none_o


Dopo l'articolo incentrato sugli avvenimenti dell'inizio del 1800 e sugli adempimenti che Napoleone chiedeva al territorio della Comune di San Giuliano, in cui Vecchiano era stata inclusa da Pietro Leopoldo nel 1776, insieme con tutte le 31 Comunità della precedente Podesteria di Ripafratta, arriviamo ora alle vicende al tramonto dell'Impero napoleonico.Nel 1808 Vecchiano era stata separata, sempre dai francesi, dai Bagni di San Giuliano, dividendo le Comunità a destra e a sinistra del Serchio, ma la procedura fu molto ostacolata dall'amministrazione di San Giuliano. 

Ma il silenzio di un popolo …
A volte scrivere per .....
Stamattina per cause da stabilire c’è stato un incendio .....
. . . come tanti "noialtri autoctoni" a 4 (quattro) .....
Che bellezza il 2 giugno: 10. 000 auto a 10 euro/ cadauna .....
Di Mattia Feltrio
none_a
di Roberto Sbragia - Capogruppo Vecchiano Civica
none_a
Di U M (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Fabio Poli
none_a
Di Umberto Mosso (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Libri.
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Ar vernàolo, a questa lingua antìa,
io provo a fanni ‘na radiografia.
Per noi pisani, tanto pe’ chiarì,
è la parlata ‘he si parla ‘vi
inventata .....
A me, come a tanti altri hanno rubato il vaso portafiori in bronzo al cimitero di Pontasserchio, è troppo abbandonato. Anche i defunti meritano rispetto .....
TOSCANA-Pistoia
Pistoia è stata designata Capitale italiana della Cultura 2017

25/1/2016 - 20:19

   Pistoia è stata designata Capitale italiana della Cultura 2017


La città di Pistoia è stata designata Capitale italiana della cultura 2017. Lo ha annnunciato  il Ministro della Cultura Dario Franceschini presso il Salone del Consiglio Nazionale del Mibact, il Ministero dei Beni Culturali. La notizia è stata accolta con grande soddisfazione dall'assessore alla cultura Elena Becheri, che è intervenuta subito dopo l'annuncio del ministro.

Il sindaco Bertinelli ha comunicato la notizia dai banchi del consiglio comunale, che si stava svolgendo a Palazzo di Giano negli stessi momenti. L'annuncio è stato preceduto da una relazione del presidente della Commissione, il professor Marco Cammelli, che ha esaminato le candidature delle città di Aquileia, Como, Ercolano, Parma, Pisa, Pistoia, Spoleto, Taranto e Terni.
La commissione è composta da Francesca Cappelletti, Gino Mirocle Cresci, Franco Iseppi, Cristina Loglio, Antonio Preiti, Alberto Sinigaglia.

Nella motivazione ufficiale si legge: "La candidatura risulta decisamente ben sostenuta nei suoi diversi elementi, area centrale urbana, relazione con il territorio circostante, ampiezza dei settori, gestione del sistema bibliotecario, budget importante ma realistico, partenariato di sistema e internazionale.

Ampiamente apprezzate anche nel loro insieme, il progetto per qualità e completezza sa interpretare pienamente le risorse esistenti proiettandole in uno scenario anche internazionale avanzato di sviluppo del patrimonio culturale e della partecipazione associativa. Per queste ragioni la commissione a maggioranza propone come capitale italiana della cultura 2017 Pistoia".

La città riceverà 1 milione di euro dal Mibact per realizzare il progetto presentato.

Fonte: La Voce di Pistoia
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri