none_o


Reparto di Oncologia dell’ospedale di Pisa. Davanti all’edificio molti persone in attesa perché l’ingresso è riservato ai soli pazienti oncologici. Ero fortunatamente un accompagnatore e sono rimasto educatamente fuori come tutti gli altri. Devo dire che eravamo tutti con la mascherina, non so se per paura del contagio o per rispetto degli altri ma la situazione era appagante, come quando si vede il rispetto delle regole da parte di tutti i cittadini.

. . . . . . . . . . . . è iniziata i primi giorni .....
. . . la ragione non sta mai da una sola parte ed aggiungo .....
Sono convintissimo della sua buona fede, ci mancherebbe, .....
Non ho alcuna presunzione o velleità, esercito semplicemente .....
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
San Giuliano Terme, 23 ottobre
none_a
Marina di Pisa, 24 ottobre
none_a
Molina di Quosa, 25 ottobre
none_a
Teatro Nuovo Pisa
none_a
San Giuliano Terme, 25 ottobre
none_a
Marina di Pisa, 17 ottobre
none_a
Sabato 17 ottobre al Grand Hotel Duomo
none_a
SAn Giuliano Terme, 18 ottobre
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      BURRACO!

    Proseguono le attività del Circolo cercando di rispettare tutte le misure anti-Covid. Da venerdi 21 riprendono i tornei di Burraco con una serie di importanti misure di sicurezza tra cui la prenotazione obbligatoria per l'assegnazione del tavolo, norme severe per divertirsi in sicurezza.

    Tutte le notizie sulle attività sul sito FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


la ZONE di Pisa
none_a
CSI – Centro Sportivo Italiano-
none_a
Coppa Toscana Juniores sotto la Torre
none_a
open day 20 ottobre palestra Proscaenium
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Se non si capiva niente prima, come pretendere che si capisca qualcosa oggi?

Qualcuno dice che non intende usare i 40 miliardi del MES, perché in .....
Comune di Vecchiano: partecipazione alla vita amministrativa:
Gli strumenti adottati a Vecchiano nella legislatura che sta per concludersi

12/12/2015 - 13:42

 Partecipazione alla vita amministrativa:
gli strumenti adottati a Vecchiano nella legislatura che sta per concludersi
 
Vecchiano –  La partecipazione è stato uno dei temi trainanti della legislatura che sta per volgere al termine. “Intorno a questo ambito abbiamo agito, principalmente, attraverso tre strumenti: la costituzione dei Consigli di Frazione avvenuta nel 2012, la realizzazione del progetto partecipativo “Sai... Cosa...Ci... Riserva la Bufalina?” e la redazione del Regolamento per la Cura dei Beni Comuni”, commenta il Sindaco Giancarlo Lunardi. “Per quanto concerne i Consigli di Frazione, questi rappresentano uno strumento che offre ai cittadini la possibilità di essere non soltanto informati e consultati, ma anche di concorrere al governo della cosa pubblica e contribuire, con la loro esperienza, ad una migliore qualità delle decisioni collettive.

Già prima della loro istituzione, la comunità vecchianese era solita partecipare alla vita amministrativa attraverso le varie Consulte comunali; i Consigli, tuttavia, sono veri e propri organismi rappresentativi della popolazione, che operano per consentire e promuovere, alla luce del principio di sussidiarietà, la partecipazione dei cittadini alla definizione degli indirizzi e alle scelte dell'Amministrazione Comunale. La loro sperimentazione ha avuto un esito positivo ed  il Comune di Vecchiano ha bisogno di poter contare, anche in futuro, sul contributo prezioso di idee, stimoli ed esortazioni provenienti dai Consigli di Frazione, attribuendo loro un ruolo che, in certi casi, potrebbe andare anche oltre quello di filtro e di suggerimento. Il compito di investire ancora e con più determinazione sui Consigli di Frazione, spetterà quindi alla prossima legislatura che, dalla sua, avrà l'indubbio vantaggio di potersi confrontare con un'esperienza pregressa significativa e di avere già uno statuto adeguato allo scopo”. “Per quanto riguarda il progetto sulla Bufalina”, prosegue il primo cittadino, “il percorso partecipativo si è sviluppato da febbraio ad ottobre 2015, attraverso un iter condiviso tra i seguenti soggetti: la cittadinanza, i Consigli di Frazione, le scuole locali, le associazioni ambientaliste e di volontariato, le Consulte del Comune di Vecchiano, la struttura tecnica comunale. Il tutto allo scopo di favorire una funzione eco-compatibile della Riserva Naturale La Bufalina. Temi principali del progetto sono stati, infatti, la valorizzazione e la riqualificazione ambientale e sociale dell'area della Riserva della Bufalina e la promozione di un turismo ecosostenibile, sviluppati attraverso varie iniziative di fruizione dell'area, come, ad esempio, visite guidate ed eventi di pulizia della zona. In un recente Consiglio Comunale, la nostra Amministrazione ha ribadito l'intenzione di proseguire la riqualificazione dell'area attraverso delle precise linee di indirizzo. In questi giorni, inoltre, è stato composto il comitato che avrà la funzione di monitorare gli sviluppi di questo progetto”. “Infine, sempre in Consiglio Comunale, abbiamo di recente presentato il Regolamento per la cura dei beni comuni, che sarà approvato entro fine anno e che disciplina un patto di collaborazione tra Amministrazione Comunale e cittadini attivi che possono concorre alla gestione della “cosa pubblica” (ad esempio attraverso l'adozione di aree verdi, la cura degli immobili comunali, NDR), ricevendo in cambio sconti in bolletta o vantaggi simili”. “Abbiamo, dunque, messo in campo azioni di partecipazione concrete, volte a far accrescere la condivisione delle scelte tra Amministrazione ed i cittadini”, conclude il Sindaco Lunardi. “Attraverso questi strumenti, la nostra intenzione è far sì che la cittadinanza diventi, non soltanto semplice spettatrice, ma piuttosto sempre più la vera protagonista del buon governo del territorio”. 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: