none_o

Se sul campo la guerra continua con le solite nefandezze sui nostri media nazionali appare sbiadita, superata da altri e più urgenti problemi, vecchi come il Covid e nuovi come la recente crisi politica. Oramai è un sottofondo e tranne per il pericolo Zaporizhzhia i nuovi morti e le nuove devastazioni attirano sempre meno l’attenzione dei media nazionali. Come i media anche la nostra psiche si adatta.

Angori Massimiliano
none_a
Massimiliano Angori
none_a
Massimiliano Angori
none_a
. . . era da pubblicare la presa per i fondelli fatta .....
Uno degli scambi di post più interessanti degli ultimi .....
Essere candidati non vuol dire essere eletti. Quest'anno .....
CHE VUOL DIRE: BRAVO BRUNO!
. . . . . . . . . . . .....


"Fra gli alberi" Opera pittorica di Patrizia Falconetti

di Matteo Renzi (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Umberto Mosso (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Renzo Moschini (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
di Renato Brunetta ministro
none_a
Coordinamento regionale Forza Italia Toscana
none_a
Incontrati per caso…
di Valdo Mori
none_a
POSTE ITALIANE
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Io, Medico (dr. Pardini e altri)
none_a
Vicopisano
none_a
"Cinema Sotto le Stelle" a Calci
none_a
BUTI
none_a
ANIMALI CELESTI
teatro d’arte civile
none_a
COMITATO PER LA DIFESA DI COLTANO (PARCO MSRM)
none_a
Capita che ci si perde in tempi lontani, dove niente fiorisce spontaneamente.
Ma la vita vive lo stesso
In zone diverse, con ritmi diversi.
Avevo .....
ASSEMBLEA PUBBLICA ASBUC DEL 21 LUGLIO 2022
Ricordiamo che il 21 Luglio 2022 alle ore 20, 30 presso la Sala Consiliare del Comune di Vecchiano, sita .....
Consorzio Toscana Nord
Risposta alla nota del presidente del consorzio toscana nord “tutto va bene”

3/1/2015 - 12:57

 risposta alla nota del presidente del consorzio toscana nord “tutto va bene”
 
I rappresentanti   della minoranza “sicurezza idraulica, ambiente,equità e partecipazione criticano fin qui l’operato del  Presidente della bonifica Toscana Nord. C’e Bisogno  Di Cambiare Davvero Verso  !                 
 
Il contributo critico è di sollecito  manifestato   dai rappresentanti  della  lista della  minoranza,  alla  Presidenza e direzione del nuovo Consorzio  Toscana Nord, in questi mesi  è  stato uno sprone,  una spinta , una denuncia  per  fare meglio ! si meglio !   
 In questi ultime settimane abbiamo voluto  rappresentare con forza ai consorziati, istituzioni e cittadini il nostro punto di vista, la situazione di  rischio della “paralisi” che corre nei prossimi mesi  il consorzio,  noi crediamo  nel consorzio di bonifica,  lo riteniamo uno strumento tecnico e amministrativo agile nell’intervento “necessario al territorio ,“se non appesantito da burocrazia come sta avvenendo in questi mesi.
Non possiamo però non  rilevare che od ogni nostra  critica e sollecitazione,  rivolta a migliorare l’azione operativa dell’ente consorzio, esempio avere ,  più  trasparenza ,   più efficienza  più risparmio, si  riceva come risposta,  (la solita formula) sig/ri  tutto va bene, tutto procede secondo i programmi stabiliti. !, non disturbate ! , siamo  bravissimi, abbiamo portato tanti  milioni  con il PSR, il ricorso alla gestione provvisoria dell’esercizio 2015 è solamente un fatto tecnico, altri ritardi sono responsabilità della Regione, tutto va bene, quindi ci siamo noi, fidatevi, ho gestito in passato  L’ex Auser Bientina ,con  ottimi e brillanti  risultati state quindi tranquilli !   
 Noi diciamo invece   che non è cosi,  le cose non vanno affatto bene ! lo dimostrano i numeri di presenza dei delegati   alle assemblee consortili, la direzione politica  del consorzio, anziché  avere  quindi la umiltà, sensibilità di aprire un  sereno confronto  sulle cose da fare, sullo stato di salute, economico e politico dell’ente, sui ritardi che ci sono, chiamando  le forze tutte, per competenze,  esperienze,  per dare suggerimenti,  proporre idee  , si arrocca  incomprensibilmente    su posizioni indifendibile, attraverso comunicati stampa che tentano di nascondere le vere  difficoltà  che vive l’ente, C’è bisogno di  cambiamento.
L’attuale  modello “consortile”   a nostro avviso è superato  ,  dalla riforma 79/2012, dalla cultura che era  strettamente collegata  alla( bonifica integrale di un tempo)  cristallizzata  alla legge  215/33,  al  regio decreto 368/1904, alla più recente 34/94, che avuto  tanti meriti, oggi  pero superata.
Suggeriamo invece al sig Presidente che  il  concetto moderno  di sicurezza idraulica , difesa del suolo, debba avvenire, non più  a seguito di  ripetute emergenze , cui va data la risposta immediata e la migliore , ma  deve   interagire  privilegiando la prevenzione, la programmazione, pianificazione, le risorse certe e sicure,  ribaltando quindi  l’impianto organizzativo, operativo fin qui seguito ,sulla  difesa del suolo e bonifica idraulica.
Il nuovo comprensorio di bonifica, presenta tante criticità idrauliche e di bonifica,  assieme a forte  economie,  enormi potenzialità ambientali e sociali , (acqua , energia , bosco, parco, mare, turismo, ruralità, marmo, cantieristica , laghi turismo , terziario, cultura, archeologia ecc) , una vasta  filiera socioeconomica , dove la sicurezza idraulica , pianificazione e difesa del suolo,  tutela delle ricchezze ambientali ,diviene  fattore strategico fondamentale per le differenti e preziose economie, Sig Presidente  su questi  argomenti    farà  la differenza il Toscana Nord, su questi aspetti  si costruisce il nuovo Consorzio di bonifica , la  difesa del suolo in chiave moderna, non bisogna sfuggire , avere paura al confronto delle idee , delle proposte che possono rafforzare l’istituto consortile.
 
Sig  Presidente,Sig Direttore Generale, in questi mesi,   con combattività  e costanza, i nostri   rappresentanti  hanno posto alla loro attenzione, queste  ed altre questioni, cui non abbiamo avuto risposta ( che vanno dalla  gara per nuova  la tesoreria consortile, alla individuazione del nuovo direttore Generale, al nuovo modello operativo e organizzativo del consorzio ,  alla aggregazione di alcuni importanti e costosi  servizi, alla risposta sull’uso delle giacenze economiche precedentemente il 20 marzo 2014), tutte materie che  avreste dovuto  portarle in assemblea , avere dalla discussione dal confronto  un forte mandato, non lo ha fatto !, ha ricorso in maniera frenetica allo strumento del decreto del Presidente, “legittimo” ma limitato democraticamente,  crediamo che il territorio  del nuovo comprensorio di bonifica  abbia perso, o ritardato una bella occasione di confronto, per costruire le basi  del nuovo Consorzio di bonifica  Toscana Nord, l’augurio che con l’avvio del 2015 avverta  questa  sensibilità e cambi verso.
Viareggio li
3/1/2015 
 
 
   

Fonte: Angelini Fortunato
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri