none_o

Passaporto verde: anche il nome dovrebbe far riflettere e rassicurare. Il verde è il colore delle possibilità, del benvenuto, dell’accoglienza, della tolleranza e della salute. Rifiutarlo sembra da sciocchi, da sprovveduti, da fuori dal mondo reale, forse anche da manipolati, da chi mette in questo rifiuto, in questa protesta, molto di più di quello che in effetti ci dovrebbe essere. Alla base, forse, una buona dose di ideologia per essere sempre contro, contro il sistema....

Siamo stati chiusi in casa e per disposizione governativa .....
Quelli che lei chiama ignoranti irresponsabili sono .....
. . . . . . . . . . . . Anche il codice della strada .....
Abbiamo vinto contro malattie terribili come il vaiolo .....
Vecchiano è Voilontariato
#tantifiliunasolamaglia


“Il gioco serio del teatro”

Vecchiano è volontariato
#tantifiliunasolamaglia

L'associazione culturale La Voce del Serchio ospite del giornale online da cui è nata

Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


UN IMPEGNO COSTANTE PER MANTENERE VIVO IL PASSATO E FRUIRNE ANCORA IN FUTURO

Pisa, 11 novembre
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
no vax? Portateli a visitare un reparto"
none_a
Pisa, 15 e 17 ottobre
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
È con te
Facciamo oggi quella scelta
Oggi in due ma restiamo sempre noi
È con te
Che la vita è come foglia
Noi leggeri saggi dentro vuoti mai
Sei .....
caro baffuto baffino ricorda che la fantasia se sfocia in diffamazione e calunnia quello e reato e non pregare la Santa Vergine a Roma davanti alla porta .....
San Giuliano Terme, 2 giugno
2 GIUGNO: La Festa della Repubblica a Molina di Quosa

28/5/2018 - 16:11



Il Comune di San Giuliano Terme si prepara a celebrare la Festa della Repubblica: l’appuntamento è presso il Parco delle Covinelle, nella frazione di Molina di Quosa, al centro di un importante progetto di recupero che vede la collaborazione attiva della cittadinanza e dell'associazione "Molina mon amour".


“La Festa della Repubblica – esordisce il sindaco Sergio Di Maio – è un momento fondamentale della nostra società. Il 2 giugno celebriamo il referendum istituzionale del 1946 tramite il quale gli italiani furono chiamati ad esprimersi su quale forma di governo dare all’Italia appena uscita dagli orrori della Seconda Guerra Mondiale.

Assieme al referendum, che fu la prima votazione in Italia a suffragio universale e che vide la vittoria della repubblica con il 54,3 % delle preferenze, gli italiani elessero anche i componenti dell’Assemblea Costituente che doveva redigere la nuova carta costituzionale”.


“Per questo – prosegue Di Maio – la Festa della Repubblica deve essere l’occasione per riflettere sulla nostra Storia e sui valori fondanti della nostra democrazia.

Soprattutto in un momento delicato come quello che stiamo vivendo. I valori che emersero dalla guerra di Liberazione e che guidarono i nostri padri costituenti devono essere i valori su cui costruire un’Italia in pace, prospera e solidare da consegnare alle future generazioni”.


L’appuntamento è quindi per il 2 giugno alle ore 10.30 presso il Parco delle Covinelle a Molina di Quosa: dopo i saluti istituzionali del sindaco e la deposizione di una corona di alloro al Monumento ai caduti della Prima e della Seconda Guerra Mondiale, la Filarmonica Sangiulianese eseguirà l’inno nazionale e quello europeo.

















 



+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri