato sugli avvenimenti dell'inizio del 1800 e sugli adempimenti che Napoleone chiedeva al territorio della Comune di San Giuliano, in cui Vecchiano era stata inclusa da Pietro Leopoldo nel 1776, insieme con tutte le 31 Comunità della precedente Podesteria di Ripafratta, arriviamo ora alle vicende al tramonto dell'Impero napoleonico.Nel 1808 Vecchiano era stata separata, sempre dai francesi, dai Bagni di San Giuliano, dividendo le Comunità a destra e a sinistra del Serchio, ma la procedura fu molto ostacolata dall'amministrazione di San Giuliano. 

Ma il silenzio di un popolo …
A volte scrivere per .....
Stamattina per cause da stabilire c’è stato un incendio .....
. . . come tanti "noialtri autoctoni" a 4 (quattro) .....
Che bellezza il 2 giugno: 10. 000 auto a 10 euro/ cadauna .....
Di Mattia Feltrio
none_a
di Roberto Sbragia - Capogruppo Vecchiano Civica
none_a
Di U M (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Fabio Poli
none_a
Di Umberto Mosso (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Libri.
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Ar vernàolo, a questa lingua antìa,
io provo a fanni ‘na radiografia.
Per noi pisani, tanto pe’ chiarì,
è la parlata ‘he si parla ‘vi
inventata .....
A me, come a tanti altri hanno rubato il vaso portafiori in bronzo al cimitero di Pontasserchio, è troppo abbandonato. Anche i defunti meritano rispetto .....
Prefettura di Pisa - Ufficio Stampa
Conclusa la riunione del CCS in Prefettura: domani scuole aperte a Pisa

10/2/2014 - 22:43

Conclusa la riunione del CCS in Prefettura: domani scuole aperte a Pisa
 
Dalle ore 17 alle ore 18:30 i componenti del Centro di Coordinamento Soccorsi si sono riuniti nuovamente in Prefettura per fare il punto di situazione. Presenti tra gli altri all'incontro, il Presidente della Provincia Andrea Pieroni, il Vice Sindaco Paolo Ghezzi, nonché il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco Marco Frezza ed i rappresentanti delle Forze dell'Ordine, ai quali il Prefetto Tagliente ha rinnovato la gratitudine, per il ruolo svolto nella fase di pianificazione e gestione dell'ultima emergenza.
Il Centro Funzionale della Regione Toscana ha confermato per il bacino dell'Arno che le precipitazioni, pur se diffuse, sono state inferiori a quelle attese e risultano in attenuazione.
Le piene previste sulla città di Pisa, in base ai modelli disponibili e tarati sulle precipitazioni attese, risultano inferiori a quelle dell'evento già gestito il 31 gennaio.
In base a questo scenario, pur mantenendo attive tutte le forme di presidio e di controllo territoriale, è stato deciso di non assumere provvedimenti di particolare impatto sulle attività quotidiane della cittadinanza, salvo modifiche significative degli scenari previsionali, che saranno costantemente monitorati.
Pertanto il Vice Sindaco di Pisa con delega alla Protezione Civile Paolo Ghezzi ha deciso che, allo stato attuale, salvo modifiche sostanziali del quadro di riferimento, per la giornata di domani 11 febbraio le scuole rimarranno regolarmente aperte, così come le Università e tutti gli uffici pubblici.
Rimane alta l'attenzione sui territori dei comuni interessati dal reticolo minore dell'Arno e del fiume Cecina.
La quasi totalità dei Sindaci ha attivato il Centro Operativo Comunale, e resta in contatto con la Sala Operativa Provinciale Integrata.
 
Pisa, 10 febbraio 2014


Prefettura di Pisa - Ufficio Stampa

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri