none_o

 Alcuni mesi fa, durante una assemblea dell'associazione La Voce del Serchio, fu proposta l'idea, da parte di alcuni soci cicloamatori, di fare qualcosa per la pista ciclabile Puccini, cercando di sollevarla dalle condizioni di oblio e degrado in cui versa attualmente, dopo esser stata molto decantata e utilizzata per varie inaugurazioni in tempi propizi. L'origine del progetto....

Il Diario di Trilussa
none_a
I 10 anni della Voce
none_a
Anniversario
none_a
Le Parole di Ieri
none_a
Dileggiare è anche raccontare gli eventi in modo distorto .....
. . . chi dal / 94 ha dileggiato l'ex cav (il fratello .....
Come ho più volte dichiarato, sono stato prima simpatizzante .....
. . . . bambinesco e canzonatorio nei confronti dei .....
Esperienze di viaggio
none_a
Esperienze di viaggio
none_a
La Natura vista da Simona Tedesco
none_a
Agrifiera di Pontasserchio, 22 aprile
none_a
LUNA DI SANGUE
none_a
San Giuliano, 29giugno-1 luglio
none_a
Tirrenia, 24 giugno ore 6.30
none_a
Pisa
none_a
Pisa, 30 giugno
none_a
Concerto del Maestro Signorini
none_a
  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


  • GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA LINGUA MADRE

      Una domenica un poco strana il 25


    Anche per quest’anno la GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA LINGUA MADRE, evento che il G.U.T. (Gruppourturatoscana) porta in giro nella zona pisana, ed oltre, sarà ospite dell’ASBUC di Migliarino 


COME UN SASSO NEL FIUME


Resto in silenzio ad aspettare te,
a contemplare il tuo tenero viso,
i tuoi occhi candidi, dolcissimi,
semplici che .....
A Migliarino Pisano Viale dei Pini lato Salviati affittasi appartamento arredato di 90 mq. sviluppato su unico piano composto da Ingresso indipendente .....
È gara di solidarietà a Vecchiano.
Arrivano nel mese di luglio i bambini di Chernobyl a Vecchiano:
parte la gara di solidarietà

9/6/2018 - 11:46

Arrivano nel mese di luglio i bambini di Chernobyl a Vecchiano:
parte la gara di solidarietà


Vecchiano – È gara di solidarietà a Vecchiano. Sono 15 i bambini di Chernobyl che saranno ospitati nel mese di luglio presso la Scuola dell’Infanzia di Nodica grazie all’impegno di Azzurra Sbrana, con il supporto del Circolo ARCI di Nodica “Vasca Azzurra”, il Comune di Vecchiano e l’associazione “Il Cammino” di Altopascio.

Tutti al lavoro per un’iniziativa di solidarietà che ha già avuto il supporto del noto locale “La Capannina” di Forte dei Marmi e di numerosi artisti dello spettacolo.

Molte anche le associazioni del Comune di Vecchiano che hanno dato la loro disponibilità, ma è indispensabile uno sforzo ulteriore per far riuscire l’iniziativa al meglio e garantire ai 15 bambini di Chernobyl un soggiorno sereno che possa aiutare la loro salute.
Per questo motivo, si invitano tutte le realtà interessate (persone, associazioni, commercianti, ndr) a mettersi in contatto con l’Ufficio Comunale  per avere maggiori informazioni su come contribuire per la riuscita di questa iniziativa solidaristica.

E' possibile avere info contattando il cell. 335/7231120

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




16/6/2018 - 0:36

AUTORE:
GIò

azione meritoria quantomai opportuna, ospitare e rasserenare bimbi esposti al pericolo di radiazioni, dopo trent'anni dal tragico e funesto evento.

mi risulta che l'area sia ancora devastata ed inquinata, avvelenata ed invivibile per il livello di esposizione a radiazioni letali, destinato a restare tale per migliaia di anni.
abitato da anziani abbandonati a se stessi, autodeterminati a morire nei luoghi in cui sono vissuti...

si sta costruendo un secondo sarcofago per imbrigliare la fusione del reattore esploso, con immenso dispendio di risorse, in soluzione temporanea non risolutiva.

il sacrificio degli operatori intervenuti a suo tempo, è stato incredibile, ed estremo, sicuramente eroico, per molti anche inconsapevole...

furono evacuate città e campagne, impiegati 600.000 "volontari" nelle prime fasi della tragedia, ci sono state migliaia di vittime, dirette e indirettamente collegate, mutazioni genetiche nella flora e nella fauna, un impegno rilevante destinato a proseguire nel futuro lontano, per cercare di imbrigliare e minimizzare i danni....

MA TUTTO Ciò, NON VALE IL SORRISO SBOCCIATO SULLE LABBRA DI UN BAMBINOi, TORNATO TALE, GRAZIE AD UNA SPLENDIDA INIZIATIVA E UNA SOLIDARIETà CHE FA SPERARE DI RECUPERARE UN BRICIOLO DI UMANITà...