none_o

Continua, sul giornale, la storia dell'Asbuc Vecchiano dalla sua nascita fino alla situazione attuale con la costituzione del Comitato di Amministrazione Separata per i Beni Civici in rappresentanza delle frazioni di S.Frediano, S.Alessandro, Nodica, Avane e Filettole, regolarmente eletto da tutti i frazionisti. 

. . . . . . . . . . . da Londra a Tokio. . . . . .....
. . . . dicono. . . ci son stati invii di post che .....
Uno dei più bei, se non il più bello, commenti/ .....
. . . casa perché eri terrorizzato, e se uscivi .....
Vecchiano è volontariato
#tantifiliunasolamaglia

L'associazione culturale La Voce del Serchio ospite del giornale online da cui è nata

Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


UN IMPEGNO COSTANTE PER MANTENERE VIVO IL PASSATO E FRUIRNE ANCORA IN FUTURO

Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


Veclanum prima di Vecchiano

da Umberto Mosso | Lug 29, 2021
none_a
di Cristian Rocca
none_a
Di Dario D'Angelo
none_a
di Aldo Torchiaro
none_a
Di Dario D'Angelo
none_a
È con te
Facciamo oggi quella scelta
Oggi in due ma restiamo sempre noi
È con te
Che la vita è come foglia
Noi leggeri saggi dentro vuoti mai
Sei .....
caro baffuto baffino ricorda che la fantasia se sfocia in diffamazione e calunnia quello e reato e non pregare la Santa Vergine a Roma davanti alla porta .....
Bianchi e Neri Piano Fest Tuscany
Auditorium ASBUC di Migliarino P. Oggi, venerdì 14 settembre alle ore 20,30.

12/9/2018 - 13:26

Tutto pronto per il secondo appuntamento con il Bianchi e Neri Piano Fest Tuscany,  la rassegna che il pianista Sandro Ivo Bartoli ha organizzato per il secondo anno consecutivo all'ASBUC di Migliarino. Dopo lo straordinario successo di Eine Deutsche Nacht, la “serata tedesca”, sarà la volta di “A passeggio con l'opera lirica”, un programma dedicato al mondo dell'opera con un immancabile omaggio a Giacomo Puccini: «Ogni anno dedichiamo un evento all'opera – dice il celebre pianista vecchianese, che ha ideato il Festival quattro anni fa – perché l'opera è parte integrante della nostra cultura, e come ogni anno vogliamo rendere un omaggio particolare alla figura di Giacomo Puccini, il gigante lucchese che scelse di vivere sul lago di Massaciuccoli, a due passi da noi».

Il maestro nutre un affetto particolare per Puccini: «Sono cresciuto sotto la sua ombra. Il mio bisnonno paterno, Senofonte Prato, prima di fondare la Filarmonica che oggi porta il suo nome fu un insigne musicista; aveva studiato con Puccini, e i due furono legati da sincera amicizia tanto che mia nonna, appassionatissima di musica, si chiamava Tosca in onore all'eroina pucciniana. Ma io divenni pianista, e crebbi con Chopin, Liszt e Beethoven. Decenni dopo, grazie ad una fortunata collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano, cominciai a suonare la poca musica originale per pianoforte del Maestro, e nacque un sodalizio che ci ha portato in mezzo mondo, dal Giappone agli Stati Uniti d'America, e continua imperterrito: ne ho in calendario esecuzioni a Palermo, Berlino, Cremona...».

A Migliarino Bartoli ha scelto di programmare quattro brani pucciniani in raffinate trascrizioni per violino e pianoforte, che eseguirà con la violinista canadese Debra Fast, sua compagna sul palco e nella vita: «Non capita così spesso di ascoltare Puccini per violino e pianoforte, ma Debra ed io abbiamo suonato queste musiche diverse volte e devo dire che “funzionano” davvero bene. La combinazione dei due strumenti fa da complemento al lirismo intrinseco alla musica di Puccini, e la portata espressiva dei lavori non solo rimane immutata, ma forse acquista qualcosa in più nell'intimità dell'ambito cameristico».

Il concerto di venerdì prevede la partecipazione di Iacopo Bertoni, giovane attore vecchianese che ogni anno prende parte al festival.

«Un Festival deve trasmettere un'atmosfera di festa – dice il maestro – e Iacopo farà la sua parte. Ma il resto è segreto: non si può rovinare la sorpresa...».
 
Quello che invece non è segreto è il resto del programma: si parte con il Beethoven delle Variazioni su “Nel cor più non mi sento” da La molinara di Paisiello, per poi offrire una chicca di rara esecuzione come l'Andante Finale da Lucia di Lammermoor di Donizetti nella parafrasi per la mano sinistra sola di Theodor Leschetizky. Seguono le raffinate trascrizioni pucciniane per violino e pianoforte: l'Intermezzo dell'Atto III dal giovanile Edgar, due preziosi estratti da Madama Butterfly, la celeberrima aria Un bel dì vedremo ed il Coro a bocca chiusa, per finire con lo struggente Intermezzo Sinfonico da Manon Lescaut. Per finire, la grande Parafrasi da concerto sull'opera Eugene Onegin di Čajkovskij scritta da Paul Pabst, una girandola di invenzioni pirotecniche e pianistica mozzafiato: «La imparai dal mio maestro Cherkassky, tanti anni fa a Londra – conclude Bartoli – ed è un pezzo che da allora mi ha sempre fatto compagnia, una di quelle opere che di tanto in tanto riprendo con immutata gioia ed entusiasmo. Suonarlo al Bianchi e Neri, per il “mio” pubblico, sarà un grande onore per me».

E  nemmeno segreto è il “gran finale”: ogni concerto del Bianchi e Neri Piano Fest Tuscany culmina con degustazioni di specialità nostrane e non. Dopo le delizie tedesche di Svevi lo scorso venerdì, questa sarà la volta degli squisiti prodotti di Casa Lombardi, vera e propria gloria locale delle specialità toscane.

 “A passeggio con l'opera lirica” va in scena all'Auditorium ASBUC di Migliarino Pisano venerdì 14 settembre alle ore 20,30.

Ingressi 25/20 Euro (riduzioni per under 18 / over 65, soci Unicoop Firenze).

Biglietti in prevendita presso Tabaccheria Cerqua, Via Matteotti Migliarino Pisano, ed Edicola Tabacchi Baglini, Piazza Garibaldi Vecchiano. Box office sere di spettacolo dalle ore 20.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

14/9/2018 - 12:10

AUTORE:
Matahari

Non sarete mica propensi a passare questo venerdì in un' uggiosa serata in TV col dejà vu!
Ovvia l'ASBUC vi attende con tante godurie e se l'occasione ve la perdete sarà soltanto colpa vostra e non vi resterà che il rimpianto...a chi invece parteciperà resteranno tanti bei ricordi, tante emozioni e una notte da sogno con la pancia satolla!