none_o

Una quarantina di anni fa, rientrando sporadicamente dalla residenza in nord Italia, per visite parentali e reimmergermi nelle acque locali, dove un grande Alessandro sciacquava solitamente i panni il secolo precedente, non appena valicato l’Appennino, mi rendevo conto di quanto siamo “ghiozzi”, pesanti, a volte grevi, blasfemi, volgari, bischeri e sciamannati noi toscani! Man mano che mi avvicinavo a Vecchiano, avvertivo sempre più chiaramente ....

Il Diario di Trilussa
none_a
Storia
none_a
Compleanno
none_a
I 10 anni della Voce
none_a
Vorrei ringraziare pubblicamente i Senatori che con .....
. . . . buona Pasqua a Riccardo Maini.
Quest'anno .....
Ringrazio affettuosamente Giò per il particolare pensiero .....
la tmm chiude e molte famiglie avranno grossi problemi .....
Migliarino
none_a
Soci Unicoop
none_a
Primaziale Pisana, conf stampa
none_a
di Rosanna Betti
none_a
Pisa, 14 dicembre
none_a
Che fai bambina mia
su quella porta
guardando da lontan
per quella via?
Ah, se sapessi,
quando la fu morta
se la portaron via
di là la mamma .....
Causa trasferimento abitazione, vendiamo mobili usati in ottimo stato.
Visibili a Nodica, comune di Vecchiano.

cinzia. mantellassi@ virgilio. .....
Nodica
Scomparsa di Enzo Fatticcioni

11/6/2017 - 23:14

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




14/6/2017 - 23:03

AUTORE:
franco marchetti

caro ENZO
ti voglio ricordare ora, le luci e le emozioni si sono spente, l'emotività del momento è passata.
adesso hai fatto il salto e sei andato per sempre nel prato dei ricordi delle persone che ti amano che ti hanno amato stimato e rispettato, ma rimarrai per sempre nei ricordi anche di coloro che ne ti amavano ne ti rispettavano, semplicemente perchè non sei mai stato una persona banale.

no ti conoscevo, noi ci siamo incontrati quando, divenni segretario dei chimici, e quindi dovevo seguire la tua azienda.
eri RSU, ma soprtatutto eri il punto di riferimento di tante persone, eri il tramite tra i lavoratori e l'azienda.

riusciva a comprendere e misurarti anche con le esigenze del padrone, come si diceva una volta, e come anche tu dicevi.
quante critiche per questo tuo ruolo, c'erano i rivoluzionari, i puri, fintanto che non venivano toccati i loro interessi, ma tu riuscivi a comprendere anche loro.
mi dicevi, Franco, se le persone mi criticano se no gli vado bene, andiamo alle elezioni ed eleggiamo altri rappresentanti, ma poi eri sempre tu che vincevi.
poi un giorno venisti e mi dicesti cosa ne pensavo della occasione che ti capitava per andare in pensione. ti dispiaceva, eri affezionato a quel luogo. ma era troppo importante ed unica l'occasione per lasciartela sfuggire e cosi, tutti d'accordo andasti in pensione.
li ci siamo un po persi di vista, ma non potevi stare con le mani in mano e cosi presidente del circolo e consigliere.
ricordi ENZO, quando capitai a Nodica, era un po di tempo che non ci vedevamo, mi portasti nella tua stanza di presidente della Vasca Azzurra, i raccontasti un po di cose del circolo, ma poi mi chiedesti come andavano le cose per i lavoratori, come si andava avanti, vedevi un futuro nero, cosi mi dicesti, e li andammo avanti per oltre un ora a parlare.
poi abbiamo fatto altri incontri fugaci.
ecco ora tu hai fatto l'ultimo viaggio, senza scosse e senza salite ci hai lasciato qua a tribolare in questo inquieto mondo.
buon viaggio ENZO amico e compagno caro