none_o


Guardati allo specchio! Il volto che vedi riflesso è il risultato di milioni di anni di evoluzione e riflette le caratteristiche più distintive, che utilizziamo per identificarci e riconoscerci.  E' il risultato che si è plasmato secondo i nostri bisogni, legati al mangiare, al respirare, alla vista, alla comunicazione.  Ma come si è evoluto nei millenni il volto che abbiamo, per arrivare a mostrarsi com' è oggi?

Conad City e Pubblica Assistenza di Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
Arpat Toscana
none_a
Migliarino
none_a
Per chi non lo sapesse, da martedi il comune comincerà .....
Francesco T è Primo? ed Ultimo sono io!
Si perchè .....
Caro lettore, ho fatto anc'io quello che mi consiglia, .....
Caro Francesco T, lettore e scrittore del Forumm VdS. .....
Vecchiano, 26 aprile
none_a
Pisa, 28 aprile
none_a
Pontasserchio
none_a
FIAB-Pisa
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Per una Pasquetta partigiana
none_a
San Giuliano Terme
none_a
di Fabrizio Manfredi
none_a
CAMPIONI D’ITALIA!!! #W8NDERFUL!!!
none_a
Le squadre di Val di Serchio
none_a
Sogno San Giuliano:
none_a
Le squadre di Val di Serchio
none_a
Nel germoglio di un'amore
C'e' il sorriso
della vita
Ed il tremito dei sensi
Che prelude a nuovi voli

E' la
danza di una fiamma
Che accarezza .....
. . . . . . . . . . . . . . un fatto accaduto quando andavo ancora alle elementari e che ricordo ancora molto bene. . . . . . Ebbene nell'ultimo banco .....
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
Parco Regionale MSRM
none_a
Di Matteo Renzi
Crollo ponte Genova, Matteo Renzi contro M5S: “Ora basta bufale, vi porteremo tutti in tribunale".

17/8/2018 - 18:50


ORA BASTA!

Bisogna rispondere, punto su punto, colpo su colpo. Perché chi tace oggi sarà giudicato complice domani.

 

1. Di Maio dice che il suo governo è il primo a non aver preso soldi da Benetton o Società Autostrade e che Benetton non gli ha pagato la campagna elettorale. FALSO! Vedendo le carte scopriamo che io non ho preso un centesimo né per la Leopolda, né per le nostre campagne elettorali. E ciò significa che Di Maio è un bugiardo. E uno sciacallo.

Ma come se non bastasse si scopre che Società Autostrade ha finanziato la Lega e che il Premier Conte è stato legale di Aiscat, la società dei concessionari di autostrada: l'avvocato del popolo diventa all'improvviso l'avvocato delle autostrade.

Quindi se Di Maio vuole sapere chi prendeva soldi dal sistema autostradale lo deve chiedere al prossimo Consiglio dei Ministri, non a noi.

 

2. Attaccano Delrio. E mi fanno schifo perché Delrio è un galantuomo come sanno tutti quelli che lo conoscono. Il metodo lo conosciamo: tutti contro uno sui social. Contando sulla superficialità del messaggio e sul silenzio impaurito degli amici della vittima.

E' un metodo infame, già visto tante volte contro di me, contro miei amici, contro membri della mia famiglia. Ma i vigliacchi non mi hanno mai fatto paura. E allora lo grido qui: giù le mani da Graziano Delrio.

Accusare Delrio su questa vicenda è assurdo prima ancora che ingiusto. Una dimostrazione è il punto che segue, quello sulle concessioni.

 

3. Quando e perché è stata prorogata la concessione? Nel 2017, seguendo le regole europee, dopo un confronto col commissario UE Vestager (altro che leggina approvata di notte, è una procedura europea!), si è deciso di allungare la concessione di quattro anni, dal 2038 al 2042, in cambio di una fondamentale opera pubblica: la GRONDA, l'opera che avrebbe decongestionato anche il ponte Morandi. Io ti allungo la concessione (che scadrebbe comunque tra più di vent'anni) e tu in cambio mi dai SUBITO un'opera pubblica.

Prorogare la concessione è stata una scelta del Governo per avere subito l'opera pubblica che avrebbe decongestionato il traffico a Genova. Contro la Gronda erano i 5 Stelle che nel 2012 definitiva FAVOLETTA l'ipotesi del crollo del ponte, che nel 2014 con il genovese BEPPE GRILLO volevano bloccare la Gronda "anche usando l'Esercito" e che nel 2018 con Toninelli hanno proposto ancora di cancellare l'opera. La proroga tra vent'anni della concessione serviva a fare subito la Gronda. E Genova ha bisogno della Gronda, dei lavori sul Bisagno, del terzo valico, degli investimenti sul Porto: tutte opere finanziate nella scorsa legislatura.

 

4. Il Ministro Toninelli è sparito, commissariato da Di Maio che tutte le sere è in TV, ovviamente senza contraddittorio, perché se fa un confronto con uno che conosce le carte è finito. Lanciamo un appello: Toninelli abbia il coraggio di venire in Aula la settimana prossima. Si interrompano le ferie, si riapra il Senato e Toninelli venga a dire SI o NO alla Gronda.

Questo Governo dice no a tutto: NoGronda, NoTav, NoVax, NoEuro, NoIlva. Venga in aula, Toninelli, e vediamo se ha qualche notizia intelligente da dare.

Genova attende risposte.

 

5. Sui social ci sono troppe FakeNews. Ci vorrebbe una commissione di inchiesta del Parlamento su questi temi. Ma ho come l'impressione che Salvini e Casaleggio abbiano molta paura che si indaghi su questi temi, chissà perché. Allora noi chiediamo a tutti di segnalare le FakeNews e la becera propaganda diffamante.

Abbiamo creato un gruppo di avvocati: porteremo in Tribunale tutti, senza guardare in faccia nessuno. E segnaleremo all'Autorità delle Comunicazioni ogni singola fake newsInfine: il balletto intorno alla possibile revoca della concessione è molto strano e sicuramente richiamerà l'attenzione della Consob.

incredibile che un uomo di legge come il Premier possa dire "Non aspettiamo i tempi della Giustizia" (poi uno si stupisce se gli stranieri smettono di investire in Italia).

Quello che per noi è fondamentale è che Autostrade paghi. Parlare invece oggi di revoca significa regalare ad Autostrade 20 miliardi e la possibilità di tirarsi fuori dai lavori di rifacimento delle opere.

Eh no.

Autostrade deve pagare, a cominciare dal rifacimento del Ponte Morandi e dalla realizzazione della Gronda.Governare non significa fare la corsa per prendere un Like.

Bisogna affrontarla tutti insieme, in modo civile, non con l'approccio di chi si sente al Bar Sport sotto casa.

Bisogna smettere di diffondere bugie come fa Di Maio perché la campagna elettorale è finita e lui è al Governo adesso.

E bisogna che quelli che sono al Governo capiscano finalmente che quello che il loro movimento definiva FAVOLETTA oggi è una tragica realtà.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




17/8/2018 - 22:53

AUTORE:
Francesco

Se si parla di video, ce n'è uno dove si vede Renzi, a le Invasioni Barbariche, che lancia l'#Enrico stai sereno. Quindi tanto bufala non è.

17/8/2018 - 22:11

AUTORE:
Iscritto PD

Fu il presidente del gruppo dei deputati PD Roberto Speranza su indicazione (anche) di Giovanni detto Gianni Cuperlo a sollevare dall'incarico di Governo Enrico Letta dicendo a Renzi: tu sei il nostro segretario eletto a larghissima maggioranza dove per statuto il segretario è il naturale Presidente del consiglio quindi...
C'è la registrazione ascoltata più volte durante il suo intervento nella direzione nazionale del Partito Democratico a Roma dove Roberto Speranza da il benservito al Presidente Letta.
Un governo di scopo promosso da Giorgio Napolitano di cui facevano parte oltre il PD, Scelta Civica e Forza Italia ed era un governo per promuovere ed ottenere le riforme di cui l'Italia attendeva da diversi anni che poi furono fatte dal governo Renzi ed approvate dalle due camere e come sappiamo gli stessi che le approvarono in Parlamento le affossarono con il referendum e cosi facendo anche la legge elettorale legata all'elezione di una sola camera naufrago'.

QUINDI LO STAI SERENO É LA SOLITA BUFALA CHE CONTINUA A GIRARE, COSI TANTO PER DIR QUALCOSA.

nb; Enrico Letta pur sapendo di avere già in tasca la lettera di liceziamento ricevuta dalla direzione PD, la sera stessa si recò in TV dicendo: da domani promuovero' le riforme....tardi 'antasti.

17/8/2018 - 21:28

AUTORE:
bat 21

stai sereno