none_o


Mi è capitato di leggere su FB un post di Massimo Cerri sulla situazione del lago di Massaciuccoli. Una specie di lettera del lago stesso che rievoca i bei tempi passati quando questo posto era zona di caccia, di pesca e di svago per tutti i vecchianesi. Altri post a commento confermano questa visione dell’abbandono di questo luogo ricordando, con una vena nostalgica, gli anni in cui non vi era nessun tipo di vincolo.

Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Bagno degli Americani
none_a
di Antonio Mazzeo, consigliere regionale
none_a
. . . è il corvo. Invece i citrulli che minimizzano .....
. . . l'uccellaccio del malagurio? corvo o condor?
. .....
Molti sindaci, a mio avviso previdenti, hanno impedito .....
. . . del mestiere sono stati tratti in inganno da .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
CULTURA E SPETTACOLO a cura di Giulia Baglini
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Appello di Frei Betto
none_a
Vicopisano
none_a
Tirrenia, Bagno degli Americani
none_a
Marina di Pisa, 14 agosto
none_a
Tirrenia, 14-15 agosto
none_a
Molina di Quosa, 14 agosto
none_a
Molina di Quosa, 14 agosto
none_a
GIOVEDI 13 AGOSTO LA SESTA TAPPA
none_a
Pontasserchio, 7-8-9 agosto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Nuova apertura


    Il Consiglio di Circolo Arci Migliarino è lieto di annunciare ai propri Soci la riapertura dei locali che avverrà il giorno 1 agosto con orario dalle ore 19 alla mezzanotte. Sabato e domenica compresi. L'orario potrà variare in caso di eventi. Informazioni su iniziative sulla pagina FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


Di Marlo Puccetti
none_a
#VecchianoSport #Calcio
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
FC FORNACETTE CASAROSA
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
Centro Commerciale Naturale di San Giuliano Terme
Le aspettative sul piccolo commercio a San Giuliano Terme
Lettera ai candidati a Sindaco

15/2/2014 - 13:35

CENTRO COMMERCIALE NATURALE
DI SAN GIULIANO TERME


 COMUNICATO STAMPA
 
 
Le aspettative sul piccolo commercio a San Giuliano Terme
Lettera ai candidati a Sindaco
 
                                              
Il Centro Commerciale Naturale di San Giuliano Terme, in vista delle prossime elezioni ammnistrative, si rivolge a chi amministrerà in futuro il Comune termale, perchè prenda in buona considerazione alcune proposte sul piccolo commercio, per un cammino comune, utile e produttivo per noi piccoli negozianti e per l’amministrazione comunale, di cui pensiamo essere linfa vitale.
 
Rivolgiamo le nostre richieste a tutti  i candidati a Sindaco e non a uno in particolare. Per noi conta l’impegno che coloro che saranno chiamati ad amministrarci  vorranno assumersi verso la crescita e lo sviluppo di una nuova “alba” turistico-commerciale del nostro Comune.
 
Il  progetto scuola, la Family card, i mercatini di Natale, l’illuminazione natalizia, i vasi posti davanti ai negozi associati, i vasi con l’olivo posti agli incroci più importanti del nostro Comune, la scultura in marmo all’Agrifiera, le panchine e le fioriere a Colignola e Mezzana, queste e altre, sono le cose importanti che in questi anni siamo riusciti a produrre con la collaborazione dell’amministrazione.
 
 LE NOSTRE RICHIESTE

 
 1) COLLABORAZIONE TRA AMMINISTRAZIONE E CCN
Vogliamo sottolineare come si riveli essenziale la stretta collaborazione con l’amministrazione  comunale, un rapporto aperto per lo sviluppo del commercio e del turismo del nostro comune, con la partecipazione dell’amministrazione alle nostre riunioni assembleari mensili, con una informazione diretta sui problemi del commercio, sugli eventi e sulle prospettive del nostro territorio per i negozi di vicinato e per la grande distribuzione, affinchè questa non  ci disturbi ulteriormente.
 
Ecco in sintesi le nostre richieste:
 
avere una linea diretta d’informazione con  il Consiglio Comunale in base a quanto viene di volta in volta deciso sul piccolo commercio o turismo
mantenere la riduzione  del 10%  sulla spazzatura
non pagare il suolo pubblico per gli eventi che faremo, tendenti a portare pubblico nelle varie frazioni
avere il patrocinio per gli stessi una buona gestione degli affitti, in particolare dei fondi vuoti, soprattutto nelle  piazze, nelle vie principali, nelle zone residenziali. Troppi fondi rimangono sfitti a causa dell’alto affitto e l’amministrazione dovrebbe in questi casi fare da intermediara per le riduzioni e per favorire nuove aperture
stabilire regole per l'apertura di nuove strutture di vendita e prevedere la revisione dello strumento urbanistico, per una diversa e più razionale distribuzione delle merceologie. Vorremmo che fosse favorita l’apertura di nuovi negozi, ma anche e soprattutto lo sviluppo di quelli esistenti.
sviluppare un rapporto fra le varie strutture turistico/commerciali esistenti (Strada dell’Olio, Centro Commerciale Naturale, Pro Loco, agriturismi, alberghi, ristorazione etc...) di cui il Comune dovrebbe essere intermediario, per la programmazione di visite alle nostre ville e alle terme con possibile vendita della nostra produzione locale e offerte promozionali dei nostri ristoranti e per serate con offerte particolari sia di prezzo che di cucina tradizionale toscana
mantenere inalterata la linea diretta e preferenziale con l’amministrazione per il disbrigo delle pratiche dei nostri associati e con la polizia urbana per una collaborazione più conciliante con i commercianti in merito al giusto ordine e rispetto delle regole
mantenere lo sconto del 10% su Imu/Tares che sia (sulla quota ovviamente comunale) come fino ad oggi ci è stato  riconosciuto
mantenere una collaborazione attiva sui vari progetti già in atto e futuri
vedere  la tassa di soggiorno investita  solo sui  settori commercio e turismo
studiare  nuovi parcheggi per il turismo che speriamo si sviluppi ulteriormente
avere finalmente  una nostra sede ufficiale, dove svolgere le riunioni e i lavori giornalieri
la possibilità di presentare alla Polizia Municipale  una documentazione unica  per tutti gli eventi che facciamo durante l’anno, visto che è sempre la stessa organizzazione a fare domanda

 
2) TASSAZIONE
Sarebbe  opportuna una oculata revisione  della cosiddetta “tassa sulla spazzatura”, che dovrebbe essere diversificata non solo per superficie ma anche  per quantità.
 
3) CONTRIBUTO DELLA GRANDE DISTRIBUZIONE PER LA PULIZIA DEL TERRITORIO
La grande distribuzione ci inonda di giornali pubblicitari e depliants che riempiono le nostre cassette della posta e sporcano le nostre strade. In merito a ciò sarebbe opportuna la previsione di un contributo dalla grande distribuzione da destinarsi alla pulizia del territorio.
 
4) MIGLIORE GESTIONE DELLE STRUTTURE SPOTIVE
Sarebbe importante una migliore organizzazione delle attrezzature sportive. Vista la qualità delle strutture ricettive, degli hotel, degli agriturismi e dei B&B, riteniamo opportuno che le strutture sportive vengano dotate del massimo confort tecnico per gli allenamenti dei professionisti. Tutto ciò in merito al campo grande da competizione. Il campo più piccolo adiacente dovrebbe invece essere messo a disposizione dei nostri giovani e amatori meno giovani, per una giusta fruizione da parte dei Sangiulianesi.
 
5) ARREDO URBANO
Vorremmo attenzione e cura particolare per l’arredo urbano, per il quale qualcosa da parte nostra è stato fatto (vasi con fiori fuori dai negozi associati, vasi con alberi di olivo agli incroci, panchine e fioriere a Colignola e Mezzana), ma molto rimane  da fare: curare i giardini, le strade, le rotonde, mettere panchine e cestini per la raccolta rifiuti e per cani, segnalazioni turistiche adeguate agli incroci etc...
 
6) TEATRO ROSSINI
Sarebbe importante poter ridare ai Pontasserchiesi l’uso del teatro Rossini per spettacoli e eventi che da tempo non possono essere realizzati per i costi eccessivi richiesti dall’attuale gestione, per dare spazio ai nostri giovani emergenti, che si formano nelle varie scuole del Comune nelle diverse discipline artistiche (es. danza, teatro, canto).
 
 
Centro Commerciale Naturale di San Giuliano Terme
 
                                                                             Il Consiglio Direttivo
Giuseppina Aufiero, Sandra Bacci, Michele Baroni,
Franco Barsotti, Francesca Doni,
Stefano Ferrini, Laura  Grassi
 
 Il Presidente
                                                                      Venanzio Fonte
 
 Associazione Centro Commerciale Naturale di San Giuliano Terme
Tel. 3357461735 – 3478767180

 
Info: www.ccnsangiulianoterme.it

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




21/2/2014 - 17:42

AUTORE:
venanzio fonte

Leggo con piacere il dibattito che si sta sviluppando intorno alla nostra lettera indirizzata ai candidati sindaci.
Chiedo scusa per non avere inviato anche la lettera del Di Maio per par condition con Betti, ma l'errore è stato del tutto casuale in quanto c'è stata una incomprensione fra me e la nostra collaboratrice, ognuno pensava che le due lettere le avrebbe spedite l'altro.
Comunque.... provvediamo subito, inviando di seguito allegata anche quella mancante.
Colgo l'occasione per chiedere ancora una volta ai commercianti tutti del nostro comune, associati e non associati di aggiungere le loro considerazioni o richieste a quelle che sono già state fatte.
Il problema del "piccolo commercio" riguarda tutti, non solo gli associati al Centro Commerciale Naturale.
Pertanto voglio avvisare i commercianti che ci leggono che due dei candidati ci hanno chiesto un incontro che abbiamo così concordato:
Mercoledì 26 febbraio incontro a San Giuliano in piazza schelley con Marchetti ore 21,15 e giovedì 6 marzo incontro alla stazione di San Giuliano t. con Di Maio ore 21,15.
Più saremo e più potremo dare peso alle nostre richieste.
Invito quindi i commercianti del comune a partecipare con noi a questi due incontri.
Grazie a tutti per l'attenzione.

Venanzio Fonte
Presidente del Centro commerciale Naturale di San Giuliano T.

San Giuliano Terme, 14 febbraio 2014
.....................................................................

Gentilissimo Signor Presidente e Consiglieri del Centro Commerciale Naturale di San Giuliano Terme,
ho letto con molta attenzione la lettera che avete inviato a me e agli altri candidati con la quale spiegate quali sono le vostre aspettative e le vostre proposte per un miglior futuro del piccolo commercio e del
turismo del nostro comune.
Molte sono le cose richieste, alcune sicuramente risolvibili in breve, altre più complesse per le quali occorrerà del tempo ed un grande impegno per essere esaminate e portate a termine.
Ciò che apprezzo della vostra lettera, oltre all’estrema chiarezza delle richieste che semplifica non poco
il lavoro di chi un domani dovrà amministrare il territorio in merito al commercio, specificatamente a
quello di vicinato, è la volontà che avete espresso di una collaborazione a “stretto contatto” con l’amministrazione comunale. Cosa questa che mi trova perfettamente d’accordo e mi pone nelle condizioni di poter “promettere” sia una stretta collaborazione con voi e sia la ricerca di un filo conduttore comune che permetta quel salto di qualità che da troppo tempo manca nel vostro settore.
Come vedete ho “promesso” questa cosa perché sono sicuro di poterla attuare al momento che mi
trovassi alla guida del nostro comune, mentre non posso prometterne altre in quanto come detto non tutte di facile soluzione. Posso comunque assicurare il massimo impegno e la massima disponibilità a
risolvere insieme, nei modi e nei tempi giusti, le varie problematiche.
Persone giuste al posto giusto, è questo lo slogan che vorrei portare avanti nel mio programma per dare
una maggiore professionalità, una maggiore qualificazione e un maggior impulso all’apparato comunale.
Nelle linee programmatiche che sto elaborando per la cittadinanza, con la quale affronterò i problemi
generali del nostro territorio avrò modo di ampliare ulteriormente il discorso ed entrare maggiormente
nel merito.
Ringraziandovi ancora per l’attenzione porgo cordiali saluti

Sergio Di Maio

21/2/2014 - 16:00

AUTORE:
Gigi

....che il Nizzoli aveva ragione, ha sempre portato avanti questa idea con cocciutaggine e determinazione. Questa sera Panattoni e Dini diranno a Freitag che questo e' sempre stato il loro cavallo di battaglia e vedrete che l'idea sara' presto sposata da tutti, ma se vi iscrivete al gruppo fb "Quelli della Marina di S.Giuliano" conoscerete chi e' la vera mamma.

21/2/2014 - 15:39

AUTORE:
P.G_

Dispiace che siano sempre le associazioni e non le Amministrazioni a capire quanto sia importante il turismo per la nostra economia.
Le Amministrazioni si occupano sempre dei soliti problemi, le solite beghe spesso personali, i rapporti con l'opposizione, la normale amministrazione con risultati in qualche caso conosciuto piuttosto dubbi.
Mai un progetto di grande respiro, mai uno sguardo con la testa alta per guardare lontano, ma sempre china sul tavolino per dirimere le banali questioni locali, spesso di scarso interesse e ancora più spesso di inutile natura politica lontana dalla gente e dai veri problemi.
Mi piace Nizzoli quando scende nel concreto, quando cerca di far capire quanto abbiamo di bello e appetibile nel nostro territorio e quanto poco lo sfruttiamo. Se amministriamo un territorio di poco valore ambientale con nessuna prospettiva turistica forse vale la pena di realizzare anche una discarica, con tutti i massimi criteri di sicurezza, e trarre da quella i vantaggi per i propri cittadini. Se invece amministriamo la Costa Toscana è da sciocchi o da inetti non sfruttare questa opportunità. Non riguarda solo il comune di S.Giuliano ma anche quello di Vechiano con cui si potrebbero fare progetti integrati di sviluppo che vadano in quella direzione. Chiedo solo di non banalizzare la marina, non aprire in maniera discriminata ma tenendo sempre presente il valore ambientale di quello di cui ci occupiamo. Con quel rispetto che si deve ad un Parco, con le attenzioni obbligatorie e assolute per un ambiente di rispetto. Valorizzare, ecco la parola magica, valorizzare il nostro territorio straordinario a cui si possono associare altre parole come organizzare, rendere appetibile, far conoscere, incoraggiare, proporre.
Anche Vecchiano appare sordo a questo appello, anche lì non si è ancora capito il valore di quello che abbiamo. Stiamo sottovalutando le nostre potenzialità, restiamo fermi mentre gli altri si muovono.
A breve questi due comuni vedranno rinnovate le loro Amministrazioni. Non ci resta che sperare in una nuova generazione di amministratori, più lungimiranti e più accorti nel vedere e nel cogliere le occasioni che il nostro territorio può offrire.

21/2/2014 - 14:19

AUTORE:
Tiziano Nizzoli, Cittadini e Territorio

Sentite un po' cosa scrive La Nazione di oggi: I Monti Pisani potrebbero diventare una destinazione "sun & beach" del ventunesimo secolo. A sostenerlo e' Rolf Frreitag, president dell' IPK international di Monaco di Baviera, societa' specializzata in consulenza turistica che dal 1993 organizza, nella villa di Corliano, il World Travel Monitor Forum. Secondo Freitag la formula giusta, per aumentare l'appeal turistico di San Giuliano e dintorni, e' quella del sole & mare.
"Ci sono 11 chilometri di fantastica spiaggia da sfruttare" spiega, aggiungendo che la zona dei Monti Pisani potrebbe diventare una destinazione con fortissimo attrattiva internazionale. "Pensate, una meravigliosa spiaggia naturale davanti ad un Parco naturale protetto, in mezzo ad un'oasi di pace con una sensazione di grandissima esclusivita'. Tutto questo potrebbe portare nuovo slancio anche al turismo termale di San Giuliano e creare una rinnovata immagine internazionale del territorio".
Freitag parte anche da un'altra premessa:"Piu' dei due terzi dei turisti stranieri provengono dai paesi piu' freddi, al Nord delle Alpi ed amano camminare. Ecco perche' qui si potrebbero creare pacchetti turistici molto appetibili: I Monti Pisani godono di un clima assai piu' mite di alter destinazioni del Continente; penso ad itinerary per il trekking e la bicicletta, a passeggiate sulla spiaggia, e tutto questo potrebbe essere combinato con pacchetti salute, wellness, beauty and fun dentro ed attorno alle terme. In sintesi: apertura dell'offerta termale ad un pubblico piu' vasto in abbinamento a formule basate su cultura, spiaggia, trekking. Ma per farlo -conclude Freitag-la presenza dell'offerta sul web deve essere fatta in modo professionale, con design chiaro, contenuti orientate ai destinatari giusti, traduzione in piu' lingue ed ottimizzazione della visibilita' tramite motori di ricerca.
Cittadini e Territorio lo va predicando da cinque anni, con l'aggiunta che nella sua proposta della Marina di San Giuliano ci ha messo anche le canoe ed il battello sul Serchio, oltre alle ippovie ed ai percorsi enogastronomici!

20/2/2014 - 8:16

AUTORE:
Un altro commerciante

...piace quella del Nizzoli, perche'non e' politica, ma scende nel particolare. E poi, commercialmente parlando, se mentre gli altri chiudono lui invece apre attivita', vuol dire che e' uomo da fatti e non da discorsi.

20/2/2014 - 2:26

AUTORE:
Commerciante

Quella del Di Maio mi è garbata tanto anche se avrei preferito che fosse l'associazione a pubblicarle per dare un giusto spazio a tutti. Comunque l'ho letta su Facebook non mi sembra tanto male. Naturalmente parlo per me

19/2/2014 - 19:06

AUTORE:
Ludmilla

Per vedere i percorsi di cicloturismo a San Giuliano, immaginatevi di essere un turista che chiede al suo smartphone cosa fare, clicca Pro-loco, va sul sito, e....nulla di fatto . Allora prova a cliccare Comune di San Giuliano, va su territorio e turismo, sapete dove si ritrova? Alla Pro-loco un'altra volta, quindi che fa?
Stavolta clicca Comune di San Giuliano - piste ciclabili e stavolta si trova sugli itinerari d'Italia. Zumma, zumma e riesce finalmente ad inquadrare le piste ciclabili nel Comune, un pezzettino al Passo di Dante ed un'altra dentro il Parco di S.Rossore verso il Gombo. Allora il turista decide di andare a farsi una pedalata fino al Gombo ....secondo voi ci riesce?
Nessuna speranza, deve per forza andare nel Comune di Vecchiano, se vuole trovare una pista che lo porti al mare!

19/2/2014 - 11:29

AUTORE:
Romeo

Fai un bel progetto ed i soldi arrivano, non ti preoccupare.
A parte che la Marina di S.Giuliano non costerebbe praticamente nulla, abbiamo gia' tutto.

19/2/2014 - 11:15

AUTORE:
Tiziano Nizzoli, Cittadini e Territorio

Ho trascorso due anni in Kashmir con olandesi, danesi, norvegesi, finlandesi e conosco i loro gusti, che lo "spannocchiatore" almeno questo me lo conceda.
In questo momento ho in mano il Progetto Interregionale Cicloturismo dove vengono riportati grafici dei Paesi europei interessati a pacchetti turistici legati al mondo della bicicletta...Germania, Austria, Svizzera, Benelux, USA, Canada, U.K., Scandinavia...assorbono la quasi totalita' delle offerte e la Toscana e' la piu' gettonata.
La Regione Toscana crede in questo progetto, tanto e' vero che sta pubblicizzando il percorso ciclabile della via francigena e sovvenzionando iniziative per l'ampiamento del reticolo ciclabile in Toscana.
A questo punto ponete alla Pro-loco la domanda: QUALI SONO I PERCORSI PER CICLOAMATORI A S.GIULIANO?
Vi daranno una cartina di percorsi in mountain-bike, ma per la slow-bike l'offerta e' risibile e spesso fuori dal nostro Comune. Il nostro programma vuole portarli in un posto che loro adoreranno, il NOSTRO Parco e la NOSTRA spiaggia, i nostri agriturismi e le nostre dimore storiche e tutto l'indotto ne trarra' vantaggio e l'ambiente non subira' alcun danno, perche' chi pedala non sporca e non fa rumore.
Per quanto riguarda le "brinate" del Comunardo, a parte la loro scarsa frequenza sul nostro territorio, faccio presente che non impediscono alle biciclette di viaggiare!

19/2/2014 - 0:07

AUTORE:
Comunardo

Oppure di un'associazione del tempo libero con qualche accorgimento tennologico, del tipo: piazzare una web cam al Gombo per far vedere in tempo reale le nostre belle brinate che farà da noi fra una settimana, così le mamme Olandesi o Svedesi appena portato il bimbo a scola, 'nforcano la biciretta e venghino-venghino sinniore a vedere la dimoia che con la rena non attacca alle scarpe e...poi si sparge la voce ed a centinaia..ma che dico a centinaia: a decine verranno a svernare nel comune bagnaiolo e tutti /tutte vissero felici e contente...e se poi continua a piovere? si portano i turisti sotto i portici a sgranà il granturco spigolato e poi gne ne diamo una brancatina per ffa la pulenda; cosi poi, si ri/sparge la voce e...
...e ll'omo vive, anche senza soldi. E' li la genialata!

18/2/2014 - 23:20

AUTORE:
gigi

La risposta pubblicata dal betti è imbarazzante.. questi chiedono cose concrete e lui in 40 righe non fa una proposta.. Nizzoli almeno, che pure non mi piace, propone un sacco di roba che ha un suo senso, anche se non dice dove prendere i soldi per tutto questo..

18/2/2014 - 19:21

AUTORE:
elettore per Betti

Ecco la risposta di Alessandro Betti Degl'Innocenti che ho estrapolato dalla sua Pagina Facebook "Alessandro Betti Sindaco" (link https://www.facebook.com/pages/Alessandro-Betti-Sindaco/1463747500520600 )

Elezioni Primarie
Alessandro Betti Degl’Innocenti
Passione e competenza ……. Per cambiare, per fare!

Spett.le
Centro Commerciale Naturale
San Giuliano Terme

Caro Presidente,
cari Consiglieri,

ho molto apprezzato la vostra lettera che, in sintesi, pone un tema fondamentale. Il rilancio di un’attenzione e di una interazione continua tra l’Amministrazione Comunale e soggetti singoli e collettivi presenti ed operanti sul territorio sangiulianese.

Ritengo necessario prioritariamente rimettere al centro dell’azione di governo del comune la politica, la buona abitudine al confronto ed anche allo scontro per dare a tutti la possibilità di esprimere giudizi, di proporre idee - iniziative, per allargare la partecipazione al bene comune che si traduce in una qualità di vita migliore per tutti.

Assumo, perché mi è molto vicino, il tema della tutela delle piccole attività di vicinato che rappresenta un aspetto significativo di un tema più ampio a cui vorrei poter dar seguito ed attuazione in futuro. Il contrasto continuo e propositivo alla “desertificazione” del territorio; contrasto cioè alla delocalizzazione o chiusure di attività commerciali, artigianali, di servizio e dei servizi di interesse pubblico e/o generale. Questioni che attengono, a mio avviso, alla qualità della vita delle persone ed alla migliore vivibilità delle nostre frazioni a partire da quelle più piccole e di frontiera.

Credo fermamente in una nuova fase più attenta alla politica ed al confronto diretto e costante con le comunità e tutti i soggetti portatori di interessi. Ho già indicato tre elementi principali di impegno a partire da:

1 - Rimotivare la struttura della amministrazione
2 - Assumere con forza il tema dello sviluppo
3 - Ragionare del welfare sul territorio a partire dalle ns eccellenze

Al contempo sono consapevole che le indicazioni schematiche che potete vedere in modo più esteso già pubblicate sulla pagina Facebook: Alessandro Betti Sindaco non rappresentano che una sintesi, tutta da completare e concertare, del prossimo programma di legislatura. Ma proprio a questo riguardo mi sto impegnando con incontri ed iniziative aperte alla partecipazione dei cittadini.

Un modo faticoso ed antico ma, a mio avviso, utile per comprendere direttamente le attese, le criticità ed i suggerimenti che emergono nel corso degli incontri.

Un confronto che saprò mantenere costantemente aperto ed attento alle molte criticità delle nostre comunità, che rendono la vita difficile a tante persone. Infatti, per dirlo sinteticamente, mi impegnerò perché NESSUN CITTADINO DI SAN GIULIANO TERME SI SENTA SOLO.

Io credo fermamente che da questa grave crisi , che così ferocemente sta attraversando anche i nostri cittadini, si potrà uscire soltanto se riusciremo a tenerci l’un l’altro, privilegiando una solidarietà intelligente ed inclusiva rispetto a più facili - ma falsi - particolarismi ed egoismi.

Credo che oggi sia indispensabile cambiare, riappropriandoci della specificità sangiulianese. Ed a questo riguardo, è fondamentale praticaremeto di unitari, inclusivi, propositivi. In questo mi impegnerò con Passione e competenza.

Arena Metato, 13 Febbraio 2014

Alessandro Betti Degl’Innocenti

15/2/2014 - 18:14

AUTORE:
Tiziano Nizzoli, Cittadini e Territorio

Credo che le vostre richieste/proposte siano in gran parte attuabili da subito.
Vi parlo come parte in causa, dal momento che i miei figli gestiscono attivita' commerciali legate al mondo dei prodotti biologici del territorio e della cosmeceutica naturale.
Vengono subito al punto in maniera diretta: l'unica fonte di rilancio della nostra economia e' il turismo, tanto importante quanto inesistente a S.Giuliano Terme. Il turismo che intendo io non e' sicuramente quello termale, valido ma circoscritto ai Bagni di Pisa; si potrebbe incrementare portando l'attivita' termale anche all'hotel Granduca, che mi risulta in grosse difficolta', ma la fattibilita' di tale progetto presuppone uno studio approfondito e grosse sinergie, pertanto per ora non lo tratto.
Per fare grandi numeri abbiamo solo una risorsa da sfruttare, il paesaggio. Per abbinare grossi flussi turistici a tale risorsa, senza dover fare grossi investimenti, occorre rivolgersi a vaste platee e chiedere loro: cosa vi serve?
Vi faccio il primo esempio: il mondo della bicicletta, che conta milioni di appassionati in Europa, chiede bel tempo, piste ciclabili, percorsi alla portata di tutti i "polpacci", panorami incontaminati in mezzo alla natura, luoghi di soggiorno belli e accoglienti, enogastronomia di pregio. ABBIAMO GIA' TUTTO QUESTO? La risposta e' si, basta cambiare un po' il Regolamento del Parco di S.Rossore e possiamo mandarli dai Monti Pisani fino a quei quattro chilometri di spiaggia che fanno parte del territorio sangiulianese e che Cittadini e Territorio ne va chiedendo l'apertura da cinque anni!Se fate caso al meteo di TG Regione Toscana, i valori della pressione atmosferica a Pisa sono sempre i piu' elevati, complice un microclima da far invidia a tutti i paesi d'oltralpe; questo significherebbe destagionalizzare il turismo ed avere ospiti per quasi tutti i mesi dell'anno. Abbinate a cio' le proposte enogastronomiche che siamo in condizioni di offrire ed il gioco e' fatto.
Non e' pero' tutto cosi' semplice, bisogna trattenere i turisti per tanto tempo, il "mordi e fuggi" va bene per i crocieristi, non per chi viene a S.Giuliano. Occorre intervenire anche in un altro settore fondamentale, il trasporto, per poter permettere ai nostri ospiti, quando non pedalano, di visitare le citta' d'arte di Pisa e Lucca. Naturalmente abbiamo preso anche questo in considerazione e nel nostro programma c'e' la realizzazione di una metropolitana di superficie sulla linea Pisa-Lucca, di cui vi faremo presto vedere una simulazione computerizzata per meglio capire che e' un'opera alla nostra portata, dal momento che esistono gia' i binari e le motrici. Abbinato al cicloturismo ci saranno percorsi analoghi per gli amanti del trekking e dei cavalli, senza dimenticare le canoe, per le quali abbiamo gia' individuato i parcheggi auto e le spiaggie di partenza in due localita' sul Serchio.
Con l'associazione I Cavalieri metteremo a punto una serie di visite guidate alle dimore storiche con annesse degustazioni di prodotti tipici del territorio; incrementeremo un'attivita' gia' collaudata con successo di proporre pacchetti turistici legati al periodo del raccolto delle olive, dove gli ospiti raccoglieranno personalmente i frutti, per poi essere accompagnati al frantoio e portarsi poi a casa una bottiglia del "loro" olio, dopo aver assistito a tutte le operazioni di frangitura. Avvieremo tutte le procedure finalizzate alla realizzazione di un frantoio nel territorio di S.Giuliano Terme, unico dei cinque Comuni dei Monti Pisani a NON averlo. Per far cio' verra' realizzato un progetto per la richiesta di fondi regionali e comunitari, dove insieme al frantoio potrebbe essere realizzata anche una fattoria didattica.
Questa e' la sola via per creare turismo a S.Giuliano, abbinata ad un web marketing ficcante ed accattivante, il passaparola poi fara' il resto.
La Cerratelli? Quella ce l'asserbiamo per quando piove!
Tutto quello che vi ho scritto e'PARTE delle proposte della lista civica Cittadini e Territorio per il turismo, presto verra' il resto.