none_o

 “C’è qualcosa che devo dire alla mia gente, in questo nostro procedere verso la giusta meta: non dobbiamo macchiarci di azioni ingiuste. Cerchiamo di non soddisfare la nostra sete di libertà bevendo dalla coppa dell’odio e del risentimento. Io ho un sogno. Che bambini neri e bambine nere, potranno prendere per mano bambini bianchi e bambine nere, come fratelli e sorelle. IO HO UN SOGNO OGGI.”..

Con Borgo di Pratavecchie
none_a
Auguri di Buone Feste
none_a
Migliarino-Pubblica Assistenza
none_a
Metato - Pubblica Assistenza
none_a
Le eco tasse contro i mezzi inquinanti esistono nei .....
Vero, per fortuna c'è sempre chi si ostina a pensare .....
Povero Salvatore C, non ammette che ci sia chi non .....
Bersani e Zingaretti in TV a ripetere la solfa di un .....
Libri
none_a
FIAB-Pisa
none_a
"Nati per leggere" a San Giuliano
none_a
Piante e giardini
none_a
ARCI Migliarino
none_a
Il Teatro nel magazzino
none_a
Marina di Pisa, 19 gennaio
none_a
Fiab Pisa
none_a
Circolo Il Fortino
none_a
Pisa, 12-13 gennaio
none_a
Fiab Pisa
none_a
Associazione Molina mon amour
none_a
  • Circolo Arci Migliarino

      NUOVA GESTIONE LOCALE BAR

    Il Circolo ARCI Migliarino lancia una Manifestazione pubblica di Interesse finalizzata alla ricerca di un gestore del locale bar del Circolo in scadenza marzo 2019. Gli interessati possono rivolgersi direttamente ai consiglieri oppure inviare una mail alla posta del Circolo:  arcimigliarino@gmail.com.
    Scadenza delle domande: 31 gennaio 2019.


  • Circolo ARCI Migliarino

      Partite Pisa A.C.

    Si avvertono i Soci che il Circolo trasmetterà in chiaro tutte le  partite dell'Associazione Calcio Pisa, sia in casa che in trasferta. Prossima partita Piacenza-Pisa domenica 30 settembre. 


Migliarino
none_a
Promozione Sportiva CSI, ACSI, UISP, CSA
none_a
CSI -Centro Sportivo Italiano-
none_a
La quarta tappa a Viareggio
none_a
Ancora dormi accanto a me
ogni sera più di dieci lustri ormai,
stringi la mia mano nella tua
vuoi essere sicura amore mio,
che ti sono accanto .....
Porti la storia sulle tue antiche spalle.
Porti la storia nel tuo sguardo spento
Che inutilmente vaga nella stanza della memoria.

Porti la storia .....
di Renzo Moschini
none_a
Fai-Cisl
none_a
di Renzo Moschini
none_a
di Fernando Bezi
Libero io e liberi tutti, il pensiero non è un canarino.

13/6/2018 - 13:31

Libero io e liberi tutti, il pensiero non è un canarino.

I pensionati d’oro saranno puniti dal governo gialloverde, ma avranno più denaro. Staranno meglio.

Governare è difficile. Soprattutto quando Belzebù è in  agguato.

NEL FRATTEMPO I RICCHI VANNO IN PARADISO.

Il diavolo, come si sa, si nasconde un po’ ovunque, ma soprattutto nei dettagli. E nelle vicende delle nostre pensioni spunta un po’ ovunque. Aboliamo i  vitalizi (dei parlamentari), si sente urlare.

Peccato che siano già stati aboliti nel 2012 (sei anni fa) da Mario Monti. Ma sono rimasti quelli in vigore prima del 2012 (qualche migliaio in tutto). Aboliamo anche quelli, si ribatte. E sia.

L’ammontare della spesa per quei vitalizi residui è però pari allo 0,0005 per cento della spesa pensionistica totale italiana. La battaglia, cioè, non vale nemmeno la carta sulla quale è scritta.

E di carta ne servirà tanta perché è prevedibile una pioggia di ricorsi alla Corte costituzionale, visto che quei vitalizi sono stati conseguiti del tutto legalmente in base alle vigenti leggi allora (prima dell’intervento, cioè, di Mario Monti).
Allora ecco l’apertura di un altro fronte: le pensioni d’oro, anche qui qualche migliaio. Ma non importa, è una battaglia di principio. Soluzione drastica: venga applicato anche alle vecchie pensioni il metodo contributivo, si ricalcola tutto. Giustizia sarà fatta.
E qui rispunta il diavolo. Sono stati fatti dei calcoli. Con il ricalcolo una pensione di 10 mila euro al mese verrebbe a subire, in media, una decurtazione del 5-6 per cento. In pratica una pensione da 10 mila euro subirebbe un taglio di 500 euro al mese: non proprio  una stangata, praticamente niente.
Ma non è finita. Gli stessi che strepitano contro la vergogna delle pensioni d’oro sono poi quelli che propongono la flat tax. Poiché i titolari delle pensioni d’oro hanno un reddito annuale molto elevato, risparmierebbero soldi in imposte.
Quanto?

Secondo alcuni calcoli il risparmio per i privilegiati sarebbe di circa due mila euro al mese. In pratica quella pensione d’oro, contro la quale si voleva scatenare l’inferno, verrebbe aumentata di oltre 1500 euro al mese.

Con una certa soddisfazione suppongo, dei titolari delle suddette pensioni, che certamente ringrazierebbero i loro censori.
Da questa piccola storia si ricava che non si può fare tutto e il contrario di tutto. Quella di lasciare più soldi in mano ai ricchi può anche essere una strategia (sbagliata, ma ognuno fa le sue scelte). Poi, però, non puoi, contemporaneamente proporti di punire i titolari di pensioni d’oro, che sono appunto ricchi per definizione, almeno secondo la vulgata corrente.
Governare è difficile. Soprattutto quando Belzebù è in  agguato.



+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: