none_o


Guardati allo specchio! Il volto che vedi riflesso è il risultato di milioni di anni di evoluzione e riflette le caratteristiche più distintive, che utilizziamo per identificarci e riconoscerci.  E' il risultato che si è plasmato secondo i nostri bisogni, legati al mangiare, al respirare, alla vista, alla comunicazione.  Ma come si è evoluto nei millenni il volto che abbiamo, per arrivare a mostrarsi com' è oggi?

Conad City e Pubblica Assistenza di Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
Arpat Toscana
none_a
Migliarino
none_a
Per chi non lo sapesse, da martedi il comune comincerà .....
Francesco T è Primo? ed Ultimo sono io!
Si perchè .....
Caro lettore, ho fatto anc'io quello che mi consiglia, .....
Caro Francesco T, lettore e scrittore del Forumm VdS. .....
Vecchiano, 26 aprile
none_a
Pisa, 28 aprile
none_a
Pontasserchio
none_a
FIAB-Pisa
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Per una Pasquetta partigiana
none_a
San Giuliano Terme
none_a
di Fabrizio Manfredi
none_a
CAMPIONI D’ITALIA!!! #W8NDERFUL!!!
none_a
Le squadre di Val di Serchio
none_a
Sogno San Giuliano:
none_a
Le squadre di Val di Serchio
none_a
Nel germoglio di un'amore
C'e' il sorriso
della vita
Ed il tremito dei sensi
Che prelude a nuovi voli

E' la
danza di una fiamma
Che accarezza .....
. . . . . . . . . . . . . . un fatto accaduto quando andavo ancora alle elementari e che ricordo ancora molto bene. . . . . . Ebbene nell'ultimo banco .....
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
Parco Regionale MSRM
none_a
ASBUC MIGLIARINO
Un buon incontro

24/3/2015 - 9:05

La serata del…tanto!
C’era tanta gente, una novantina, cosa che non si vedeva da tanto tempo.
Tanti erano coloro che hanno parlato, e parlato tanto, e a nome di tantissime persone che rappresentavano:  l’ASBUC, la Cooperativa PAIM, la Pubblica Assistenza, la Società della Salute, il Comune.
Tanta l’attenzione in sala nell’ascoltare le tante proposte che i gestori e gli amministratori di questo edificio-struttura-polo (che tutti dicono che è: tanto!) hanno pubblicizzato e promesso di portare a termine.
Tanti anche gli interventi che il pubblico ha fatto sulla serata e tutti ben strutturati e ben accolti, a cominciare da Ghelardi con il suo giusto pensiero che Migliarino non abbia un ritorno di servizi ma solo un’uscita di denaro, Tolaini che esalta orgogliosamente il fatto che Migliarino dia i suoi servizi di eccellenza a tutta la popolazione vecchianese e no (applauso), Mina che esorta a continuare sulla partecipazione di gestione e amministrazione per una crescita sociale ed economica rivolta alla frazione affinché Migliarino non disperda  quello che è stato costruito in questi anni di così duro lavoro, l’inaspettato Marco che punta il dito sul fatto che Migliarino ha finalmente un qualcosa in più ma non i giovani che non hanno mai avuto tanti aiuti per le loro necessità di aggregazione e si aspettavano una loro piccola parte di questo bene invece solo rivolto a sanità e anziani (applauso) e Giunta che chiude con la speranza che tutto quello che era “la spinta” al comitato Asbuc su socializzazione e sanità non si limiti solo a quanto detto stasera ma vada oltre.
Grazie agli oratori, ai partecipanti e ai “commentatori”.
Era davvero tanto tempo che non si gustava una serata così “tanto spolemizzata”.
L’aria era tanto serena e fresca, come quella di fuori!

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




24/3/2015 - 9:47

AUTORE:
P.G_

Molti progetti e molte speranze. C'erano in sala e si sentivano. C'era, in tutti, il senso della sfida. Perchè metter in moto il Centro Civico e fallo camminare con le proprie gambe, e bene, non è compito facile.
Lo sa l'Asbuc, lo sa la PAIM e lo sa la Pubblica Assistenza. Soprattutto quest'ultima che si appresta ad un'operazione complessa e difficile, al di fuori in parte delle proprie competenze che fino ad oggi si sono limitate a cercare di rispondere sempre meglio ai bisogni e alle richieste dei cittadini.
Ma non per questo la sfida non deve essere accettata, e vinta.
Non si può che ringraziare i consiglieri Asbuc per l'impegno che hanno messo nella realizzazione del progetto, per il tempo che vi hanno perso, per le amarezze inevitabili in un compito difficile e che andava ampiamente oltre le loro competenze. Bisogna poi dare atto al coraggio della Pubblica Assistenza a cui deve andare tutto il nostro incoraggiamento e augurio. A questo vorrei unire anche la speranza che tutta la comunità gli sia vicina come è apparsa ieri sera, nel comune desiderio di creare qualcosa di nuovo e di bello, che renda il Centro Socio Sanitario di Migliarino un centro di aggregazione sociale e un polo sanitario efficace ed efficiente. Che diventi cioè, con l'apporto e la buona volontà di tutti, un punto di riferimento costante e centrale per tutta la popolazione di Migliarino e del comune di Vecchiano.