none_o

Ho assistito ad una interessante conversazione riguardo al problema della manifestazione novax del 20 giugno scorso. Qualche offesa è passata, qualche frase di troppo a mio giudizio è scappata ma certo è difficile esimersi dal classificare e definire una tale sconsiderata presa di posizione. L’articolo di giornale che riporta il fatto va giù duro e titola “La vittoria degli imbecilli: il 41% degli italiani non vuole vaccinarsi contro il Covid 19”.

Sono l'autore del libro "Litoralis" edito nel 2001, .....
Ci disse il prof. Raffaello Nardi: volete andare al .....
Come mai nel VIDEODRONE di Bocca di Serchio non è .....
. . . . . . . . . . . . . . . non capisco i virologi .....
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso..
di Valdo Mori
none_a
Libri.
none_a
Incontrati per caso..
di Valdo Mori
none_a
Pisa, 9 luglio
none_a
Pontasserchio, 10 luglio
none_a
Molina di Quosa, 11 luglio
none_a
Bagno degli Americani
none_a
di
Bruno Pollacci
none_a
FIAB-Pisa
none_a
San Giuliano Terme, 5 luglio
none_a
Cascina, 4 luglio
none_a
  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


  • Circolo ARCI MIgliarino

      Chiusura del Circolo

    Il Circolo ARCI Migliarino comunica ai propri soci che il bar resterà chiuso dalla data odierna (10.3) fino al 3 di aprile 2020. La riapertura sarà condizionata dalle disposizioni successive riguardo alla diffusione della malattia in ambito nazionale.


FC FORNACETTE CASAROSA
none_a
Dai monti al mare
none_a
camp estivi
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
il Gruppo di San Rossore
Filippeschi e l'intervista

12/8/2016 - 22:06

Intervista Filippeschi
Il ruolo delle autonomie e il nuovo Senato


In una intervista all’Unità Marco Filippeschi sindaco di Pisa e presidente della Lega per le Autonomie si è soffermato in particolare sul ruolo che le autonomie assumeranno con il nuovo Senato.
Essendo stato per lungo tempo impegnato proprio su questi temi nella Lega vorrei  riprendere alcuni aspetti dell’intervista. E’ sicuramente vero che il Senato delle autonomie con il superamento del bicameralismo aprirà una nuova stagione anche per le regioni e le autonomie ed in particolare dei comuni. Una sola Camera dice  Filippeschi ridurrà ‘il centralismo che, per affrontare la crisi, si è rafforzato in tutta europa’. Ma il nuovo titolo V  anche da molti favorevoli al nuovo Senato è considerato non poco centralistico avendo ripristinato una netta supremazia dello stato che con il nuovo art.117  con l’aumento in particolare delle materie esclusive statali e l’eliminazione della competenza concorrente ridimensiona il ruolo delle regioni ordinarie lasciando tutto com’è per quelle speciali. E ciò avviene come alcuni hanno osservato con un elenco delle materie con non poche ambiguità e buchi per cui –tanto per fare un esempio, l’agriturismo riguarderà il turismo o l’agricoltura? Non è difficile prevedere che si riaprirà così una nuova fase di contenzioso davanti alla Corte costituzionale per definire compiutamente il nuovo assetto delle competenze legislative.
Un altro passaggio chiave riguarda appunto gli enti locali dove spicca l’eliminazione dal dettato costituzionale delle Province che non verranno però abolite finchè non sarà eventualmente abrogata la  legislazione ordinaria che le prevede. Il loro posto sarà preso dagli ‘enti di area‘ ossia non meglio specificati enti sovracomunali, come lo erano le Province. Insomma la riforma ‘abolisce’ le Province ma riconosce ‘enti di area vasta’ per coordinare le funzioni cui i Comuni non riescono a far fronte da soli per le loro modeste dimensioni. Avremo così una pluralità di ‘enti di area vasta, con propri vertici decisionali e strutture amministrazione. Considerare tutto questo una semplificazione amministrativa e un esempio di sobria gestione è un po’ difficile.
Sono questioni senz’altro da risolvere e non basta un Sì e un gazebo.


Renzo Moschini

 
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: