none_o

Una quarantina di anni fa, rientrando sporadicamente dalla residenza in nord Italia, per visite parentali e reimmergermi nelle acque locali, dove un grande Alessandro sciacquava solitamente i panni il secolo precedente, non appena valicato l’Appennino, mi rendevo conto di quanto siamo “ghiozzi”, pesanti, a volte grevi, blasfemi, volgari, bischeri e sciamannati noi toscani! Man mano che mi avvicinavo a Vecchiano, avvertivo sempre più chiaramente ....

Il Diario di Trilussa
none_a
Storia
none_a
Compleanno
none_a
I 10 anni della Voce
none_a
Vorrei ringraziare pubblicamente i Senatori che con .....
. . . . buona Pasqua a Riccardo Maini.
Quest'anno .....
Ringrazio affettuosamente Giò per il particolare pensiero .....
la tmm chiude e molte famiglie avranno grossi problemi .....
Migliarino
none_a
Soci Unicoop
none_a
Primaziale Pisana, conf stampa
none_a
di Rosanna Betti
none_a
Pisa, 14 dicembre
none_a
Che fai bambina mia
su quella porta
guardando da lontan
per quella via?
Ah, se sapessi,
quando la fu morta
se la portaron via
di là la mamma .....
Causa trasferimento abitazione, vendiamo mobili usati in ottimo stato.
Visibili a Nodica, comune di Vecchiano.

cinzia. mantellassi@ virgilio. .....
CONCLUSO POSITIVAMENTE IL MAXI INTERVENTO SULLA CONDOTTA DN 1000:
L’EROGAZIONE IDRICA RIPRISTINATA CON CIRCA DUE ORE DI ANTICIPO.

10/8/2017 - 19:59

Comunicato stampa del 10/8/2017 – Finale, ore 16.45
 
CONCLUSO POSITIVAMENTE IL MAXI INTERVENTO SULLA CONDOTTA DN 1000:
L’EROGAZIONE IDRICA RIPRISTINATA CON CIRCA DUE ORE DI ANTICIPO.
 
Si è concluso secondo copione il maxi-intervento sulla condotta DN1000 che attraversa il Serchio tra Rigoli e Avane. Al termine delle accurate operazioni di lavaggio, disposte nella mattina di giovedì 10 agosto, i tecnici di Acque SpA hanno proceduto al progressivo ripristino dell’erogazione idrica, con i livelli di servizio che torneranno sui normali standard con un paio d’ore di anticipo. Merito della bontà delle lavorazioni eseguite in notturna sul “tubo del mille”, infrastruttura chiave per l’approvvigionamento del territorio pisano al centro dell’importante operazione di completo recupero della funzionalità idraulica e strutturale.
 
Già intorno alle ore 18, presso la maggior parte delle utenze, l’acqua tornerà a scorrere dai rubinetti. Da lì a poco, si prevede un ritorno alla normalità su tutta la rete, chiudendo così una due giorni cruciale per la condotta DN1000 e più in generale per il miglioramento del servizio idrico per la città di Pisa. In occasione dei lavori programmati tra mercoledì e giovedì sono stati infatti installati e messi in funzione anche due bypass, che consentiranno la possibilità di svolgere, in futuro, le successive fasi dei lavori senza causare ulteriori interruzioni idriche. In particolare, nei prossimi mesi, si procederà all’attività di “relining” della tubazione (vale a dire l’inserimento interno di una speciale “calza” strutturale, di materiale adatto al contatto con l’acqua), per il completo ripristino dell’infrastruttura.
 
Durante tutta la giornata il personale di Acque SpA, i tecnici dell’amministrazione comunale e le associazioni di volontariato hanno monitorato i lavori e la capillare organizzazione dei punti di approvvigionamento idrico sostitutivo: non si sono registrate particolari criticità, grazie al coordinamento di tutti coloro che hanno preso parte all’iniziativa, che fossero su strada, presso le strutture sensibili o nella Sala operativa della Protezione Civile. Qui, nel corso della mattina, il presidente di Acque, Giuseppe Sardu, e il vicesindaco Paolo Ghezzi, hanno fatto il punto della situazione, rimanendo poi per tutta la giornata in stretto contatto con i tecnici.
 
“Aver progettato, preparato e eseguito con successo un intervento di questa portata, di obiettiva complessità per posizione, materiali e tipo di lavorazioni, in una città dell’importanza di Pisa, è motivo di grande soddisfazione”, commenta Sardu. “Per questo - aggiunge il presidente di Acque - ringrazio tutti i nostri tecnici impegnati nel cantiere. Un sentito grazie all’amministrazione comunale, che ha fornito un fondamentale sostegno anche nei giorni precedenti all’intervento, e soprattutto ai cittadini, dimostratisi pazienti e collaborativi”.
 
“Ritorniamo alla normalità con alcune ore di anticipo rispetto a quanto previsto – sottolinea il vicesindaco Ghezzi – Tutto è andato per il meglio, grazie alla collaborazione di tutti. Pochi disagi e ottima organizzazione a supporto delle esigenze dei cittadini e dei turisti. Un ringraziamento – prosegue – a coloro che hanno operato per tutta la notte e per la giornata di oggi, e a tutti gli esercenti che pur con qualche difficoltà hanno garantito il servizio ai tanti visitatori della nostra città. Abbiamo dato ulteriore prova – conclude Ghezzi – di capacità di pianificazione e di efficacia nel metterla in pratica”.
 
I consigli di Acque da tenere a mente per le prossime ore:
 

Non azionare lavatrici e lavastoviglie fino a quando l’acqua non sarà ritornata limpida.
Ove possibile, far scorrere un piccolo quantitativo d’acqua dal punto di erogazione più vicino al contatore (ad esempio da un rubinetto esterno alla casa), per un più rapido ritorno ad un’acqua limpida.
Nel caso in cui i fenomeni di torbidità dell’acqua dovessero presentarsi ancora dopo le prossime 24 ore, contattare il numero verde 800 983 389, per concordare eventuali interventi locali di pulizia delle reti o dei contatori.

Fonte: Acque SpA
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: