none_o

Percorrere la via Traversagna dal monte fino a Migliarino andando lentamente e guardandosi intorno può essere molto istruttivo. La prima cosa che salta agli occhi è la maleducazione di noi cittadini. Spazzatura ovunque. La maggior quantità è ammassata sotto il ponte che spassa oltre la Barra. Un cumulo di rifiuti fra cui frigoriferi e mobili vetusti che non sono passati per la Geofor.

LIBRI
none_a
Personaggi
none_a
I 10 anni della Voce
none_a
Le Parole di Ieri
none_a
. . . . . . . . . . . . ricordo che il virus del " .....
oggi sono stato a santa anna di Stazzema ho partecipato .....
. . . . . . . . . . . . . inorgoglisce è nella fantasia, .....
Quello che mette in difficoltà il nostro paese, creando .....
Volterra-domenica 19 agosto
none_a
Tirrenia,14 agosto
none_a
Marina di Pisa, 10 agosto
none_a
Palaia, 10 agosto
none_a
Tirrenia, 7 agosto
none_a
Calci, 12 agosto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Cercasi operatori

    Il  Circolo ARCI Migliarino che gestisce la Ludoteca Comunale in versione estiva presso l'Oasi Dunadonda cerca personale qualificato per il perido di luglio e di agosto. Gli interessati possono inviare una mail alla posta del Circolo   arcimigliarino@gmail.com. Vedi sotto.


  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Io che ho spiegato le vele tutte finché la riva scompare,
esplorato ogni terra invisibile,
ogni visibile mondo, sfidato correnti, mostri marini, .....
Dopo l’ultimo consiglio comunale abbiamo finito di capire chi sono i consiglieri di minoranza. Incapaci, ignoranti egocentrici. Il tema ponte si discute .....
di Renzo Moschini
Il Parco di San Rossore e il ruolo delle aree..

7/10/2017 - 13:35

-Il Parco di San Rossore e il ruolo delle aree protette in Toscana


Al parco di San Rossore il 21 ottobre sarà presentato l’opuscolo dedicato ad Antonio Cederna e Tiziano Raffaelli che alla   istituzione e l’avvio della gestione del nostro parco dedicarono un contributo fondamentale che è doveroso ricordare.

Intendiamo ricordare innanzitutto il contributo  alla cultura e alla iniziativa politico istituzionale che segnò allora una vera svolta sul piano regionale ma anche nazionale, che avrebbe concorso significativamente alla approvazione di una nuova legislazione sui parchi e le aree protette. Una svolta che ci avrebbe messo al passo anche con l’europa. Si passò da politiche di mero vincolismo ad una pianificazione non più solo urbanistica di cui il piano Cervellati fu anche per merito di Cederna e Raffaelli un esempio significativo che tale resta.
Con l’incontro del 21 vogliamo, nel momento in cui sul piano nazionale la vicenda dei parchi rimane sempre più avvolta sul piano legislativo e politico nella massima confusione,  un rilancio volto innanzitutto a dare voce ai parchi.
Rilancio cioè anche di quelle iniziative che proprio da Pisa come con Parcolibri, Toscaparchi, la collana sulle aree protette dell’ETS e il centro studi Valerio Giacomini istituito con la regione  Toscana -di fatto poi liquidato da Federparchi. E vogliamo farlo intitolandolo anche a Tiziano Raffaelli che se lo merita.
Data questa fase così delicata per il futuro dei parchi malmessi dappertutto vorremmo e dovremmo anche rimettere a mano ai libri grazie ai quali i parchi in Italia riuscirono ad uscire dal ghetto burocratico e diventare protagonisti di quel confronto culturale e istituzionale oggi fortemente appannato.

San Rossore seppe fare la sua parte e dovrebbe e potrebbe tornare a svolgerla sul terreno che Pierluigi Cervellati ci ha indicato in un recente incontro pubblico. Un libro è anche una occasione per chi è impegnato su questi problemi non solo per dare un contributo prezioso sulla base della propria esperienza. Forse con i libri non si mangia ma si possono liquidare  banalità e sciocchezze.
Renzo Moschini

 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: