none_o


Ognuno di noi sa che non siamo messi bene come Paese, ma alcuni episodi recenti fanno pensare di essere messi ancora peggio di quanto possiamo immaginare. Sorvolo soltanto sulla brutta figura della Nazionale di calcio e sui comportamenti dei principali responsabili di tale storica disfatta. Giampiero Ventura che ha dimostrato di essere molto più interessato ai soldi che alla faccia e alla dignità e Tavecchio...

I 10 anni della Voce
none_a
Il Diario di Trilussa
none_a
Concorso di prosa, poesia
none_a
Compleanno
none_a
. . . . . . . . . . . . c'è chi fa il nullatenente .....
. . . tutti i governi cercano di sostentare , almeno .....
. . . . in Australia sia in funzione quel che sostieni .....
Come al solito , caro Osservatore , la fai più lunga .....
Che fai bambina mia
su quella porta
guardando da lontan
per quella via?
Ah, se sapessi,
quando la fu morta
se la portaron via
di là la mamma .....
Speedy Wash di Gambini Cinzia
Via Mazzini 6 Migliarino Pisano
Aperto dalle 08:00 alle 22:00 tutti
i giorni anche festivi
Tel. 328 4122388

Solo .....
di Renzo Moschini
Il Parco e le aree contigue

9/11/2017 - 12:22

Il Parco e le aree contigue


Vorrei dire la mia sulle aree contigue e non a nome di qualcuno ma solo sulla base della mia esperienza.
Che si parta dalla  legge è abbastanza naturale. E tuttavia come conferma anche la pluriennale e inconclusa discussione sulle modifiche alla legge 394 dopo anni non si è ancora riusciti a trovare la via di casa.
Ecco perché penso che convenga partire dal merito tanto più che si tratta di questioni con le quali il parco ha fatto già spesso i conti e anche con successo. Personalmente ricordo la questione della caccia specie, ma non solo, a Marina di Pisa. In quel caso ma pure in diversi altri e non solo per noi –penso agli usi civici- dove gli enti locali e soprattutto i comuni ne rivendicavano per se e solo per se la gestione ma la richiesta non fu accolta e prevalse responsabilmente l’intesa.
D’altronde non è un caso che l’art 7 della legge 394 ai comuni ed alle province il cui territorio è compreso, in tutto o in parte entro i confini di un parco nazionale o naturale e regionale è attribuita priorità nella concessione di finanziamenti nazionali e regionali richiesti per la realizzazione, sul territorio compreso entro i confini del parco stesso.

Se si scorre l’elenco degli interventi previsti si capisce perfettamente perché l’articolo è intitolato  ‘Misure di incentivazione’. Si dirà ma se quegli interventi riguardano territori in parte non compresi nelle aree contigue? Non è così complicato concordare una intesa con il comune o la provincia se concretamente mirata.

D’altra parte due o più enti enti possono concordare tra di loro interventi sul territorio se coerenti e conformi alle esigenze di una gestione ecosostenibile che non riguarda esclusivamente i territori protetti ma anche contigui.

Non è difficile peraltro trovare esempi positivi e interessanti proprio al nostro parco; penso agli argini dell’Arno dove le complicazioni sono cresciute dopo la messa in pensione delle province e il trasloco degli uffici in regione –altro che aree contigue!
Vorrà dire pure qualcosa infine se l’art 7 sia rimasto nella maggior parte dei casi lettera morta. Legge buona insomma politica no. Oggi sotto questo profilo la musica non è cambiata; vedi a che punto sono i piani nei parchi nazionali.
In conclusione penso che senza rinunciare a dire la nostra sulla legge perché calca un confine che non può e non deve costituire un muro serve non di meno e da subito la ripresa di un discorso di merito, ossia di progetto.
Renzo Moschini

 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: