none_o

Può sembrare strano, ma non lo è affatto, dedicare oggi uno spazio alle parole. Non lo è perché come sempre, ma oggi più che mai, il mondo in cui viviamo è fatto di parole, se, come tutti ripetono, è il mondo della comunicazione, un mondo in cui le tecnologie della comunicazione condizionano la nostra vita non meno di quelle della produzione industriale o della chimica.

Eroi Dimenticati
none_a
Compleanno
none_a
Il Diario di Trilussa
none_a
LIBRI
none_a
Forone è la frazione meridionale del comune di Uzzano .....
Cari lettori, temo non abbiate completamente capito .....
Trovare tempo e spazio per pubblicare "Absolute biginners" .....
. . . . . . . . . . . . conosciutissimo dai lettori .....
InCantinaJazz, 19 agosto
none_a
Volterra-domenica 19 agosto
none_a
Tirrenia,14 agosto
none_a
Marina di Pisa, 10 agosto
none_a
Palaia, 10 agosto
none_a
Tirrenia, 7 agosto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Cercasi operatori

    Il  Circolo ARCI Migliarino che gestisce la Ludoteca Comunale in versione estiva presso l'Oasi Dunadonda cerca personale qualificato per il perido di luglio e di agosto. Gli interessati possono inviare una mail alla posta del Circolo   arcimigliarino@gmail.com. Vedi sotto.


  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Io che ho spiegato le vele tutte finché la riva scompare,
esplorato ogni terra invisibile,
ogni visibile mondo, sfidato correnti, mostri marini, .....
Dopo l’ultimo consiglio comunale abbiamo finito di capire chi sono i consiglieri di minoranza. Incapaci, ignoranti egocentrici. Il tema ponte si discute .....
di Fernando Bezi
Libero io e liberi tutti, il pensiero non è un canarino.

13/6/2018 - 13:31

Libero io e liberi tutti, il pensiero non è un canarino.

I pensionati d’oro saranno puniti dal governo gialloverde, ma avranno più denaro. Staranno meglio.

Governare è difficile. Soprattutto quando Belzebù è in  agguato.

NEL FRATTEMPO I RICCHI VANNO IN PARADISO.

Il diavolo, come si sa, si nasconde un po’ ovunque, ma soprattutto nei dettagli. E nelle vicende delle nostre pensioni spunta un po’ ovunque. Aboliamo i  vitalizi (dei parlamentari), si sente urlare.

Peccato che siano già stati aboliti nel 2012 (sei anni fa) da Mario Monti. Ma sono rimasti quelli in vigore prima del 2012 (qualche migliaio in tutto). Aboliamo anche quelli, si ribatte. E sia.

L’ammontare della spesa per quei vitalizi residui è però pari allo 0,0005 per cento della spesa pensionistica totale italiana. La battaglia, cioè, non vale nemmeno la carta sulla quale è scritta.

E di carta ne servirà tanta perché è prevedibile una pioggia di ricorsi alla Corte costituzionale, visto che quei vitalizi sono stati conseguiti del tutto legalmente in base alle vigenti leggi allora (prima dell’intervento, cioè, di Mario Monti).
Allora ecco l’apertura di un altro fronte: le pensioni d’oro, anche qui qualche migliaio. Ma non importa, è una battaglia di principio. Soluzione drastica: venga applicato anche alle vecchie pensioni il metodo contributivo, si ricalcola tutto. Giustizia sarà fatta.
E qui rispunta il diavolo. Sono stati fatti dei calcoli. Con il ricalcolo una pensione di 10 mila euro al mese verrebbe a subire, in media, una decurtazione del 5-6 per cento. In pratica una pensione da 10 mila euro subirebbe un taglio di 500 euro al mese: non proprio  una stangata, praticamente niente.
Ma non è finita. Gli stessi che strepitano contro la vergogna delle pensioni d’oro sono poi quelli che propongono la flat tax. Poiché i titolari delle pensioni d’oro hanno un reddito annuale molto elevato, risparmierebbero soldi in imposte.
Quanto?

Secondo alcuni calcoli il risparmio per i privilegiati sarebbe di circa due mila euro al mese. In pratica quella pensione d’oro, contro la quale si voleva scatenare l’inferno, verrebbe aumentata di oltre 1500 euro al mese.

Con una certa soddisfazione suppongo, dei titolari delle suddette pensioni, che certamente ringrazierebbero i loro censori.
Da questa piccola storia si ricava che non si può fare tutto e il contrario di tutto. Quella di lasciare più soldi in mano ai ricchi può anche essere una strategia (sbagliata, ma ognuno fa le sue scelte). Poi, però, non puoi, contemporaneamente proporti di punire i titolari di pensioni d’oro, che sono appunto ricchi per definizione, almeno secondo la vulgata corrente.
Governare è difficile. Soprattutto quando Belzebù è in  agguato.



+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: