none_o


 La notizia è di pochi giorni fa e ha lasciato a bocca aperta il grande pubblico; ma non gli addetti ai lavori.  Uno studio del Centro tedesco Helmholtz per la ricerca oceanografica GEOMAR, di Kiel, pubblicato sulla rivista Science Advanced, fa sapere che il nostro Etna, il vulcano più grande d'Europa, sta scivolando lentamente nelle acque dello Ionio....

Vecchiano: Percorsi Partecipativi
none_a
Invito
none_a
Teatro del Popolo Migliarino 26 ott.
none_a
Migliarino - Pubblica Assistenza
none_a
Capacità e intelligenza ? Lei dice ?
Ma un politico .....
Signora , mi perdoni, lei sa chi era Cassandra visto .....
. . . . voluto dal 70% di elettori, iscritti e simpatizzanti. .....
Applicati, leggi meglio. Sono daccordo con loro per .....
Salute e Benessere
none_a
I luoghi dell'eccellenza gastronomica
none_a
Associazione La Voce del Serchio
none_a
Ass. La Voce del Serchio
none_a
Calci e Vicopisano
none_a
Parrocchia Madonna dell'Acqua
none_a
Circolo Il Fortino di Marina di P.
none_a
Fiab Pisa
none_a
San Giuliano, 21 ottobre
none_a
Palaia
none_a
  • Teatro del Popolo 26 ottobre

      Sulla mia pelle film di A. Cremonini

    È prevista, via Skype, una rappresentanza della famiglia Cucchi.

     

  • ASSEMBLEA ASBUC

      giovedì 4 ottobre, ore 21


    Si avvicina il giorno dell’assemblea pubblica per far sì che venga rinnovato il Comitato di amministrazione dei beni di uso pubblico di Migliarino con votazione Domenica 28 ottobre, presso l’Auditorium ASBUC- Via S. D’Acquisto 1.


Pontasserchio
none_a
Pappiana
none_a
COMUNICATO MIGLIARINO VOLLEY 1984
none_a
ASD PISA BOCCE
none_a
Io che ho spiegato le vele tutte finché la riva scompare,
esplorato ogni terra invisibile,
ogni visibile mondo, sfidato correnti, mostri marini, .....
Il giorno sabato 22 ottobre, dalle ore 9 alle ore 12, a San Giuliano Terme, in Piazza Italia,
GAZEBO LEGA . . . per un'iniziativa veramente interessante .....
Le Parole di Ieri
Da Trebbiata a Tribolo

14/5/2018 - 12:17


TREBBIATA
Lett: TREBBIARE. [Tritare, triturare. Battere le biade sull’aia col correggiato].
Per similitudine con i colpi battuti sull’aia col correggiato (il nostro cerchiale), il termine trebbiata indica una caduta accidentale. In genere è una caduta non troppo rovinosa ed è molto simile alla cerchialata, che ha probabilmente la stessa origine fonetica.
I due modi di dire quindi:
t’ ho fatto una trebbiata!” e “t’ho battuto una cerchialata!
sono abbastanza simili ed indicano entrambi una sonora caduta, priva però di gravi conseguenze.
 
TREMOTIO  (accento sulla “i”)
Lett: TREMOTIO. [Fracasso. Rumore grande, di robe pesanti che si trasportano].
In dialetto potrebbe tradursi con terremoto, disordine, anche confusione ma perdendo il riferimento al rumore e al fracasso.
“Fare un tremotio” significava creare un grande disordine, buttare tutto all’aria, anche causare una zuffa o una rissa.
 
TREMOTO
Lett: TREMOTO. [Terremoto. Ragazzo o cavallo troppo vivo, irrequieto].
E’ proprio un tremoto” è frase riferita di solito ad un bambino molto vivace, che non sta mai fermo e che combina sempre guai, proprio come un terremoto.
 
TRENCI
Lett: nc.
Non ha corrispondenze in italiano e quasi sicuramente deriva dall’inglese trench, impermeabile.
Trenci si chiamavano quegli impermeabilini sottili, di nylon, solitamente di colore nero, lucidi, che andavano di moda negli anni 60. Si mettevano sopra la giacca, perché a quel tempo i ragazzi, quando si cambiavano, si mettevano in giacca e cravatta.
Di moda fino verso la fine degli anni 60 quando la contestazione giovanile ha determinato un cambiamento radicale nel modo di vestire, di portare i capelli ed anche di pensare delle giovani generazioni.
 
TREPPIARE
Lett: TREPPIARE.
Verbo arcaico, derivato probabilmente dal tedesco trippen, che significa scalpitare.
In dialetto aveva assunto il significato più modesto di calpestare.
M’e treppiato un piede!” : mi hai calpestato un piede!
  
TRIBOLO
Lett: TRIBOLO. [Pianta delle rutacee, spesso formante bassi cespugli con foglie pennate e frutti verrucosi. La specie terrestris ha frutti spinosi infesti al bestiame].
Si trovano specialmente nelle zone sabbiose del Troncolo e si attaccano tenacemente a tutto ciò con cui vengono a contatto: scarpe, calze, lacci, vestiti, perfino ai fascioni delle biciclette.
A piedi scalzi sono capaci di perforare la pelle e provocare ferite.
Non per niente da questo deriva il verbo tribolare, ad indicare il soffrire pene e sofferenza..
I romani per contrastare la cavalleria nemica gettavano sulle strade consolari il tribolum (tri significa tre e bolum palla), una specie di sfera a tre punte di ferro di cui una rimaneva sempre rivolta verso l’alto.

 

FOTO. Trattoria Baroncini e via della Chiesa

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: