none_o


Era nata per sosta di preghiera ai pellegrini che si recavano a Roma, poi per santificare la processione del Corpus Domini che dalla chiesa di San Ranieri vi si recava a messa e a festeggiare la giornata con bancarelle di dolciumi e  “coperte” per merenda sugli “aguglioli”. Poi, per la cattiva strada che aveva preso la bella strada, tutto si dissolse lentamente fino a che un gruppo di migliarinesi si diedero da fare per chiuderne il transito...

. . . . . . . . . . . . l'epidemia corona virus, .....
. . . si perchè di bullismo se ne parla solo se succedono .....
Quasi tutti conoscono il detto "chi rompe paga ed i .....
. . . o a Migliarino martedì?
Adnkronos Salute
none_a
Libri
none_a
Il sito degli "ARTISTI PISANI SCOMPARSI" per una significativa memoria culturale
none_a
Come Steve McCurry e l'afghana dagli occhi verdi nel 2002
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
Le squadre di Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Per gli atleti pisani 19 medaglie
none_a
Le squadre di Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Se fossi nata albero sarei cresciuta molto, almeno spero,

invece sono corta e mingherlina e accrescere è un mistero.

Mi è stata tolta l'occasione .....
Buongiorno, abito in Via Paganini a Colignola, quotidianamente percorro le strade bianche nelle vicinanze fino ad arrivare ad Asciano, lungo i condotti. .....
Lucca
Con Antonio Possenti se ne è andato uno dei più noti pittori contemporanei

28/7/2016 - 21:00

Con Antonio Possenti se ne è andato uno dei più noti pittori contemporanei, insostituibile protagonista della cultura lucchese, un uomo che ha saputo trasmettere in modo originale un talento straordinario, lasciando un messaggio artistico che resterà indelebile nei tempi.


Come Socio Ordinario dell’Accademia Lucchese di Scienze, Lettere ed Arti, ha fornito un contributo notevole alla vita accademica stessa, dipingendo anche le copertine di alcune pubblicazioni.
Per i suoi 80 anni,  nel 2013, l'Accademia ha voluto rendergli omaggio pubblicando il volume “Antonio Possenti. Un lungo viaggio”, che contiene un’antologia della critica alle sue opere, a partire dal 1967, a cura di Maria Cristina Cabani, a testimonianza della stima e dell’affetto dell’Accademia nei confronti dell’uomo e dell’artista.
 
 
      Il Presidente
Prof. Raffaello Nardi

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: