none_o


Dopo l'articolo incentrato sugli avvenimenti dell'inizio del 1800 e sugli adempimenti che Napoleone chiedeva al territorio della Comune di San Giuliano, in cui Vecchiano era stata inclusa da Pietro Leopoldo nel 1776, insieme con tutte le 31 Comunità della precedente Podesteria di Ripafratta, arriviamo ora alle vicende al tramonto dell'Impero napoleonico.Nel 1808 Vecchiano era stata separata, sempre dai francesi, dai Bagni di San Giuliano, dividendo le Comunità a destra e a sinistra del Serchio, ma la procedura fu molto ostacolata dall'amministrazione di San Giuliano. 

Ma il silenzio di un popolo …
A volte scrivere per .....
Stamattina per cause da stabilire c’è stato un incendio .....
. . . come tanti "noialtri autoctoni" a 4 (quattro) .....
Che bellezza il 2 giugno: 10. 000 auto a 10 euro/ cadauna .....
Di Mattia Feltrio
none_a
di Roberto Sbragia - Capogruppo Vecchiano Civica
none_a
Di U M (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Fabio Poli
none_a
Di Umberto Mosso (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Libri.
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Ar vernàolo, a questa lingua antìa,
io provo a fanni ‘na radiografia.
Per noi pisani, tanto pe’ chiarì,
è la parlata ‘he si parla ‘vi
inventata .....
A me, come a tanti altri hanno rubato il vaso portafiori in bronzo al cimitero di Pontasserchio, è troppo abbandonato. Anche i defunti meritano rispetto .....
Inaugurazione del centro commerciale IKEA.
Vertice in Prefettura per la pianificazione dell’evento

20/2/2014 - 23:01

Si è tenuta questa mattina in Prefettura, presieduta dal Prefetto Francesco Tagliente, una nuova riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per fare il punto della situazione sulle misure organizzative finalizzate alla mobilità e alla sicurezza pianificate per ridurre i disagi connessi al massiccio afflusso dei visitatori attesi il 5 marzo in occasione dell’inaugurazione dell’Ikea e nei giorni successivi, almeno sino a fine marzo.
Gli Enti interessati, nel corso della precedente riunione tematica del comitato, erano stati invitati a far pervenire al Prefetto e al Questore le pianificazioni di settore (mobilità, parcheggi, sanità, navette) richieste.
Nel corso delle riunione è emerso che la previsione del flusso dei visitatori fatta da Ikea indica per il giorno dell’inaugurazione la presenza di circa 15.000 persone evidenziando la fascia più critica dalle 16 alle 19, con un picco di circa 2.200 persone tra le 18 e le 19.
Le previsioni di massima presenza di visitatori stimano 18.000 persone per domenica 9, 16.700 per sabato 8, 16.000 per domenica 16, 15.000 per domenica 23 e 15.500 per domenica 30 marzo.
La previsione del flusso veicolare indica 6.000 vetture il giorno dell’inaugurazione, seguita da 6.680 il giorno 8, 7.200 il 9 marzo, 6.400 il 16, 6.000 il 23 seguita da 5.600 il 15 marzo.
Le fasce orarie critiche sono indicate tra le 16 e le 19 con punte massime di oltre 8.500 vetture tra le 17 e le 19 del giorno dell’inaugurazione.
Per quanto riguarda la provenienza viene stimato l’arrivo del 40% del traffico dalla FI-PI-LI ovest, 30% dalla FI-PI-LI est, il 20% dalla via Aurelia sud e il 10% dall’Aurelia nord.
Per ridurre l’impatto sulla mobilità esterna è stato approntato un piano parcheggi che prevede complessivamente 2.600 posti di cui circa 1.300 su un’area dell’IKEA, e 1.300 su tre aree circostanti della Società Sviluppo Navicelli, dell’Amministrazione comunale e di un soggetto privato.
È stato anche fatto il punto sullo stato di avanzamento dei lavori alle rotatorie “Gargalone” e “Aurelia Sud” che – come ribadito dal Prefetto nel corso di una riunione ristretta tenuta martedì 18 scorso anche con le imprese incaricate dei lavori – devono consentire l’ottimale flusso veicolare entro il 2 marzo.
È stato illustrato nel dettaglio il piano sanitario elaborato da Ikea di concerto con il 118, nonché il piano per il soccorso stradale, il piano navette, la pianificazione della segnaletica provvisoria di accompagnamento verso Ikea.
Altro argomento approfondito nel corso della riunione è stato quello relativo alla comunicazione agli utenti con ricorso alle televisioni locali e alle emittenti radiofoniche.
Il Prefetto ha chiesto inoltre di verificare la rispondenza delle indicazioni stradali rispetto al piano di mobilità e alle indicazioni dei navigatori satellitari, al fine di ridurre le incertezze su percorsi di avvicinamento al punto vendita.
È stata condivisa l’esigenza di attivare il centro per la gestione della sicurezza dell’evento, con il quale il Questore potrà disporre dei rappresentanti delle Forze e Corpi di Polizia impegnate nella gestione dell’evento, nonché di tutti i rappresentanti delle altre Amministrazioni, Enti, Aziende e Associazioni potenzialmente interessate alla gestione di prevedibili criticità.
Al riunione hanno partecipato il Questore Gianfranco Bernabei, gli altri vertici delle Forze di Polizia, il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi, il Direttore Generale della Provincia di Pisa Giuliano Palagi, i rappresentanti di Ikea, Salt, Anas, Autostrade per l’Italia, SAT, Pisamo, dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato, Società Sviluppo Navicelli e i Comandanti della Polizia Provinciale e delle Polizie municipali di Pisa, San Giuliano Terme e Vecchiano.
  
Pisa, 20 febbraio 2014


Prefettura di Pisa

- Ufficio StampaPiazza Giuseppe Mazzini 7 - 56127 - Pisa




Fonte: Prefettura di Pisa
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

21/2/2014 - 14:03

AUTORE:
CASSANDRA

Ma tutta questa mobilitazione chi la paga? Ikea??? Quali sono le ricadute positive sul territorio, a parte i nemmeno 300 posti di lavoro??? E' possibile sapere quanti a tempo indeterminato e quanti a tempo determinato? I lavoratori di IKEA all'Osmannoro si vedranno un calo di vendite e quindi una cannabilizzazione dello stesso store??? A fronte di 20.000 mq di grande distribuzione, quanti negozi/mostre chiuderanno sul territorio nel giro di pochi anni??? La rotonda che IKEA non ha pagato per agevolare il traffico, e per il quale la stessa non sarà sufficiente, chi l'ha pagata?
Avete idea che con quei dati di mobilità veicolare, l'Aurelia Sud, l'Aurelia Nord, la FI-PI-LI, saranno costantemente intasate??? A scapito di chi??? Sarà Ikea a ri-qualificare la ripresa del nostro Paese???
Avanti cosi!!!