none_o


La quantità di anidride carbonica che quotidianamente le attività terrestri riversano nell'atmosfera ha ormai raggiunto livelli tali da cui sarà arduo, se non impossibile, tornare indietro, in mancanza di adeguate politiche economiche che prendano seriamente in considerazione questo problema, nonostante i continui appelli degli scienziati sulla salvaguardia del clima.

Arpat Toscana
none_a
Migliarino
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Sistena Nazionale per la Protezione dell'Ambiente
none_a
. . . . . . . . . . . nell'immediato dopoguerra a .....
Dispiace vedere che la Voce pubblichi commenti imbecilli .....
Ma il MONGOLINO D'ORO, il PD lo ha vinto a mani basse. .....
Siamo forti! Abbiamo vinto! Alè! Hip hip! Bravi!. .....
Cinema Lumiere
none_a
Pisa, Presentazione del libro
none_a
Il Fortino,Marina di Pisa,23 marzo
none_a
Pontasserchio, 22 marzo
none_a
Vecchiano 29 marzo
Progetto Libri
none_a
Calci, 23 marzo
none_a
none_a
NICOSIA-Festa di Primavera.
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Partite Pisa A.C.

    Si avvertono i Soci che il Circolo trasmetterà in chiaro tutte le  partite dell'Associazione Calcio Pisa, sia in casa che in trasferta. Prossima partita Piacenza-Pisa domenica 30 settembre. 


  • Circolo ARCI Migliarino

      Cercasi operatori

    Il  Circolo ARCI Migliarino che gestisce la Ludoteca Comunale in versione estiva presso l'Oasi Dunadonda cerca personale qualificato per il perido di luglio e di agosto. Gli interessati possono inviare una mail alla posta del Circolo   arcimigliarino@gmail.com. Vedi sotto.


  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Val di Serchio
none_a
2018/2019 fase interprovinciale.
none_a
Pappiana
none_a
Pisa Beach Soccer
none_a
Nel germoglio di un'amore
C'e' il sorriso
della vita
Ed il tremito dei sensi
Che prelude a nuovi voli

E' la
danza di una fiamma
Che accarezza .....
. . . . . . . . . . . . . . un fatto accaduto quando andavo ancora alle elementari e che ricordo ancora molto bene. . . . . . Ebbene nell'ultimo banco .....
Vecchiano
Elettrodotto Terna: i Sindaci di Lucca e Vecchiano, contrari alle ipotesi sul riassetto

7/4/2018 - 14:19

Elettrodotto Terna: i Sindaci di Lucca e Vecchiano, contrari alle ipotesi sul riassetto dell’elettrodotto, parteciperanno all’assemblea di Nozzano il prossimo 13 aprile
 
Vecchiano – “Dalla stampa di oggi apprendo il parere negativo da parte delle Belle Arti e, quindi, del Ministero dei Beni Culturali relativamente all’ampliamento dell’elettrodotto Terna sul nostro territorio, e precisamente nella frazione di Filettole. E questo non può che rafforzare le nostre convinzioni secondo cui non sia possibile percorrere l’ipotesi progettuale della stessa Terna e le sue relative varianti, che comporterebbero delle modifiche impattanti per la nostra comunità e ripercussioni negative dal punto di vista paesaggistico, come sostenuto direttamente dalle Belle Arti”.

Con queste parole il Sindaco Massimiliano Angori commenta il nuovo step che riguarda una vicenda lunga anni, cha ha visto il coinvolgimento di varie comunità, poiché si parla di un progetto da realizzare sul confine tra la provincia pisana e quella lucchese, e ha generato, perciò, la nascita di comitati, anche sul territorio vecchianese per seguire da vicino l’evolversi della questione.

Proprio ieri (6 aprile 2018, ndr) il Sindaco di Vecchiano insieme al Sindaco di Lucca Alessandro Tambellini, infatti, si esprimevano sulla decisione del Ministero dell’Ambiente che, invece, aveva dato parere positivo all’insediamento, commentando: “Aspettiamo di vedere le carte e gli atti ufficiali prodotti da parte del Ministero per l'Ambiente, ma fin da ora esprimiamo la nostra contrarietà nei confronti della scelta che si sta operando a livello governativo sul riassetto dell'elettrodotto”. Adesso il Ministero dei Beni Culturali, con parere negativo, sembra rimettere ulteriormente in gioco la questione.

“Ribadiamo la posizione già espressa in più occasioni nel corso di questa lunga vicenda – aggiungono i sindaci  – . Lo abbiamo ripetuto più volte, e lo facciamo anche oggi alla luce di questi ulteriori sviluppi: per noi non esistono cittadini di serie A e di serie B. Tutte le soluzioni prospettate contrastano con i Piani di Indirizzo Territoriale della Regione e sono state bocciate dalle commissioni comunali per il paesaggio. Pertanto, con la stessa energia con cui abbiamo contrastato la soluzione originariamente proposta da Terna, ci batteremo anche contro l’indicazione del Ministero dell’Ambiente, valutando eventualmente la possibilità di esperire ulteriori ricorsi.

Ci auguriamo di essere seguiti da tutti gli enti e da tutti i comitati  che si sono mossi per contrastare l'ipotesi originaria di tracciato”.
“Siamo stanchi di fare da parafulmini rispetto a decisioni che vengono assunte sulla nostra testa e su quella dei cittadini”, affermano Tambellini e  Angori, i quali parteciperanno venerdì 13 aprile all'assemblea in programma al campo sportivo di Nozzano. “Nei giorni successivi al 13 aprile organizzeremo un’assembla pubblica anche nella frazione di Filettole: appena avremo deciso la data, ne sarà data ampia comunicazione”, conclude il primo cittadino di Vecchiano.
 
 
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




8/4/2018 - 15:57

AUTORE:
filettolino

... commento nel merito eh ? Dimagrisci , è meglio...

8/4/2018 - 0:55

AUTORE:
XXXL

...con la vittoria del no al referendum costituzionale è calato anche il prezzo de' 'oniglioli; ma chi li vende però un'è mia punto 'ontento.

8/4/2018 - 0:14

AUTORE:
filettolino

...che votare no a certi referendum serve . Se vinceva il si , tutto , in materia di energia passava sotto il controllo del governo . Gli enti locali avrebbero subito le decisioni prese più in alto loco e i cittadini si beccavano una bella dose di... energia...