none_o

Con l’introduzione dei mini bond, comincia a chiarirsi la strategia economica della lega per il futuro del paese.
L’Idea è quella di liquidare i crediti di imposta con titoli di credito, senza scadenza e interessi, invece che in valuta reale, cioè appioppare ai creditori, carta straccia, al posto del dovuto, in pratica trasferendo il debito dallo stato ai privati...

Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
Le ragazze della squadra azzurra, ai mondiali in Francia, .....
Nel disegno dell'architetto Donati commissionato dalla .....
Sulla pista ciclabile aggiungo che finisce nel nulla, .....
Vecchiano, 28 giugno
none_a
Pisa, 21 giugno
none_a
San Giuliano Terme, 30 giugno
none_a
Pisa, 19 giugno
none_a
Tirrenia, 17 giugno
none_a
Prossima gita in bici della Fiab
none_a
Pontasserchio
none_a
Libero Culto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Convocazione Assemblea Soci

    Ilo Circolo comunica che l' Assemblea ordinaria viene indetta in prima convocazione il 6 giugno ore 21,30, in seconda convocazioneil giorno 7 giugno alle ore 21,00 presso il Circolo Arci, via Mazzini 35.

    1) Relazione del Presidente

    2) Rendiconto annuale 2018

    Tutti i Soci sono invitati a partecipare.


  • Circolo ARCI Migliarino

      Partite Pisa A.C.

    Si avvertono i Soci che il Circolo trasmetterà in chiaro tutte le  partite dell'Associazione Calcio Pisa, sia in casa che in trasferta. Prossima partita Piacenza-Pisa domenica 30 settembre. 


  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Il c.t. Bertolini: "Difesa top"
none_a
Val di Serchio
none_a
«Come fa a essere italiana?»
none_a
Trofeo di S. Ubaldo di Petanque
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
CERCHIAMO UN TRATTORISTA CON ESPERIENZA ALLA GUIDA DELLE PRINCIPALI MACCHINE AGRICOLE.
AZIENDA AGRICOLA TENUTA ISOLA

DISPONIBILITA' FULL TIME
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
COMITATO PICCOLI AZIONISTI TOSCANA AEROPORTI
Il Campanilismo fiorentino che accusa i pisani di campanilismo

8/10/2018 - 12:48

COMITATO  PICCOLI  AZIONISTI  TOSCANA  AEROPORTI
 
A  tutti  i quotidiani  locali e nazionali
 
Pisa, 6 Ottobre 2018
Oggetto: Il Campanilismo fiorentino che accusa i pisani di campanilismo
 
       Al Vicecapogruppo consiliare comunale fiorentino  di Forza Italia, Razzanelli, quando, dichiarò:

“CHI HA SOSTENUTO CHE L 'AEROPORTO DI FIRENZE AVREBBE DANNEGGIATO QUELLO DI PISA, HA CREATO GROSSI DANNI ECONOMICI ALLA CITTA'. L’IDEA DEI PISANI E DI CHI DA LORO RETTA, CHE IL POTENZIAMENTO DI FIRENZE AVREBBE PORTATO VIA PASSEGGERI A PISA E’ FRUTTO DI RANCORI  STORICI.

 

In 15 anni si sono persi 4 milioni di passeggeri, equivalenti a 30 miliardi. Chi paga i danni? Con la nuova pista l’aeroporto avrebbe 6 Milioni di passeggeri l’anno. Non possiamo perdere Pitti Uomo. Nel 2011 Renzi concordò con Aeroflot il volo FIRENZE /MOSCA, cancellato perché antieconomico, per i dirottamenti. Serve subito la pista parallela. Perdere altro tempo comporta enormi danni economici e la perdita  di migliaia posti di lavoro”,  rispondemmo:
 “Chi è causa del proprio mal, pianga se stesso”!
 I danni avrebbe dovuto chiederli  ai politici fiorentini ed ai gestori di AdF, di 15 anni fa. Infatti nel 2003, il Ministero  emise la Valutazione d’Impatto Ambientale, la VIA 0676, che obbligava  AdF, a sue totali spese, a mettere in sicurezza il  Vespucci, attuando delle prescrizioni che avrebbero, col sottoattraversamento dell’A11 ( ora facilitato dai lavori per la  3^ corsia),  permesso  di prolungare fino a 2000 m. la pista attuale e permesso agli aerei di disporre di 2200 m per decollare. La VIA obbligava anche, per motivi di sicurezza,  a costruire la via di rullaggio e ciò avrebbe garantito di aumentare i movimenti orari degli aerei e quindi maggiori introiti societari. AdF non lo fece e presentò ricorso al Capo dello Stato, che lo respinse. Se Firenze avesse ottemperato agli obblighi  prescritti dal Ministero, avrebbe avuto già da 15 anni un City Airport sicuro ed adeguato alle aspettative cittadine di maggior sviluppo, senza  i danni dei millantati miliardi di mancati guadagni causati dai pisani. Poiché Razzanelli recentemente ha dichiarato che: “il nuovo aeroporto di Firenze significa 3 milioni di passeggeri (in più) che portano almeno 3 miliardi”,  valutando  empiricamente l’apporto  economico indotto dai  6 milioni di passeggeri, da lui attesi a Firenze, col nuovo aeroporto, gli ricordiamo che il Master Plan ne prevede  solo 4,5 e che  la UE vieta progetti di nuovi aeroporti  ( tale  lo giudica il Giudice Tozzi del TAR) a meno di 100 Km. da altri bacini di utenza e Firenze dista in linea d’aria circa 70 Km da Pisa ed 80 km dall’aeroporto strategico di Bologna. Razzanelli dovrebbe documentarsi bene prima di parlare, soprattutto su argomenti di carattere aeronautico, vista la sua passata esperienza di Ufficiale Aeronautico. Se poi ha difficoltà a comprendere le problematiche ed individuare le soluzioni opportune, non è colpa né dei pisani, né della Ceccardi, che si è puntualmente documentata ed ha  proposto alla Lega toscana e fatto approvare un piano rispettoso delle prescrizioni obbligatorie  Ministeriali del 2003 e già approvate precedentemente  dalla Lega Nord toscana. Esso prevede la messa in sicurezza e sviluppo del  Vespucci  come City Airport e del Galilei con idonee infrastrutture e collegamenti , cose di cui ne gioverà tutta la Toscana.
 A Razzanelli che ha definito le parole del Ministro Toninelli e del Consigliere Giannarelli : “allucinanti e deliranti”, per aver espresso opinioni diverse dalle sue, suggeriamo di rispettare ed ascoltare le altrui opinioni e di smetterla di fare proclami campanilistici, che invece imputa ad altri! Quanto  proposto dalla nuova Consigliera del programma di governo e le attività parlamentari della Lega, la Sindaca Ceccardi,  rispetta pienamente le esigenze della project review, richieste prima dal Ministro Del Rio ed ora da Toninelli e cioè: “ si a opere utili allo sviluppo, se compatibili con le finanze nazionali e con le normative europee”.  
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
                                                                                                     
 

Fonte: Conzadori Gianni-Pres. Comitato Piccoli Az.sti T.A. Ghilardi Stefano-Pres. Ass. Amici di Pisa
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: