none_o


Mi è capitato di leggere su FB un post di Massimo Cerri sulla situazione del lago di Massaciuccoli. Una specie di lettera del lago stesso che rievoca i bei tempi passati quando questo posto era zona di caccia, di pesca e di svago per tutti i vecchianesi. Altri post a commento confermano questa visione dell’abbandono di questo luogo ricordando, con una vena nostalgica, gli anni in cui non vi era nessun tipo di vincolo.

Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Massimiliano Angori Sindaco
none_a
. . . . . . . . . . . . . . . . siano tanti . . . .....
. . . . . . . . . . . . è concavo o convesso? Riflettendoci .....
San Lorenzo, io lo so perché tanto
di stelle per .....
. . . . . i parlamentari.
Sicuramente quei 5 avevano .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
CULTURA E SPETTACOLO a cura di Giulia Baglini
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Appello di Frei Betto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Nuova apertura


    Il Consiglio di Circolo Arci Migliarino è lieto di annunciare ai propri Soci la riapertura dei locali che avverrà il giorno 1 agosto con orario dalle ore 19 alla mezzanotte. Sabato e domenica compresi. L'orario potrà variare in caso di eventi. Informazioni su iniziative sulla pagina FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


#VecchianoSport #Calcio
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
FC FORNACETTE CASAROSA
none_a
Dai monti al mare
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
SAN GIULIANO
Grand Tour delle Ville Pisane II.a edizione. Evento a Villa di Corliano - programma

10/6/2015 - 10:10

GRAND TOUR NELLE VILLE PISANE - II° edizione
          Emozioni, cultura, sapori Giugno – Settembre 2015
 
Nell’ambito del Grand Tour nelle Ville Pisane, questo è l’evento che si svolgerà a Villa di Corliano (San Giuliano Terme)
  
29 Giugno-Villa di Corliano e Osteria dell’Ussero (San Giuliano Terme)
Dalle ore 17,00  La barca di S. Pietro
Storica ricorrenza con premio per “la Barca di S. Pietro più bella” e  visita guidata alla Chiesa e al Parco della Dimora  storica. Degustazione guidata “a cena con Vittorio Alfieri e la contessa d’Albany”
€ 25,00 per persona.
Info e prenotazione: Tel. 331 5791910
 
29 giugno 2015 – SS. Pietro e Paolo, patroni di Corliano.
Torna a Corliano l'antica usanza di trarre auspici dalla "barca di S.Pietro" in occasione della festa dei SS. Pietro e Paolo e del Grand Tour nelle Ville Pisane.
La villa di Corliano, insieme all'Osteria dell'Ussero - che realizzerà un menù a prezzo speciale per festeggiare i SS. Pietro e Paolo, patroni di Corliano, dal titolo "a cena con Vittorio Alfieri e la contessa d'Albany" - ospiteranno un evento nel programma "Grand Tour nelle Ville Pisane", lunedì 29 giugno 2015. In occasione della festività dei SS Pietro e Paolo lunedì 29 giugno 2015 la Chiesa di Corliano sarà aperta al pubblico dalle ore 15:00 alle ore 18:00, Don Tomasz Grztwacz celebrerà una messa alle ore 17:00. 
 
 
Programma di 29 giugno 2015:
ore 17:00 messa nella chiesa** per la ricorrenza dei SS. Pietro e Paolo
ore 19:00 visita guidata alla chiesa ed al parco di Corliano
ore 20:30 nomina vincitore del concorso "la barca di S.Pietro"
ore 21:00 degustazione al ristorante a prezzo speciale (Euro 25,00 pax)
 
Gara “la barca di S.Pietro” per residenti Comune di san Giuliano Terme:
La sera del 28 giugno le famiglie di San Giuliano Terme sono invitate a partecipare al concorso "la barca di S.Pietro" riempiendo d'acqua una bottiglia (possibilmente grande, o un fiasco spagliato, o una piccola damigiana, o una caraffa) e aggiungendo un albume d' uovo, e portarla all'Osteria dell'Ussero, dove sarà riposta in un luogo isolato e buio. Con il fresco della notte, l' albume si rapprenderà, assumendo le forme di una barca, con vele e alberi maestri. L'Osteria dell'Ussero il 29 giugno (ore 20:30) nominerà "la barca di S.Pietro" più bella offrendo una cena completa per 4 persone alla famiglia vincitrice (info line: 331.5791910)
 
Alla «barca» vengono attribuiti molti significati: a Corliano si raccontava ai ragazzi che era quella dell'apostolo Pietro, pescatore, o forse da lui usata per approdare a San Piero a Grado e diffondere nel mondo la fede di Cristo; altre leggende raccontano che è l' imbarcazione con cui Pietro era sceso all'inferno per liberare la madre e accompagnarla in cielo (alla madre di San Pietro, che esce dall'inferno, sono poi attribuiti i temporali del 29 giugno). La barca di San Pietro viene anche interpretata come auspicio per l'agricoltura; i presagi dipendevano dalla forma e dal numero delle vele, che dovevano essere numerose per una estate di abbondanti raccolti.
 
 **La chiesa dei Santi Pietro e Paolo o chiesa di Corliano, si trova lungo l'antica Via Æmilia Scauri, poi conosciuta come Via Julia Augusta ed infine Strada Statale dell'Abetone e del Brennero, all'interno del parco dalla Villa di Corliano. Il primo documento che attesta la presenza della chiesa sono le “Rationes Decimarum” del 1296 ma la presenza di fondamenta ad oltre 5 metri sotto il livello del terreno ed il modello protoromanico delle 4 monofore sui lati, fanno pensare alla sua costruzione come cappella della Pieve di San Marco a Rigoli, che è attestata già nel 922. Nel XV secolo diventò oratorio della Compagnia del Santissimo Sacramento e nel 1596 venne acquistata da Pietro di Niccolao della Seta che la consacrò a San Pietro. Alla fine del settecento la chiesa venne restaurata, trasformando la parte sotto il livello del terreno in sepolcreto di famiglia, acquistando l’altare e lo sporto di ingresso dalla Chiesa di San Torpè a Pisa e facendo decorare la volta al pittore pisano Nicola Matraini, attivo nella seconda metà del secolo e noto per gli affreschi alla Sala della Farmacia della Certosa di Pisa. L'11 dicembre 1859 Maddalena Serristori, figlia di Luigi Serristori e vedova di Andrea Agostini Venerosi della Seta, fece consacrare la chiesa dal pievano di Rigoli ai Santi Pietro e Paolo. Nella chiesa era conservata una grande pala di mano di Domenico Cresti, detto il Passignano, raffigurante una Madonna col Bambino e i Santi Pietro, Jacopo, Anna e Caterina, una copia della "Madonna Stroganoff" di Agnolo Bronzino, attribuita a Cesare Dandini, e una antica reliquia di San Pietro. La chiesa, ancora oggi officiata, ha un'unica navata con il campanile a vela impostato sul tetto a capanna e parato a grosse bozze di pietra intervallate da scansioni in mattone. Nel campanile sono presenti 3 campane, di cui una del 1654, che la tradizione familiare afferma sia una copia in scala di quella dell’Assunta sulla Torre di Pisa, che fu fatta fondere dalla famiglia Della Seta e donata all'Opera della Primaziale.

 

 
Fonte: Comune di San Giuliano Terme
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: