none_o

La cassazione opera una rivoluzione epocale del costume sociale, sentenziando che in caso di divorzio la parte, cosiddetta debole abbia diritto ad alimenti che ne garantiscano la sola sussistenza, e non più lo stesso tenore di vita condotto fino a quel momento, insieme alla controparte.Pochi giorni dopo, aggiustando il tiro, un altro tribunale, dispone che la signora Veronica, abbia invece il diritto a 2 milioni al mese.....

Claudia Ferrazzi alla cultura
none_a
Le Parole di Ieri
none_a
La Foto
none_a
RICORDO
none_a
Scrivi molto il contenuto è misero e ripetitivo. .....
Ma un po' di vergnona no? Sei tu con i tuoi voti che .....
Qualcuno Sto arrivando! Quando tutto il territorio .....
Se ne hai tempo e voglia, fai ricerca e vedi quanto .....
di Carlo Delli, fotografo
none_a
L'orto di Bruno della Baldinacca
none_a
Adnkronos
none_a
Milano Italia
none_a
Pisa, 31 maggio
none_a
Tirrenia, 28 maggio
none_a
Domenica 21 Maggio 2017
none_a
San Giuliano Terme, 27 maggio
none_a
CESVOT-1997-2017
none_a
ASD San Giuliano Sport
none_a
la#nazionaleitaliana a Krefeld Germania
none_a
Campioni nostrani
none_a
Pontasserchio
none_a
da nord a sud così lontani, ma nella lunga strada si prendono le mani, tra le vie torte a volte dritte si incontrano persone.
Persone bianche, gialle, .....
Si è concluso il 17° campionato nazionale di tennistavolo del Centro Sportivo Italiano.
Ospiti del comitato di Cava de’ Tirreni, presso il palasport .....
San Giuliano Terme
Dura critica del presidente Pro Loco sulla situazione del centro di San Giuliano

19/4/2017 - 14:23

  
"San Giuliano terme ,cittadina termale e quindi con una forte componente turistica, offre ai turisti , proprio nel suo centro, saracinesche abbassate e arrugginite, invece di  vetrine illuminate, piccoli negozi efficienti,  e uffici qualificati ."
 
La presa di posizione, molto dura, è di Venanzio Fonte, nuovo presidente della Pro Loco comunale.
 
"Qualcuno prima o poi ne doveva parlare pubblicamente…allora lo faccio io - afferma - quale presidente appena arrivato alla Pro Loco, che col nuovo consiglio direttivo ha tracciato un programma di sviluppo e crescita del turismo del commercio, dell’enogastronomia, della cultura storica, dei beni culturali del nostro comune, che può avere sviluppo  e crescita solo con l’aiuto di ogni singolo cittadino, sia con l’associarsi sia con l’aiutarci a risolvere problemi come questi. 
Ho potuto sperimentare la difficoltà, o per meglio dire l'impossibilità, di portare in Piazza Italia, o nei paraggi più prossimi, un servizio distintivo e utile per i turisti, cercando di affittare un locale dove insediare l'Ufficio della Pro Loco. 
Ebbene, fondi disponibili diversi.....proprietari disponibili ad affittare nessuno!!! 
Credo che sia una cosa più unica che rara il non voler affittare fondi vuoti in una cittadina come San Giuliano terme  ed in particolare nella piazza principale del paese. 
 Questa è la situazione a San Giuliano. 
L’ufficio del turismo non riesce a trovare sede in piazza o nelle vicinanze pur essendoci fondi vuoti  da tempo. 
Varie sono le dicerie in merito alla volontà di non affittare : rumori molesti , disturbi di attività  in ore poco consone,  etc..etc… 
L’ufficio del turismo non credo debba rientrare in queste scusanti. 
Senza voler fare polemica , e senza voler in alcun modo accennare a una critica distruttiva, vorrei solo che si riflettesse su questa situazione, che non sembra essere quella più valida per poter fare passi avanti. 
Il problema non è certo l’ufficio del turismo, perché a detta di altri, i fondi liberi non sono disponibili neanche per negozi o altre attività. 
Se questa presa di posizione da parte dei proprietari non si sbloccherà, San Giuliano rischia di avere per sempre saracinesche abbassate e  discretamente arrugginite  sulla piazza centrale  del paese, offrendo a chi vi passa  uno spettacolo desolante e di abbandono, del tutto deleterio per i turisti  che in particolare nei mesi di giugno fino a ottobre passeranno da queste parti. 
Credo che  in questi casi  sia quantomeno opportuno un intervento dell’Amministrazione Comunale  che nell’affiancarci dovrebbe in  qualche modo aiutarci a risolvere il problema, aprendo  un confronto  con i proprietari,  chiedendo loro le ragioni di questa presa di posizione  e  poi  cercare insieme  una  possibile soluzione. 
Anche se a dire il vero l’amministrazione comunale alcuni tentativi andati a vuoto li ha già  fatti precedentemente, vediamo se ritentandoli insieme , potremo avere più fortuna. 
Questo ridarebbe   vita,  alla zona, con l’apertura di altri negozi  e non solo dell’ufficio del turismo. 
Luci, vetrine, piccolo commercio, negozi di vicinato, sono le cose che ancora oggi  ci permettono di vivere in una certa sicurezza, di tenere lontani i male intenzionati e la malavita, che agisce dove le saracinesche, sono abbassate e le luci sono soffuse o spente addirittura. 
Vedete, cittadini, il mio messaggio è rivolto ancora una volta a tutti voi , in particolare del centro di San Giuliano Terme, perché ci aiutiate a capire  cosa dovremmo fare per portare avanti il nostro programma. 
Dove eventualmente  mettere l’ufficio Pro Loco e del turismo dal momento che la stazione è addirittura impraticabile e in centro non si trovano persone disponibili ad affittare? 
La Pro Loco  siete  soprattutto  voi , anche se nessuno ve lo ha mai detto! 
Se  volete il benessere , lo sviluppo , la crescita del vostro territorio , dovete affiancarvi a noi e aiutarci a mettere in pratica quel programma di cui abbiamo più volte parlato attraverso " La Voce del Sserchio”  e  altri giornali. 
La Pro Loco è pronta a dare una svolta  concreta a questa situazione di stallo che da tempo crea solo lamentele e  critiche, ma niente di costruttivo. 
Ora chi si è impegnato a lavorare c’è :  la Pro Loco di  San Giuliano Terme. 
 Vediamo se anche chi critica,  chi si lamenta  e chi sta alla finestra a guardare  si mette al nostro fianco e ci da’ una mano per camminare. 
In attesa di qualche volontario che ci dia una mano,- termina Venanzio Fonte - vi invito ancora una volta a fare gruppo per sfruttare meglio le opportunità che San Giuliano offre a noi abitanti e ai turisti che ci vengono a visitare. 
Per questo e per tanto altro appuntamento a tutti i cittadini e a tutte le associazioni il 25 Aprile alle ore 18,00 nello spazio convegni dell’Agrifiera a Pontasserchio per l’incontro/dibattito da noi proposto:
"LE PROSPETTIVE PER IL FUTURO DI SAN GIULIANO TERME”                                                            
Alla presenza delle autorità comunali e del neo eletto consiglio direttivo della Pro Loco di San Giuliano Terme."
 
 
PER CONTATTI : 
cellulare : 3936779665 
e-mail: proloco@comune.sangiulianoterme.pisa.it

 
 

 
 

 
 

    
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




8/5/2017 - 17:46

AUTORE:
venanzio fonte

Caro Sangiulianese,
eccomi pronto a continuare il nostro discorso .
Quello che dici è perfettamente condivisibile.
San Giuliano merita di più.
Questo di più noi lo faremo, ma per farlo bene occorrerebbe anche l'aiuto vostro.
L'aiuto di quelle persone che vedono, segnalano, consigliano e aiutano a crescere noi e san Giuliano.
Tante persone purtroppo sono come san Tommaso , vedere per credere... e noi dovremo fare il miracolo di far toccare con mano prima di essere aiutati.
Sarebbe molto meglio l'opposto , prima farsi aiutare e poi vedere insieme i risultati, ma visto che ormai la strada è quella più dura , noi cercheremo di percorrerla fino in fondo nel più breve tempo possibile....poi chiederemo ai San Giulianesi la controparte!!! e vedremo che risposta ci sarà.
Comunque , tornando a Antiqua che è solo uno dei tanti problemi che abbiamo in nota da risolvere, come avrai visto già da ieri in piazza c'erano tre espositori di materiale un po' più consistente di sempre e il numero totale degli espositori è salito a 59.
Piccoli segni di crescita che siamo riusciti ad avere facendo con gli espositori proprio quello che si sta dicendo per i cittadini.....abbiamo dovuto fare una pubblicità più ampia, parlare in maniera più concreta, con loro, assecondare le loro richieste (far vedere realizzate le promesse) e alla seconda uscita (da quando ci siamo come nuovo consiglio) qualche risultato si è già potuto vedere.
Certo, si deve fare di più e meglio e per questo stiamo ancora lavorando, ma intanto questo dovrebbe essere un modesto segno da prendere in considerazione per dare fiducia al nostro impegno e al nostro lavoro.
Ora tocca alle saracinesche abbassate e all'ufficio turismo in piazza....e ....soprattutto al tesseramento soci pro loco fra i cittadini che partirà presumibilmente da giugno.
Tengo a ribadire e a precisare ancora una volta che chi si farà socio, potrà ampiamente recuperare i 15,00 euro dell'iscrizione e molti di più, servendosi nei negozi del nostro territorio evidenziati in un allegato alla tessera, dove potranno usufruire di sconti sugli acquisti.
Credo che questo tipo di associazionismo porti benefici un po' a tutti:
alla pro loco, ai cittadini, e ai negozi del territorio con i quali
siamo in perfetta sintonia grazie al centro commerciale naturale che fa parte del nostro consiglio.
Spero che il nostro discorso continui e soprattutto spero di poterci conoscere di persona così da discutere più ampiamente di questo e di altri problemi sempre per il benessere del nostro territorio.
Grazie ancora

6/5/2017 - 19:12

AUTORE:
Sangiulianese

Caro Venanzio,
se posso permettermi anch'io, ovviamente il discorso è strettamente mio personale, anche se purtroppo molto diffuso tra i concittadini.
E sei tu a fare la diagnosi di mancanza di concorrenza, oserei dire esagerata, la mancanza. Io posso solo concordare totalmente.
Però torniamo a fare il discorso di Antiqua. Il mercato è scaduto nell'interesse della popolazione per la bassa qualità di quanto esposto ( non mi pare ti fossi scandalizzato quando scrissi che secondo me c'era per lo più paccottiglia)  e mi sembra fosse nelle tue intenzioni migliorarla con il ritorno di espositori più attrattivi, o così mi pare di aver capito nelle tue risposte.
Ma il mercato o la piazza scadono perché non ci vanno i cittadini o perché l'offerta che viene fatta è poco interessante e quindi i cittadini non ci vanno? E se i cittadini cominciano ad andarci, ancora più espositori o imprenditori saranno interessati ad esserci, alimentando la famosa concorrenza.
Se per Antiqua concordiamo, non vedo perché lo stesso concetto espresso per la piazza non sia utile, a parte quelli che si rifiutano di utilizzare le proprietà che hanno. Buon per loro che evidentemente vivono di rendita, ma una mentalità così oscurantista non riesco a concepirla. Mi sembra identica a quella di certi personaggi a Capalbio, che ambiscono al solitario splendore.
A parte questo, credo che il problema sia simile.
Certamente ci vuole la propensione della gente a interessarsi alle offerte che vengono fatte, e magari a spendere qualcosa per dimostrarlo, ma nello stesso tempo occorre uno sforzo per adeguare l'offerta a ciò che la gente preferisce o si aspetta.
Purtroppo è un circolo vizioso. Che vale anche per il coinvolgimento dei cittadini nelle varie iniziative, e ancora di più per ottenere una partecipazione attiva. 
Sono pochi quelli con la voglia di lavorare per un obiettivo comune e non personale, ma se vedono che le iniziative ci sono o, ancora di più, se vedono che qualche proposta che sta loro a cuore viene presa in considerazione e magari attuata, ce ne saranno sempre di più a collaborare come auspichi.
I circoli viziosi hanno sempre necessità di un punto, o di qualcuno, di rottura, in modo da diventare circolo virtuoso o volano di sviluppo che sia.
Sentiti auguri per la battaglia che stai combattendo e che seguirò attivamente.
La piazza di San Giuliano merita di meglio di ciò che è ora.

6/5/2017 - 16:48

AUTORE:
venanzio fonte

amico Sangiulianese,
grazie anche a lei o meglio a te se me lo permetti, sempre per il solito discorso che ogni intervento dovrebbe essere volto ad ampliare ed arricchire questo nostro confronto ad uso e consumo del bene del territorio di San Giuliano.
L'apprezzamento che tu fai sulla qualità dei negozi oltre a essere un apprezzamento tuo, strettamente personale, non credo possa contribuire positivamente a quanto stiamo discutendo.
Voglio comunque dire che in generale quella che tu definisci qualità dei negozi spesso tende a migliorare o a peggiorare in funzione della cosiddetta concorrenza, vorrei dire come nello sport, se hai competitori forti, tendi ad andare più forte anche tu, se i competitori sono più deboli ti accontenti di quello che fai.
Ma questo è un'altro discorso, molto complesso che come detto non serve al momento a dare risalto e sviluppo alla causa per cui stiamo discutendo.
Pertanto ti invito magari a darci dei suggerimenti o a segnalarci cose di cui potremmo trattare liberamente, sempre per il bene del nostro territorio, per farlo crescere e migliorare , più che fare semplici critiche che come bene immagini non portano poi da nessuna parte.
Comunque grazie ancora anche a te e ti invito, come gli altri, a tenerti informato tramite questo giornale per quando faremo un'altra riunione con i cittadini di San Giuliano perchè ci si possa conoscere meglio e perchè possiate prendere fiducia nella pro loco, in quello che diciamo e in quello che che vorremo realizzare.

Presidente pro loco

6/5/2017 - 10:07

AUTORE:
venanzio fonte

Ringrazio il sig Gennaro e il sig Vittorino per avere preso in considerazione il mio articolo nel quale dicevo che p.zza Italia a San Giuliano deve essere il salotto buono del paese con tanti negozi e uffici illuminati e non saracinesche abbassate e senza luci.
Ma li ringrazio soprattutto perchè mi permettono di ritornare sull'argomento e puntualizzare come voi San Giulianesi siete o dovreste essere i nostri supporter.
Come dicevo nell'articolo precedente i cittadini si dovrebbero affiancare a noi, per poter evidenziare e cercare di risolvere insieme quei problermi che da tempo sono fermi e irrisolti non solo nella piazza centrale di San Giuliano, ma in tutte le 21 frazioni del nostro comune.
Forse mai ai cittadini è stato rivolto un appello dalla pro loco affinchè si affianchino e collaborino con noi, ma come ho detto, questo nuovo consiglio vuole uscire allo scoperto, farsi conoscere , lavorare veramente per i cittadini e le associazioni che crederanno in noi.
Noi ci siamo....ora tocca alle associazioni e a voi cittadini interpellarci, e soprattutto sostenerci tesserandovi "pro loco", acquisendo così l'opportunità di far valere la vostra voce e di poter risparmiare nei vostri acquisti , così da recuperare ampiamente i 15,00 euro della tessera.
Risparmiare....si.... perchè alla tessera pro loco sarà allegato un volantino con i nomi di tanti negozi del nostro comune che praticheranno ai possessori della tessera ottimi sconti per i loro acquisti.
Detto questo vorrei spezzare una lancia in favore dell'amministrazione comunale , che altre volte aveva già provato a risolvere il problema saracinesche abbassate, senza fortuna.
Ora però il sindaco, dietro nostra sollecitazione, ha preso a cuore l'argomento e si è impegnato a riprendere in considerazione la cosa insieme a noi proprio nelle prossime settimane.
Al momento purtroppo l'ufficio pro loco e l'ufficio turistico non hanno una location pubblica , ma posso assicurarvi che da giugno in un modo o nell'altro l'ufficio turismo sarà in piazza Italia a garantire le esigenze dei turisti e degli stessi San Giulianesi che volessero camminare al nostro fianco dimostrando l'attaccamento al nostro territorio.
Concludo, ringraziando ancora una volta i due signori che hanno scritto e sollecito anche altri che ci leggono a prendere parte a questa nostra discussione che potrebbe essere una fonte importante di proposte, segnalazioni, documentazioni di fatti e di cose da discutere e risolvere.
L'incontro che il 25 aprile abbiamo indetto all'agrifiera per "san giuliano oggi e il suo futuro" non ha riscosso un grande successo, anzi non lo ha avuto in assoluto causa le pochissime presenze , ma noi non ci scoraggiamo, ne programmeremo un altro prossimamente nella speranza che voi che avete scritto e altri che ci leggono siano presenti a darci man forte e sostenere il nostro programma.

6/5/2017 - 9:25

AUTORE:
Sangiulianese

Se poi aggiungiamo la bassa qualità degli esercizi presenti, il quadro è completo

5/5/2017 - 15:20

AUTORE:
Cagliostro

Ti pareva che unnnera corpa der sinnaco

5/5/2017 - 13:35

AUTORE:
Vittorino

Ho letto il commento all'articolo e condivido in pieno il pensiero espresso. La piazza è definitivamente agonizzante: tutto un lato ha le serrande chiuse poichè comperate da un proprietario che odia il centro storico con l'intento di tenerle vuote. La domanda nasce spontanea: cosa ha comperato a afre in una piazza? Dall'altra parte della piazza i fondi sfitti dei proprietari "latifondisti di sinistra" vengono invece usati come garage personali o affittati a prezzi stratosferici, anche in questo caso fregandosene della morte della piazza ma solo dei loro guadagni. In altri comuni le amministrazioni hanno risolto situazioni simili creando progetti di recupero di questi fondi commerciali in accordo con i proprietari. Chiedo al sindaco Di Maio di pensare un po' meno a Pontasserchio ed a Bad Tolz e di puntare un pochino più di attenzione al capoluogo.

4/5/2017 - 18:30

AUTORE:
GENNARO STEFANO

buongiorno, ho letto l'articolo del sig.fonte con il quale ci siamo anche confrontati telefonicamente,e condivido in pieno le sue critiche.sono residente in piazza italia e ho acquistato una casa nel centro storico,perche' volevo abitare in un centro vivo, san giuliano e' un paese con delle potenzialita' turistiche, con un palazzo termale di una bellezza unica,e lo vedo morire un poco alla volta, anche grazie a chi acquista i fondi commerciali con l'intento di non riattivarli, soltanto perche' non desidera avere attivita' commerciali sotto casa,sperando addirittura in un cambio d'uso.
dobbiamo impedire che questo avvenga altrimenti san giuliano sara' un paese fantasma.
propongo a chi di dovere, una raccolta di firme per salvare il nostro paese.

saluti gennaro stefano